Immobili
Veicoli
Deposit
TURCHIA
10.07.20 - 15:350
Aggiornamento : 17:24

Santa Sofia può tornare a essere una moschea

Il tribunale competente ha annullato il decreto di Atatürk che convertiva il monumento in museo.

ISTANBUL - Il massimo tribunale amministrativo turco ha annullato il decreto del 24 novembre 1934 dell'allora presidente Mustafa Kemal Atatürk che trasformò Santa Sofia in un museo. La storica decisione del "Consiglio di Stato" apre la strada alla riconversione in moschea di uno dei monumenti simbolo d'Istanbul. 

Come riporta Hürriyet Daily News, la corte ha motivato la sua decisione con il fatto che, nel 1934, il governo turco non aveva il diritto di cambiare destinazione all'edificio. Allora, infatti, Santa Sofia era di proprietà della Fondazione Fatih Sultan Mehmet ed era registrata per essere utilizzata unicamente come una moschea.

La 10/ma sezione del massimo tribunale amministrativo di Ankara ha deciso all'unanimità. I giudici hanno accolto il ricorso presentato nel 2016 da un piccolo gruppo musulmano locale, l'Associazione per la protezione dei monumenti storici e dell'ambiente.

Santa Sofia era stata basilica cristiana per quasi un millennio e, poi, luogo di culto islamico per quasi cinque secoli dalla conquista ottomana di Costantinopoli avvenuta nel 1453.

Unesco «preoccupata» - Poche pore prima dell'annuncio l'Unesco si era detta «preoccupata» per un'eventuale modifica dello status attuale di museo di Santa Sofia. Potrebbe minacciare il «valore universale» del monumento simbolo di Istanbul, aveva commentato. «Ogni modifica» a un sito inserito nella lista del Patrimonio mondiale dell'umanità, comunque, «richiede una notifica in anticipo all'Unesco da parte dello Stato interessato e successivamente, se il caso lo richiede, un esame del Comitato del Patrimonio mondiale», aveva dichiarato l'organizzazione. 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA / UCRAINA
28 min
I Russi vogliono una Norimberga per i soldati dell'Azov
È la risposta di Mosca ai processi di Kiev contro i militari russi per crimini di guerra
CINA
4 ore
«In tanti non hanno notizie dei loro cari»
L'Alto Commissario dell'Onu per i diritti umani ha discusso della repressione delle minoranze
UCRAINA
LIVE
«Putin via dal Governo? No, hanno tutti paura di lui»
Zelensky non ritiene possibile un cambio di regime in Russia: «Si rinforzano l'un l'altro»
STATI UNITI
5 ore
Massacro di Uvalde: «Mio figlio aveva le sue ragioni»
La madre difende l'autore della strage in Texas. Quindi chiede che non venga giudicato.
ITALIA
9 ore
Salvini verso Mosca, malumori nel Governo
La partenza del leader leghista sarebbe prevista a giorni: «La pace va costruita, incontro per incontro»
GIAPPONE
10 ore
"L'imperatrice del terrore" torna libera: «Mi scuso»
La "Regina Rossa", Fusako Shigenobu, è stata oggi rilasciata
STATI UNITI
11 ore
Insegnanti armati? «Sì, niente è più pericoloso di un'area senz'armi»
Donald Trump scatenato ieri alla convention statunitense a favore delle armi
STATI UNITI
20 ore
Depp contro Heard, cala il sipario
Il processo più mediatizzato degli ultimi mesi si avvia alla conclusione
STATI UNITI
1 gior
«La polizia ha impedito alle squadre speciali di entrare»
Lo riferiscono due fonti informate al quotidiano New York Times
UCRAINA
1 gior
«Questa guerra è di natura genocida»
È la conclusione di 30 esperti internazionali di diritto, nel primo rapporto indipendente dall'inizio del conflitto
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile