Immobili
Veicoli
keystone
La polizia sul posto dell'omicidio
FRANCIA
16.10.20 - 22:430
Aggiornamento : 17.10.20 - 00:03

Professore decapitato per le vignette di Hebdo

La vittima dell'attentatore di Parigi è un docente. "Colpevole" di avere mostrato in classe le immagini di Maometto

PARIGI - Tre settimane dopo l'attentato davanti alla ex redazione di Charlie Hebdo, un professore della periferie di Parigi "colpevole" agli occhi della jihad di aver fatto lezione in classe mostrando le caricature di Maometto, è stato decapitato davanti alla sua scuola.

Subito dopo, l'assalitore - 18 anni, nato a Mosca - si è diretto verso i poliziotti subito accorsi. Con il coltello insanguinato ancora in mano, non si è fermato all'alt e gli agenti lo hanno ucciso.

Un attentato era quasi nell'aria anche se in pochi se lo aspettavano a poche ore dall'entrata in vigore di un coprifuoco senza precedenti nel Paese, per tentare di arginare la difficile situazione della pandemia.

L'omicidio è avvenuto attorno alle 17 davanti al liceo del Bois d'Aulne a Conflans Saint-Honorine, a nord di Parigi. I poliziotti hanno visto l'aggressore mentre si aggirava attorno all'istituto in modo sospetto. Gli hanno intimato di fermarsi, l'uomo ha continuato a minacciarli gridando "Allah akbar", quindi gli agenti hanno aperto il fuoco. Il giovane è morto poco dopo per le ferite.

A poche decine di metri, la scena della decapitazione del professore di storia e geografia di cui si conosce solo il nome, Samuel. Prima di morire, l'assassino è riuscito a postare su Twitter un'immagine del suo atto, immediatamente criptata dal social network. Restano, in alto, le parole del killer, scritte «in nome di Allah»: «da Abdullah, servitore di Allah, a Macron, dirigente degli infedeli, ho giustiziato uno dei tuoi cani dell'inferno che ha osato offendere Maometto. Calma i suoi simili prima che non vi venga inflitto un duro castigo».

Il 5 ottobre, alcuni genitori di studenti del professore si erano lamentati con la scuola per la lezione tenuta in classe, con l'insegnante che - parlando della libertà d'espressione - ha mostrato le caricature di Maometto all'origine di tutte le minacce della jihad contro la Francia dai tempi della strage alla redazione di Charlie Hebdo, nel gennaio 2015.

Tre settimane fa, prima dell'attacco davanti alla ex redazione del settimanale (due i feriti per mano di un ragazzo pachistano), il giornale satirico aveva ripubblicato le vignette per rammentare l'apertura del processo ai fiancheggiatori dei killer del 2015.

Su Youtube un genitore ha anche pubblicato un video con il racconto di una ragazzina allieva del professore, che racconta la lezione "incriminata". Secondo le sue parole, l'insegnante ha chiesto agli studenti musulmani se volevano uscire prima di mostrare le caricature di Maometto.

Le indagini sono ora affidate alla procura antiterrorismo; la situazione è molto tesa nella capitale francese, che da mezzanotte piomba nella sua prima notte di coprifuoco. Il presidente Emmanuel Macron si è subito precipitato alla cellula di crisi allestita di fronte all'Eliseo, al ministero dell'Interno. Poi accompagnato da diversi altri ministri del governo, si è diretto sul posto.

Dall'aeroporto, è in arrivo sul luogo del delitto anche il ministro dell'Interno, Gérald Darmanin, che ha interrotto immediatamente la sua visita di lavoro in Marocco per rientrare a Parigi.

I deputati al parlamento si sono alzati tutti in piedi per denunciare «l'abominevole attentato». Jean-Michel Blanquer, ministro dell'Educazione, ha scritto in un tweet che «questa sera è la Repubblica ad essere attaccata con l'ignobile assassinio di uno dei suoi servitori, un professore. Unità e fermezza sono le sole risposte di fronte alla mostruosità del terrorismo islamista».
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
VIDEO
CITTÀ DEL VATICANO
22 min
«Fine regno» e pre conclave. Perché si parla del "dopo Bergoglio"?
Il ginocchio del Papa. Il toto-nomi dei papabili. La paura di arrivare impreparati alla Sede Vacante. Facciamo il punto
COREA DEL NORD
2 ore
Il coronavirus che dilaga e la (troppa) fame dei nordcoreani
I medici militari sono stati incaricati di portare con urgenza i farmaci di cui Pyongyang ha estremo bisogno
AFRICA
6 ore
«Le stuprano per curarle dall'omosessualità»
Cosa vuol dire essere gay in alcuni paesi africani? Lo spiega Sabrina Avakian, criminologa ed esperta in Diritti Umani
EUROPA
7 ore
Erdogan respinge Svezia e Finlandia
Il presidente turco: «Non perdano tempo a venire qui, a provare a convincerci»
STATI UNITI
9 ore
Buffalo, una strage pianificata da mesi
Il giovane aveva pubblicato online i dettagli in un lungo documento. Lo scorso marzo il sopralluogo nel supermercato
REGNO UNITO
9 ore
Tanto sesso, siamo inglesi. Scandali a Westminster
Molestie, ministri che guardano filmati porno in aula, corruzioni in cambio di favori ambigui.
SPAGNA
16 ore
Una mosca preoccupa la Spagna
Con il cambiamento climatico la presenza di simulidi sta aumentando e potrebbe diventare un problema di salute pubblica
SPAGNA
19 ore
Scontro fra treni, muore un macchinista
Un convoglio che trasportava merci è deragliato, finendo muso contro muso contro un treno passeggeri
STATI UNITI
1 gior
«Ha fatto 320km per uccidere più neri possibile»
L'autore della strage al supermercato ha guidato per ore per raggiungere il posto dove voleva colpire
RUSSIA
1 gior
Putin è stato operato per un cancro?
Nuove voci sullo stato di salute dello "zar": il ricovero; i filmati già pronti e i sosia per sostituirlo in pubblico.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile