Keystone
LIBANO
05.08.20 - 15:000

L'appello del patriarca maronita: «Da solo il Libano non ce la fa, distruzione e desolazione ovunque»

Bechara Boutros Raï invoca l'aiuto del mondo. Il Paese è già piegato: «Vi abbiamo regalato l'alfabeto».

BKERKÉ - È un accorato appello quello che il patriarca della Chiesa maronita libanese lancia «alle nazioni sorelle e amiche, ai Paesi più grandi e alle Nazioni Unite» dopo la terribile esplosione che ha sconquassato la capitale libanese: «Mi rivolgo a voi ringraziandovi per l’aiuto immediato che darete al fine di salvare la città di Beirut», scrive il cardinale Bechara Boutros Raï in un comunicato odierno.

«Beirut, sposa dell’Oriente e faro dell’Occidente, è ferita, come un campo da combattimento senza la guerra», continua il religioso. «Distruzione e desolazione in tutte le sue strade, i suoi quartieri e le sue case. Centinaia di famiglie sono senza riparo», aggiunge. 

«Tutto ciò arriva in un momento in cui lo Stato è in una condizione di fallimento economico e finanziario che lo rende incapace di far fronte a questa catastrofe umana e urbana e anche il popolo libanese è in uno stato di povertà e indigenza - prosegue il comunicato -. La Chiesa, che ha messo in piedi una rete di soccorso su tutto il territorio libanese, è oggi confrontata a un nuovo grande dovere che è incapace, da sola, di assumersi». 

Alludendo all'alfabeto fenicio, il più antico a noi noto, Bechara Boutros Raï conclude: «Il Libano, che ha regalato l’alfabeto al mondo, merita il sostegno dei suoi fratelli e amici al fine di restaurare la sua capitale attraverso la fondazione immediata di una “Cassa sotto controllo Onu” per gestire gli aiuti». L’esplosione di un deposito contenente nitrato di ammonio al porto di Beirut ha provocato oltre 3 miliardi di dollari di danni in tutta la città e lasciato 300mila persone senza un tetto. 

Bechara Boutros Raï è il patriarca maronita di Antiochia e di tutto l’Oriente e risiede a Bkerké, in Libano. La Chiesa maronita è una chiesa cattolica orientale. Circa il 20% dei libanesi sono cristiani maroniti. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
STATI UNITI
13 min
«Sul quell'aereo ho trasportato diverse volte anche Bill Clinton»
Secondo giorno di processo per la vice di Epstein, alla sbarra il pilota della coppia: «Lei era chiaramente il numero 2»
AUSTRALIA
2 ore
In Parlamento, un dipendente su tre vittima di abusi sessuali
Il premier Scott Morrison ha commentato il rapporto: «Statistiche spaventose»
NORVEGIA
5 ore
A 10 anni dalla strage, Breivik continua a perseguitare i sopravvissuti
Anche le famiglie delle vittime continuano a ricevere lettere di minacce e di propaganda
ITALIA
7 ore
Long Covid, uno su due si sente sempre stanco
Uno studio evidenzia i sintomi più comuni per chi ha contratto il Covid: dolori, depressione e fatica a respirare
FOCUS
Cina
8 ore
Denuncia e poi scompare, il misterioso caso di Peng Shuai
La tennista, svanita dopo un'accusa di stupro alle alte sfere, è poi riapparsa. Ma i dubbi su quanto successo restano
STATI UNITI
10 ore
Omicron e vaccini: «calo sostanziale» dell'efficacia oppure no?
Il Ceo di Moderna Bancel prevede che la risposta sarà inferiore rispetto alla Delta. Più ottimismo, invece, da BioNTech
ISRAELE / ITALIA
1 gior
Respinto il ricorso del nonno: il piccolo Eitan rientra in Italia
La conferma della Corte Suprema israeliana: il piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone sarà presto in Italia
SUDAFRICA
1 gior
«Omicron? Sintomi più lievi, ma anziani e casi a rischio stiano attenti»
Le parole della dottoressa sudafricana che ha scoperto la nuova variante: «Preoccupati? No. Sul chi vive? Sì»
REGNO UNITO
1 gior
Bufera di neve: 60 persone bloccate per due giorni in un pub
Una bufera legata alla tempesta Arwen ha isolato completamente il Tan Hill Inn, impedendo ai presenti di tornare a casa
STATI UNITI
1 gior
Minorenni reclutate per Epstein? Ghislaine Maxwell a processo
La 59enne ex compagna di Epstein si è dichiarata non colpevole di tutti i capi d'accusa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile