Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
REGNO UNITO
14.10.20 - 13:320

Vitamina D contro il Covid? Parte lo studio

La sperimentazione nel Regno Unito coinvolge 5'440 persone. I risultati sono attesi nel mese di giugno del prossimo anno

Il trial permetterà di dare una risposta definitiva sui presunti effetti protettivi della vitamina contro la malattia provocata dal nuovo coronavirus.

LONDRA - Al via in Gran Bretagna un trial clinico di fase 3 per testare i presunti i effetti protettivi della vitamina D contro il coronavirus. La sperimentazione, chiamata Coronavit, coinvolge 5'440 persone ed è coordinata da Adrian Martineau, della Queen Mary University di Londra. Secondo quanto riferito in una nota dell'ateneo londinese, il trial durerà in tutto sei mesi e i risultati definitivi sono attesi nel giugno 2021.

Ormai diversi studi epidemiologici hanno evidenziato la possibilità che la vitamina D - che ha un ruolo importante per il funzionamento delle difese immunitarie - abbia un effetto preventivo contro il Covid, nonché un effetto protettivo in caso di infezione, che si manifesterebbe con sintomi meno gravi negli individui con adeguati livelli plasmatici di vitamina D. 

Poiché l'organismo umano produce vitamina D esponendosi al sole, la carenza vitaminica è piuttosto diffusa, specie nel periodo invernale.

Una risposta definitiva - Il trial consisterà in una misurazione dei livelli di vitamina D nel sangue (direttamente a casa senza alcun incontro con gli operatori sanitari, usando un test che poi viene spedito alle autorità sanitarie) e nella prescrizione di integratori di vitamina D negli individui risultati carenti.

La sperimentazione consentirà finalmente di provare se la vitamina D sia veramente protettiva nei confronti del SARS-CoV-2. «Ci sono prove sempre maggiori che la vitamina D possa ridurre il rischio di infezioni respiratorie e che le persone carenti siano più suscettibili al Covid», afferma Martineau.

Lo studio potrà finalmente rispondere a questi interrogativi e, in caso di esito positivo, la vitamina D potrà avere un impatto enorme a livello globale nella gestione della pandemia: infatti, la carenza di questa vitamina è molto diffusa proprio tra gli anziani, tra individui sovrappeso e obesi, e tra asiatici e afroamericani - ovvero tutti quei gruppi che sono ad alto rischio di ammalarsi gravemente di COVID-19 e di riportare gravi complicanze dall'eventuale infezione con il coronavirus.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
UCRAINA/RUSSIA
30 min
Dalla «minaccia russa» all'«isteria europea», il confine è sempre più rovente
Stati Uniti e Regno Unito richiamano a casa i dipendenti delle ambasciate e la Nato manda rinforzi armati all'Ucraina
ITALIA
2 ore
Presidente della Repubblica italiana: nulla di fatto nella prima giornata di votazione
Le schede bianche sono state 672. Domani si ricomincia
MEDIO ORIENTE
5 ore
Missili verso Abu Dhabi, si infiamma lo scontro con gli Huthi
I ribelli dicono di aver colpito anche la zona di Dubai, dagli Emirati non giunge però nessuna conferma
RUSSIA
8 ore
Omicron è in Russia, dove metà della popolazione non è vaccinata
La variante è correlata a un tasso minore di ricoveri. Sarà però così anche dove gli immunizzati sono la minoranza?
FOTO
GERMANIA
9 ore
Heidelberg, spari nel campus: uno dei feriti è morto. «È stato uno studente»
La polizia, accorsa con un ampio contingente, ha comunicato che l'aggressore si è tolto la vita.
ITALIA
11 ore
Via la scadenza di sei mesi dal Green Pass dei vaccinati?
Il governo dovrebbe procedere in tal senso, in attesa di una decisione sull'eventuale quarta dose
ITALIA
14 ore
Schede bianche sotto il Colle?
Alle 15 si apre l'elezione del presidente della Repubblica. L'intesa tra le forze politiche appare però distante.
FRANCIA
1 gior
Chirurgo mette all'asta la radiografia di una vittima del Bataclan
La lastra è ancora disponibile su OpenSea, ma il prezzo, dopo che il medico è stato denunciato dai media, è stato tolto
GERMANIA
1 gior
Vaccino obbligatorio, il progetto è pronto a scaldare gli animi
Mercoledì inizieranno i dibattiti su una proposta interpartitica: un obbligo vaccinale per tutti gli over 18
DANIMARCA
1 gior
Quella di Omicron potrebbe essere l'ultima ondata
Lo ha dichiarato Hans Kluge, direttore per l'Europa dell'Oms
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile