Archivio Keystone
EGITTO
30.07.20 - 09:070

Due anni di prigione per dei video su TikTok

Il Tribunale del Cairo ha condannato sei giovani donne con l'accusa di aver violato i «valori familiari»

IL CAIRO - Due anni di carcere, più una multa di quasi 16'000 euro ciascuna: è questo il verdetto emesso all'inizio di questa settimana da un tribunale del Cairo nei confronti di due giovani donne egiziane per aver fatto dei video su TikTok. L'accusa: «violazione dei valori familiari».

Altre tre giovani donne sono state condannate l'altro ieri a due anni di carcere per lo stesso motivo, e infine, ieri un'altra donna è stata multata e condannata a tre anni di reclusione sempre per aver violato la «morale pubblica» con i propri video TikTok.

È il più recente episodio di una lunga guerra culturale che sta avendo luogo in Egitto, nella quale il comportamento delle donne (e l'utilizzo dei social media) è perennemente sotto la lente d'ingrandimento. Anche tre uomini, giudicati colpevoli di aver aiutato alcun delle donne a realizzare e pubblicare i video, hanno ricevuto la stessa sentenza. 

Le condanne di questa settimana sono state le prime relative a una serie di almeno nove arresti che hanno avuto luogo da aprile. Si tratta di giovani donne egiziane che sono diventate popolari su TikTok, la nota applicazione di video musicali.

Nelle loro sentenze, i giudici hanno accusato le imputate di aver pubblicato video di danza «indecenti», che violano i valori familiari, e che invitano alla «scostumatezza». Secondo la dichiarazione dell'accusa, i video delle giovani incoraggiano inoltre la tratta di esseri umani. 

Gli attivisti locali hanno definito la sentenza «oltraggiosa, un attacco alle libertà civili», ha spiegato Vanessa Ullrich, un'esperta di diritti umani di Amnesty International. «La sentenza mostra come le autorità egiziane usino accuse inventate e vaghe come «violazione dei valori familiari» e «incitamento alla scostumatezza» contro le donne che hanno il potenziale di influenzare altre ragazze, questo per controllare le piattaforme online e per rafforzare i sistemi sociali e legali patriarcali», ha detto Ullrich al portale tedesco DW.

Numerose persone in diverse parti del mondo hanno protestato online contro il verdetto, ed è stato lanciato un appello, sia in arabo che in inglese, sulla piattaforma di petizione Change.org. «Temiamo e ci preoccupiamo per questa repressione sistematica che si rivolge alle donne con un basso reddito», si legge nella petizione, «viene loro negato il diritto di disporre del proprio corpo, di vestirsi liberamente e di esprimersi».

I social media sono uno spazio molto contestato in Egitto, dove il Governo esercita uno stretto controllo su ciò che viene pubblicato. Numerosi egiziani sono infatti stati incarcerati per determinati post su Twitter e Facebook ritenuti critici nei confronti del governo, o del presidente Abdel Fattah el-Sisi, e almeno cinquecento siti web di notizie sono stati recentemente bloccati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
2 ore
Londra sott'acqua: «Non venite in ospedale»
Un acquazzone ha portato ad inondazioni e chiusure, colpite la metropolitana e anche due ospedali
VIDEO
ITALIA
5 ore
La Sardegna continua a bruciare. «Una ferita profonda inflitta alla nostra storia»
Da 60 ore gli incendi distruggono l'isola. Arrivati i Canadair da Francia e Grecia
GERMANIA
8 ore
Pronuncia la parola «n***o»: candidata cancelliera dei Verdi di nuovo nella bufera
Annalena Baerbock ha citato l'insulto in un'intervista in cui raccontava un episodio di razzismo: «Mi dispiace».
STATI UNITI
17 ore
Vaccinati senza mascherina, gli Usa ci stanno ripensando
Il CDC valuta la possibile retromarcia. Anthony Fauci: «La questione è oggetto di un attento esame».
FRANCIA
22 ore
Il cavallo alato che spia le nostre vite
Pegasus ha permesso d'intrufolarsi negli smartphone di migliaia di giornalisti, oppositori e politici. Ecco cos'è.
GERMANIA
1 gior
Contagi ancora su? Si studiano restrizioni per i non vaccinati
Per loro ci potrebbe essere uno stop a cinema, ristoranti ed eventi sportivi. «Il rischio è troppo alto»
ITALIA
1 gior
Quattro dosi di vaccino, ma niente Green Pass
La studentessa toscana vittima del clamoroso errore: «Sto attraversando un periodo di malessere fisico e psicologico».
STATI UNITI
1 gior
Serial killer muore in attesa di esecuzione
Negli anni, Rodney James Alcala avrebbe ucciso almeno 130 persone in tutti gli Stati Uniti.
FOTO
ITALIA
1 gior
È "guerra" contro il green pass anche in Italia
Dalle svastiche a «fermiamo il pass-schiavitù». Migliaia di persone protestano nelle piazze italiane
REGNO UNITO
1 gior
Boris Johnson punta ancora all'immunità di gregge?
Uno degli esperti del Sage lo accusa: «Vuole far contagiare più persone possibili entro l'inverno»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile