KEYSTONE/AP (Mark Lennihan)
STATI UNITI
14.07.20 - 19:480
Aggiornamento : 20:58

Caso Weinstein: il giudice respinge l'accordo da 19 milioni

I legali delle accusatrici: «Simili termini e condizioni non vanno imposti a vittime di molestie».

WASHINGTON - Un giudice federale di New York ha respinto una proposta di accordo da 19 milioni di dollari per le vittime che hanno accusato l'ex produttore di Hollywood Harvey Weinstein di molestie e abusi sessuali. Lo ha riferito la Cnn citando l'avvocato di alcune di loro, che si era opposto all'intesa.

La proposta era legata a una causa civile intentata nel 2018 dalla procura. «Diciamo da un anno e mezzo che i termini e le condizioni dell'accordo sono ingiuste e non devono essere imposte alle sopravvissute di assalti sessuali», ha commentato Douglas H. Wigdor, legale di alcune accusatrici.

L'accordo, che secondo il New York Times ammonterebbe addirittura a 25 milioni di dollari, è stato respinto dal giudice Alvin Hellerstein perché ritenuto ingiusto. Il magistrato ha inoltre definito «odiosi» i milioni di dollari in parcelle legali che sarebbero state destinati a Weinstein e agli ex dirigenti della sua fallita compagnia di produzione.

L'intesa era stata controversa sin dall'inizio, in parte perché non richiedeva che l'ex re di Hollywood riconoscesse le sue responsabilità o pagasse direttamente le vittime, affidandosi invece alla copertura assicurativa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
11 ore
Omicron avanza, l'Europa trema
In Olanda 85 casi su due voli, scoperti contagi anche in Italia e Germania. Tornano le quarantene cautelative
LIVE
MONDO
LIVE
Omicron: in Svizzera scatta la quarantena all'ingresso
Le persone in arrivo da Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Egitto e Malawi devono isolarsi per dieci giorni
ITALIA
16 ore
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
20 ore
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
21 ore
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
22 ore
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
23 ore
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
1 gior
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile