keystone
Il momento della firma dell'accordo
STATI UNITI
04.09.20 - 22:240

Serbia e Kosovo "sposati" da Trump

Firmato oggi un accordo storico a Washington, con la benedizione del presidente americano

WASHINGTON - L'accordo sulla normalizzazione delle relazioni economiche fra Serbia e Kosovo siglato oggi a Washington dal presidente serbo Aleksandar Vucic e dal premier kosovaro Avdullah Hoti con la mediazione degli Usa e alla presenza del presidente Donald Trump, è destinato a facilitare e intensificare gli scambi fra Belgrado e Pristina, creando le condizioni per la libera circolazione di merci, persone, servizi e capitali, per un maggiore sostegno al settore privato e la creazione di nuovi posti di lavoro. L'intesa contempla anche aspetti non economici.

Come hanno riferito i componenti della delegazione serba, gli Stati Uniti accorderanno un notevole aiuto finanziario e tecnico sia a Belgrado sia a Pristina. Con tale accordo, si allarga la zona cosiddetta della "mini-Schengen", con il Kosovo che aderisce all'intesa già raggiunta lo scorso anno da Serbia, Macedonia del Nord e Albania con l'obiettivo di abolire il più possibile ostacoli e barriere negli scambi economici e commerciali fra i vari Paesi dei Balcani. Cosa questa in grado di accrescere sensibilmente le potenzialità e la competitività dell'intera regione a fronte delle altre grandi realtà economiche.

Come ha detto il presidente Vucic, è stato deciso che riguardo alla disputa relativa alla sovranità sul lago Gazivode, situato in parte in Kosovo e in parte in Serbia, verrà fatto uno studio di fattibilità da ambo le parti, unitamente al Dipartimento dell'energia degli Usa, in base al quale saranno distribuite le risorse energetiche derivanti da tale lago, ritenuto economicamente strategico sia da Belgrado che da Pristina.

Saranno realizzati progetti infrastrutturali miranti a facilitare i trasporti e i collegamenti fra Serbia e Kosovo, in linea con gli accordi sul ripristino dei collegamenti aerei e ferroviari tra Belgrado e Pristina conclusi nei mesi scorsi, anche in quel caso con la mediazione degli Usa. A Belgrado sarà aperto un ufficio del Fondo di sviluppo americano, un segnale forte - ha detto Vucic - alle agenzie di rating e agli investitori, sia americani che europei, a puntare sulla Serbia e l'intera regione.

L'accordo prevede inoltre l'impegno delle due parti a difendere la libertà religiosa e gli edifici di culto. In Kosovo, che è a maggioranza di popolazione albanese e musulmana con una minoranza serba di circa il 5%, si trovano numerosi monasteri, chiese e altri edifici appartenenti alla Chiesa ortodossa serba, con Belgrado che lamenta una loro scarsa protezione da parte delle autorità di Pristina.

Le due parti inoltre si impegnano ad accelerare le ricerche e l'identificazione delle persone che risultano ancora scomparse per il conflitto armato degli anni 1998-1999, e a porre Hezbollah fra le organizzazioni terroristiche. Al tempo stesso Pristina e Belgrado accettano una moratoria di un anno nelle rispettive campagne internazionali - il Kosovo alla ricerca di sempre più adesioni alle organizzazioni internazionali, la Serbia per convincere il maggior numero di Paesi a revocare il sì all'indipendenza di Pristina.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
34 min
La raccolta firme digitale per i referendum sta cambiando l'Italia
Piace ai giovani ed è già un successo per cannabis e contro al Green Pass ma all'establishment piace assai poco
ISRAELE
11 ore
La zia di Eitan è in Israele: «Vogliamo riportarlo a casa al più presto»
La donna sarà anche un testimone chiave del procedimento aperto a Tel Aviv, in Italia incriminata una terza persona
FOTO
SPAGNA
13 ore
Così nasce un nuovo vulcano
Scosse, fumo e lapilli per il più giovane vulcano di Spagna. Per ora evacuata solo la popolazione a mobilità ridotta
FOTO
FRANCIA
14 ore
Sulla fune, sopra la Senna fino alla Tour Eiffel
L'impresa spettacolare del funambolo Nathan Paulin per 600 metri in equilibrio a 70 metri dal suolo
FOTO
STATI UNITI
14 ore
In California gli incendi inarrestabili ora minacciano anche le sequoie
In fiamme da agosto, le foreste californiane non sono mai state così martoriate: «È una cosa che ti spezza il cuore»
AUSTRALIA
19 ore
90 miliardi in sottomarini, Francia umiliata e Cina sul chi vive: ecco cos'è l'accordo Aukus
Gli ultimi strascichi di una crisi più strategica che economica e di cui di sicuro sentiremo ancora parlare
STATI UNITI
22 ore
Rientrati sulla Terra i primi 4 turisti SpaceX
L'ammaraggio è avvenuto questa notte al largo della Florida
AFGHANISTAN
1 gior
Bombe e morti, torna l'ombra dell'Isis sull'Afghanistan
Sono almeno tre gli ordigni esplosi a Jalalabad. Il ritorno dell'Isis dopo il ritiro degli Stati Uniti?
STATI UNITI
1 gior
Miliardario colpevole di omicidio (dopo vent'anni)
Nel 1982 aveva ucciso la prima moglie. E nel 2000 la donna che l'aveva aiutato a coprire le tracce
PAESI BASSI
1 gior
Cani nel mirino dei malviventi
Il fenomeno si riscontra nei Paesi Bassi, dove le autorità invitano i proprietari a tenere d'occhio i quadrupedi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile