Keystone
CINA
13.07.20 - 19:010
Aggiornamento : 22:44

Il coronavirus «è diffuso nell'ambiente anche dagli asintomatici»

Lo indica una ricerca realizzata all'Università cinese di Sichuan

CHENGDU - L'igiene ambientale è ancora più importante del previsto, soprattutto nei luoghi chiusi, perché anche gli asintomatici diffondono le particelle del virus Sars-Cov-2 sugli oggetti. Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista mSphere, della Società Americana di Microbiologia, e condotta dal gruppo dell'università cinese di Sichuan guidato da Zhiyong Zong.

I dati, scrivono i ricercatori, indicano che «dovrebbe essere data ancora più importanza alla rigorosa pulizia dell'ambiente». Lo studio è stato condotto in Cina, nell'ospedale di Chengdu, analizzando gli oggetti delle camere di 13 pazienti, di cui due asintomatici risultati positivi al virus e ricoverati in isolamento.

Tutte le persone considerate nella ricerca erano ricoverate in stanze per il biocontenimento, con una pressione lievemente più bassa rispetto ai locali adiacenti, in modo che la direzione di eventuali flussi d'aria fosse sempre dal corridoio alla stanza e mai viceversa. In ogni stanza i ricercatori hanno prelevato campioni di aria e dalle superfici toccate più frequentemente, come maniglie, interruttori, lavandino, pulsante di scarico del water, comodini, lenzuola e cuscini.

È emerso così che, mentre il virus risultava assente dai campioni di aria, erano invece positivi al virus Sars-Cov-2 44 campioni sui 112 raccolti dalle superfici (pari al 39,3%) erano positivi.

Tra questi ultimi c'erano quelli prelevati dalla stanza di una persona asintomatica e questo risultato, hanno osservato i ricercatori, indica che le persone asintomatiche «possono contaminare l'ambiente circostante e quindi far sì che le persone che hanno un contatto diretto con loro, come i loro familiari e gli operatori sanitari, siano esposte alla Sars-CoV-2».

I dati indicano inoltre che isolare degli asintomatici a casa può comportare rischi per i loro familiari, mentre il ricovero in ospedale potrebbe essere un'opzione migliore.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MIM 1 mese fa su tio
Nessuno ha mai nascosto che gli asintomatici abbiano il virus; e mai nessuno ha dimostrato che siano pericolosi. Quello che si sa è che non si ammalano e il virus che diffondono è molto blando e non pericoloso. Signori, per favore, se fossero pericolosi saremmo già tutti positivi! Possibile che non riusciate a vedere oltre la fobia?
pillola rossa 1 mese fa su tio
Professor Dr. Beda M. Stadler – emeritierter Professor für Immunologie und ehemaliger Direktor des Instituts für Immunologie an der Universität Bern. Dies ist keine Anklageschrift, aber eine schonungslose Bilanz. Ich könnte mich selber ohrfeigen, weil ich das Virus SARS-Cov-2 viel zu lange mit Panik im Nacken betrachtet habe. Ein wenig ärgere ich mich auch über viele meiner Immunologen-Kollegen, die bislang die Diskussion rund um Covid-19 den Virologen und Epidemiologen überlassen haben. Mir scheint, es wäre Zeit, einige der hauptsächlichen und komplett falschen Aussagen rund um dieses Virus in der Öffentlichkeit zu kritisieren. Erstens: Es war falsch, zu behaupten, das Virus sei neu. Zweitens: Noch falscher war es, zu behaupten, es bestünde in der Bevölkerung keine Immunität gegen dieses Virus. Drittens: Es war sozusagen die Krönung der Dummheit, zu behaupten, man könne die Krankheit Covid-19 symptomlos durchmachen oder andere gar ohne Symptome anstecken.
red 1 mese fa su tio
È stato inserito erroneamente perché si tratta, come indicato nella fonte, di una notizia ANSA da Roma. Grazie per la segnalazione.
Heinz 1 mese fa su tio
Cosa c'entra l'Italia del titolo con un articolo che parla di ricerche cinesi????
tip75 1 mese fa su tio
lo sappiamo già tutti da dicembre...nessuna novità
sedelin 1 mese fa su tio
ricerche, studi, ipotesi, indicazioni, controindicazioni, esperti vs esperti... il virus si fa beffe di tutto e di tutti perché ha capito che nessuno ha capito.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile