Immobili
Veicoli
Keystone
Fayez al-Sarraj (foto d'archivio)
LIBIA
17.09.20 - 07:190
Aggiornamento : 08:01

Sarraj annuncia le sue dimissioni

Il primo ministro del governo d'Accordo nazionale libico vuole lasciare entro la fine di ottobre.

TRIPOLI - Il premier libico Fayez Al Sarraj si dimette, augurandosi che un nuovo esecutivo possa portare a termine la difficile transizione politica del paese, martoriato da anni da una guerra civile contro le milizie del generale Haftar che controllano Libia orientale.

L'annuncio, dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, è arrivato in serata, con un video-messaggio alla Tv pubblica. «Dichiaro il mio desiderio sincero di cedere le mie responsabilità al prossimo esecutivo non più tardi della fine di ottobre», ha detto.

Una data scelta, secondo gli osservatori, non a caso, visto che il mese prossimo a Ginevra sono previsti i negoziati per la formazione di un nuovo governo che rimpiazzi quello attuale riconosciuto dall'Onu. L'obiettivo sarebbe quello di rappresentarvi le diverse anime del Paese (Tripolitania, Cireanica e Fezzan), raggiungendo un'intesa che preveda una nuova composizione del Consiglio presidenziale per poi indire le elezioni.

«Spero - ha aggiunto il leader del Governo di accordo nazionale, riconosciuto dalla comunità internazionale - che la commissione per il dialogo finisca il suo lavoro e scelga un consiglio presidenziale e un primo ministro».

Del resto anche il generale Haftar sta in qualche modo lasciando la scena al presidente del parlamento insediato a Tobruk, nella sua Cirenaica, Aqila Saleh, che si è distinto con una proposta politica di unificazione delle istituzioni del Paese.

L'esecutivo, con l'aiuto militare della Turchia, a giugno era riuscito a respingere un attacco portato a Tripoli per 14 mesi dalle forze del generale Khalifa Haftar. Lo spostamento verso Sirte del confronto militare, ora sospeso per un cessate il fuoco, ha dato spazio a proteste di piazza nella capitale libica contro le cattive condizioni di vita e la corruzione. Proteste che si sono incrociate con un braccio di ferro tra Sarraj e il ministro dell'Interno Fathi Bashagha, prima sospeso e poi reintegrato dopo pochi giorni a inizio mese.

In preda a guerre civili e turblenze dal 2011, anno della caduta e uccisione del colonnello-dittatore Muammar Ghedafi, la Libia sembra non trovare pace. Questo mese vi erano stati colloqui sempre in Svizzera che erano sembrati portare a una ripresa della produzione di petrolio bloccata da Haftar in gennaio: un inizio, indicato per sabato scorso dall'ambasciata Usa, che però non si era materializzato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
6 ore
Vaiolo delle scimmie: i casi sono una novantina in 14 nazioni
L'insolita diffusione del virus, noto da tempo, ha allertato le autorità e l'Oms che monitora la situazione
BELGIO / SPAGNA
9 ore
Il festival fetish, la sauna e il Pride: alla ricerca delle origini del vaiolo delle scimmie
Autorità sanitarie al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
STATI UNITI
11 ore
Dopo Buffalo, c'è paura tra la popolazione afroamericana
Secondo un sondaggio, 3 persone su 4 temono di essere attaccati. O che possa esserlo qualcuno a loro vicino
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
L'Ucraina potrebbe perdere fino a 100 militari ogni giorno
Il sindaco di Enerhoidar nominato dai russi è rimasto ferito in seguito a un'esplosione, è in gravi condizioni.
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
20 ore
«La guerra finirà definitivamente solo attraverso la diplomazia»
Mosca valuta di scambiare i combattenti del battaglione Azov con l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk.
TURCHIA / FINLANDIA / SVEZIA
23 ore
Telefoni bollenti tra Ankara, Helsinki e Stoccolma
Erdogan chiede alla Svezia di non sostenere organizzazioni terroristiche, Niinisto ribadisce la sua condanna
FOTO
MONDO
1 gior
Facciamo il punto sul vaiolo delle scimmie
Il virus di cui si sta parlando tantissimo sotto la lente per capire che no, non è il nuovo Covid
COREE / STATI UNITI
1 gior
«Abbiamo offerto vaccini a Pyongyang. Non ci hanno risposto»
Il presidente statunitense ne ha parlato durante il suo viaggio a Seul, in Corea del Sud
LE FOTO
UCRAINA
1 gior
«C'erano lampi ovunque, fumo, le finestre sono andate distrutte»
Una madre ucraina con tre figli ha raccontato il momento in cui la loro casa è stata raggiunta dai missili
STATI UNITI
1 gior
Trump, multa a 5 zeri per aver ostacolato un'indagine
L'ex presidente statunitense si era rifiutato di fornire documenti contabili e fiscali sulla Trump Organization
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile