Keystone
Un pub di Melbourne, momentaneamente chiuso a causa del Covid-19.
AUSTRALIA
16.09.20 - 12:170

Coprifuoco? La proprietaria di un ristorante denuncia il Governo

La gestrice di un caffè ha intrapreso un'azione legale: «Ho perso il 99% dei miei guadagni»

MELBOURNE - La proprietaria di un caffè di Melbourne ha intrapreso un'azione legale contro il Governo di Victoria, in Australia. Il motivo? L'imposizione del coprifuoco dovuto al coronavirus.

Lo ha riportato l'azienda radiotelevisiva australiana Sbs, che ha citato le parole della donna, che ha definito il coprifuoco una violazione dei suoi diritti umani. 

Secondo la proprietaria del caffé, che si trova sulla penisola di Mornington, il coprifuoco sta mettendo a rischio la sua piccola impresa. Infatti, la donna avrebbe perso il 99% dei suoi affari durante le restrizioni della quarta fase.

La sua attività, in tempi più propizi, portava a ottimi guadagni, «la settimana scorsa, invece, ho guadagnato solo 400 dollari» (circa 250 franchi), ha spiegato la donna alla testata locale, definendosi molto preoccupata: «Solo io porto i soldi a casa, e sono preoccupata che non sarò in grado di provvedere ai miei tre figli se la situazione continuerà, ho paura anche di perdere la mia casa».

La gestione dell'attività in perdita, con innumerevoli sforzi e tentativi di tenerla a galla, ha avuto un impatto significativo anche sulla sua salute, ha sostenuto la donna. In un post sul sito web del suo ristorante, la proprietaria ha detto che ha dovuto ripensare a tutto ciò che aveva a che fare con la sua attività, per cercare di farla sopravvivere.

Secondo la donna e il suo avvocato, il coprifuoco non è ragionevolmente proporzionato alla situazione sanitaria, e non si basa inoltre su prove pertinenti e affidabili in linea con le leggi sulla salute pubblica.

Il coprifuoco attuale, che riguarda il centro metropolitano di Melbourne, richiede che la gente rimanga a casa tra le 21.00 e le 5 del mattino. Si può uscire di casa solo per lavoro e per motivi essenziali di salute, assistenza o sicurezza. Tra le 5 del mattino e le 9 di sera, invece, le persone a Melbourne possono uscire di casa per fare esercizio fisico, per acquistare i beni e i servizi necessari, per lavoro, per assistenza sanitaria o per curare un parente malato o anziano.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FILIPPINE
11 min
Nove attivisti uccisi, le ong chiedono al governo Duterte d'intervenire
Domenica sono stati compiuti vari raid a sud di Manila, le autorità dicono che è stato tutto legittimo e autorizzato
STATI UNITI
2 ore
Scarcerati dopo 24 anni dietro le sbarre
La sentenza nei confronti di tre afroamericani è stata definita «illegittima», ma sono passati più di vent'anni
FRANCIA
4 ore
Samuel Paty, decapitato per una bugia
La studentessa che aveva denunciato Samuel Paty, il docente ucciso il 16 ottobre scorso, ha ammesso di aver mentito
ITALIA
6 ore
Lockdown massiccio e vaccini a tappeto. È la soluzione?
Imminente il via libera ad AstraZeneca per ogni età. Uno sprint per le vaccinazioni? Qualcuno però chiede il lockdown
ITALIA
8 ore
Si testa il "passaporto immunitario" in Sardegna
A partire da domani si potrà entrare nella regione solo esibendo un certificato d'immunità
REGNO UNITO
8 ore
«Thank you», 16 milioni per i rider del take away
Si tratta di un fondo stanziato dalla società Deliveroo, che sta pensando una futura quotazione
AUSTRIA
11 ore
«Reazioni avverse», l'Austria ferma un lotto di AstraZeneca
Si indaga sul decesso di un'infermiera per capire se sia collegato al vaccino in questione
IRAQ
13 ore
Papa Francesco tra le strade di una Mosul distrutta: «Una tempesta disumana»
«Qui a Mosul le tragiche conseguenze della guerra e delle ostilità sono fin troppo evidenti» ha detto il Pontefice
CINA
14 ore
Un inizio 2021 da urlo per l'export cinese: +60%
La crescita delle esportazioni, secondo le Dogane cinesi, è la più ampia da oltre due decenni
STATI UNITI
1 gior
Biden sul piano Covid: «Disperatamente necessario»
Così dopo l'approvazione da parte del Senato del maxi piano da 1900 miliardi di aiuti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile