Keystone
Sono numerose le piantagioni di cacao in Costa d'Avorio.
COSTA D'AVORIO
09.10.20 - 06:010

Salvati 11 bambini impiegati in una piantagione di cacao

Anche la pandemia ha avuto un impatto sulla lotta contro lo sfruttamento dei minori

Sono ancora più di un milione i bambini che lavorano nelle piantagioni di cacao nel paese dell'Africa occidentale

YAMOUSSOUKRO - La polizia locale ha salvato mercoledì 11 bambini e due adolescenti che lavoravano in alcune piantagioni di cacao nel sud-ovest della Costa d'Avorio.

Nell'ambito dell'operazione, sono stati arrestati tre agricoltori sospettati di agire nel traffico di esseri umani. Lo riporta la Cnn.

«Abbiamo condotto l'operazione nelle due principali città produttrici di cacao, e abbiamo arrestato i contadini che impiegavano i bambini nei loro campi», ha confermato il commissario di polizia Luc Zaka.

Nel dicembre scorso la polizia ivoriana aveva salvato più di 100 bambini durante un'altra operazione simile nell'est del Paese.

Dalle stime, sono ancora più di un milione i bambini che lavorano illegalmente nelle piantagioni di cacao nel paese dell'Africa occidentale, una cifra che nell'ultimo decennio è aumentata costantemente, e che preoccupa le associazioni benefiche che operano nel settore, come greenme.

A inizio anno, la polizia nazionale ha ottenuto fortunatamente maggiori risorse, e ha così potuto aprire altri centri operativi nelle regioni più colpite per combattere con più forza il traffico di bambini e il lavoro minorile.

La piaga, però, resta presente, e come confermato dall'International Cocoa Initiative (ICI), anche la pandemia ha avuto un impatto negativo: il lavoro minorile è infatti aumentato durante il lockdown.

Una situazione che va a gravare sulle già basse risorse di chi combatte lo sfruttamento dei minori, e che denuncia un abuso di cui si parla troppo poco.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Cina
44 min
La Cina vola intorno al mondo, ma nessuno lo sapeva
Il governo Biden teme un dispiegamento delle forze. Diversa la musica da Pechino: «Non stiamo attaccando nessuno»
ITALIA
4 ore
15enne uccisa da un colpo di fucile in casa, a sparare è stato il fratellino
Svolta nelle indagini nella tragica morte avvenuta ieri in un'abitazione del Bresciano
Francia
5 ore
Sessant'anni fa Parigi si svegliò nel sangue
Oggi la Francia commemora un massacro che pochi conoscono e sui cui bisogna fare ancora chiarezza
STATI UNITI
7 ore
L'assassino americano Robert Durst rischia di morire a causa dal coronavirus
Il 78enne, reso celebre per la sua clamorosa confessione nella serie tv “The Jinx”, era stato condannato all'ergastolo
STATI UNITI
7 ore
Bill Clinton ricoverato: presto verrà dimesso
L'ex-presidente era stato ospedalizzato con una certa urgenza settimana scorsa
FOTO
ITALIA
19 ore
"No green pass", nervi tesi a Milano
Cortei, proteste, slogan e qualche scontro con le forze dell'ordine. Migliaia di persone in piazza
STATI UNITI
21 ore
No vax, metà degli agenti di Chicago rischia lo stipendio
La disputa nata tra la linea dura promossa dalla sindaca e i sindacati contrari all'obbligo di mostrare il certificato
FOTO
Italia
1 gior
Proteste contro il fascismo, «è un attacco alla dignità di tutto il Paese»
Centro-sinistra e sindacati chiedono che venga rivista la Costituzione italiana con nuove riforme
Regno Unito
1 gior
Accoltellamento David Amess, «è terrorismo»
L'uomo arrestato figurava tra le persone ritenute a rischio radicalizzazione
STATI UNITI
1 gior
No, l'ivermectina non cura il Covid. Ecco il perché
L'Infectious Diseases Society of America ha pubblicato un'infografica per far chiarezza. E il verdetto non lascia dubbi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile