Archivio Keystone
EUROPA
26.07.20 - 21:150

Coronavirus: i Balcani tra i principali focolai d'Europa

Con oltre 1'000 casi accertati nelle ultime ventiquattro ore, nella regione il paese più colpito è la Romania

BELGRADO - La regione balcanica resta uno dei principali focolai in Europa per il contagio da coronavirus. Il paese più colpito è la Romania, dove anche oggi si sono registrati oltre mille casi di Covid-19, per l'esattezza 1'120, con 22 decessi. I totali sono ad oggi di 44'798 contagi e 2'187.

Si mantiene alta la curva dei contagi anche in Serbia, dove nelle ultime ventiquattro ore i nuovi casi sono stati 467, il numero più alto dall'inizio dell'epidemia. In totale i contagi salgono a 23'730. Vi sono stati altri otto decessi, il cui numero complessivo è ora di 534. Sono 169 i pazienti in terapia intensiva, in leggero calo rispetto a ieri.

In Macedonia del Nord i contagi sono stati da ieri 152, con il totale che ha superato i 10'000 casi (10'086). Non si sono registrati decessi, il cui numero è di 460. Anche in Bosnia-Erzegovina resta alto il numero dei contagi, 263 nelle ultime ventiquattro ore, in tutto 10'193, le vittime sono state in totale 278.

In Croazia i nuovi contagi sono stati 65, tre i decessi da ieri, che portano i totali a 4'857 e 136. Prosegue la nuova fase epidemica anche in Montenegro, paese che il mese scorso aveva già dichiarato la fine dell'epidemia dopo 28 giorni di zero contagi e zero decessi. Da ieri i nuovi casi sono stati 52, ma non vi sono stati decessi. I casi attivi sono attualmente 2'017. La Bulgaria ha fatto registrare 189 altri contagi nelle ventiquattro ore, in tutto 10'312, mentre un altro decesso ha portato il totale a 338.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile