Keystone
PAESI BASSI
26.08.20 - 23:080

Mladic respinge le accuse: «Io, bersaglio della Nato»

Al Tribunale dell'Aja è andato in scena il processo d'appello nei confronti dell'ex capo militare dei serbi di Bosnia.

In primo grado il 78enne era stato condannato all'ergastolo per il genocidio di Srebrenica, l'assedio di Sarajevo e altri crimini contro l'umanità

L'AJA - Al Tribunale dell'Aja si sono conclusi in serata i due giorni di udienze del processo di appello a carico di Ratko Mladic, l'ex capo militare dei serbi di Bosnia condannato nel 2017 in primo grado all'ergastolo per il genocidio di Srebrenica, l'assedio di Sarajevo e altri crimini di guerra e contro l'umanità commessi durante il conflitto armato in Bosnia del 1992-1995. Stando ai media serbi, la sentenza è attesa in un periodo tra sei mesi e un anno.

Dopo l'intervento ieri dei legali della difesa, che avevano definito sbagliata la sentenza di primo grado, chiedendo il rilascio di Mladic e sollecitando una verifica delle sue capacità di affrontare il processo a causa delle sue precarie condizioni di salute, oggi è stata la volta dei rappresentanti dell'accusa, che hanno confermato l'intero dispositivo di colpevolezza dell'ex generale, chiedendo peraltro che Mladic venga dichiarato colpevole anche per l'unico punto per il quale era stato assolto in primo grado (genocidio in altri sei Comuni bosniaci).

A Mladic, che ha 78 anni e che è da tempo in precarie condizioni di salute, è stato consentito d'intervenire per dieci minuti in chiusura di udienza. Senza mascherina protettiva, che indossava invece ieri in aula, ma isolato da una cortina di vetro, l'ex generale ha nuovamente respinto le accuse di genocidio a Srebrenica e degli altri crimini di guerra, sostenendo di non essere stato lui a scatenare la guerra, e di essere stato bersaglio della Nato, durante il conflitto e ancora oggi. Tutte le accuse a suo carico, ha detto, provengono dalla Nato.

«Sono vivo e vegeto e vivrò fino a quando esisterà il nostro popolo, queste accuse sono un buco nell'acqua», ha detto Mladic. A gestire il processo di appello a Ratko Mladic è il Meccanismo residuale internazionale per i tribunali criminali, l'organismo che ha preso il posto del Tribunale penale internazionale dell'Aja per i crimini nella ex Jugoslavia (Tpi), che ha cessato la sua attività.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
4 ore
Il coronavirus era già in mezzo mondo, prima di Wuhan
Un team cinese pensa che la prima trasmissione tra esseri umani possa aver avuto luogo nel subcontinente indiano
STATI UNITI
4 ore
Donald Trump si prepara alla prima intervista, Melania pensa a un libro
Il presidente degli USA dovrebbe parlare per la prima volta dopo la sua non rielezione domani (alle 16 ora svizzera).
ARGENTINA
5 ore
«Riesumate Maradona, voglio scoprire se è mio padre»
Il 19enne Santiago Lara è figlio di una modella morta anni fa in giovane età. «Non voglio soldi, solo la verità», dice.
FOTO
FRANCIA
7 ore
Disordini alla Marcia per le libertà
Manifestazione pacifica per quasi tutto il giorno, fino all'arrivo alla Bastiglia
ITALIA
10 ore
Alluvione in Sardegna, tre morti
L'area più flagellata dal maltempo è quella della provincia di Nuoro
FRANCIA / ITALIA
10 ore
Piste chiuse: proteste e timori di una mazzata economica
Centinaia di persone hanno manifestato a Gap, mentre una ricerca ipotizza una perdita di fatturato fino al 70% in Italia
FRANCIA
12 ore
Dopo un mese i negozi "non essenziali" sono stati riaperti
I commercianti dovranno rispettare un nuovo protocollo sanitario rafforzato
ITALIA
13 ore
Tredicesime più leggere a causa del Covid
Tre miliardi in meno nelle gratifiche natalizie degli italiani
ARGENTINA
14 ore
Selfie con il cadavere di Maradona, condotte varie perquisizioni
La procura penale di Buenos Aires ha aperto un fascicolo
AUSTRALIA
16 ore
Tre vittime di pedofilia citano in giudizio anche il Papa
Secondo il loro avvocato è un modo per mettere il Vaticano di fronte alle proprie responsabilità
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile