Keystone
Maxim Znak.
BIELORUSSIA
09.09.20 - 09:550
Aggiornamento : 10:25

Un altro "rapimento" in Bielorussia, la tensione rimane alta

Maxim Znak sarebbe stato visto salire su un furgone, accompagnato da uomini mascherati

MINSK - Il caos politico, istituzionale e sociale in Bielorussia non sembra dare segni di placarsi.

Dopo la vicenda che ha coinvolto la leader dell'opposizione Maria Kolesnikova, prima scomparsa (rapita a seconda di una testimone), e in seguito arrestata mentre "tentava" di attraversare il confine per raggiungere l'Ucraina, la scena sembra ripetersi con l'attivista Maxim Znak.

Secondo un rappresentante del Consiglio di coordinamento dell'opposizione bielorussa, infatti, degli uomini mascherati in borghese hanno portato via l'uomo caricandolo su un furgone. «Maxim ha lasciato lo staff di Babariko (il candidato alla presidenza bielorusso, in seguito non registrato) insieme a uomini mascherati in borghese. Sono saliti su un furgone e se ne sono andati», ha detto il rappresentante.

In attesa di maggiori notizie sulla scomparsa di Znak, la tensione rimane alta, e il Presidente Lukashenko non sembra intenzionato a mollare: anche se ha ammesso di «forse essere stato al potere un po' troppo a lungo», ha anche detto che ora è lui l'unico che può tirare fuori la Bielorussia da questa situazione.

Tikhanovskaya denuncia i rapimenti - L'ex candidata alle presidenziali Svetlana Tikhanovskaya ha chiesto l'immediato rilascio degli attivisti bielorussi detenuti, tra cui il membro del Consiglio di coordinamento dell'opposizione Maxim Znak.

«Chiedo l'immediato rilascio di Maxim Znak, che è stato arrestato o, in realtà, rapito oggi. I metodi utilizzati dalle cosiddette autorità sono scandalosi. Chiedo anche che Sergei Dylevsky e Maria Kolesnikova siano rilasciati e che sia garantito il ritorno sicuro di Pavel Latushko e Olga Kovalkova nel Paese», ha detto Tikhanovskaya in una dichiarazione su Telegram.

«Lukashenko ha paura dei colloqui e sta cercando di paralizzare l'attività del Consiglio di coordinamento e di intimidire i suoi membri con tali azioni», ha detto. «Tuttavia, non c'è alternativa ai negoziati, e Lukashenko dovrà accettarlo», ha detto Tikhanovskaya, come riportato da Interfax.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 2 mesi fa su tio
vigliacchi: non hanno il coraggio di mostrare il volto.
seo56 2 mesi fa su tio
Sono due i responsabili: Lukashenko e il nanetto malefico
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
2 ore
Compra un involtino e ci trova dentro un dito umano
È successo in provincia di Ravenna, subito scattati gli accertamenti. Il prodotto era stato confezionato in Spagna
MONDO
3 ore
Tre giorni di camera ardente per rendere omaggio a una leggenda
La salma di Diego Armando Maradona verrà esposta nel palazzo presidenziale della Casa Rosada di Buenos Aires.
STATI UNITI
3 ore
Alla fine Trump ha graziato Michael Flynn, il prossimo sarà Bannon?
L'amnistia al suo ex-consigliere, condannato durante il Russiagate, potrebbe essere la prima di una lunga serie
FOTO
THAILANDIA
5 ore
Sembrava ketamina, ma non lo era
Colossale «incomprensione» delle autorità thailandesi, che avevano annunciato un sequestro da un miliardo di dollari
STATI UNITI
13 ore
Ecco perché il vaccino non fermerà subito la pandemia
Previene la malattia, ma non l'infezione. Ma per l'esperta, «quando si vedrà l'effetto, lo faranno anche i più scettici»
FOTO
GERMANIA
15 ore
Pirata della strada semina il caos nel Baden-Württemberg
Ha rubato veicoli e provocato svariati incidenti, 150 poliziotti sono entrati in azione
ARGENTINA
16 ore
Una vita tra grandi colpi e cadute: il ricordo di Maradona
Il "Pibe de Oro" è scomparso oggi a 60 anni a causa di una crisi cardiaca
ARGENTINA
18 ore
È morto Maradona
L'ex calciatore si è spento a causa di un arresto cardiorespiratorio.
ITALIA
18 ore
L'Italia e lo sci: «L'UE non può vietare proprio nulla»
In merito alle pressioni di Roma, la Commissione precisa: «Ogni Stato membro decide autonomamente».
GERMANIA
19 ore
Soldati condannati perché gay: la Germania cancella le loro "colpe"
«Sono stati ufficialmente sfavoriti fino al 2000». Dovrebbero essere riabilitati e ricevere un indennizzo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile