Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STF (NEIL HALL)
È andato tutto sommato bene il primo weekend di riapertura dei pub nel Regno Unito.
REGNO UNITO
06.07.20 - 10:190

Gli ubriachi «non possono / non vogliono» mantenere le distanze sociali

Lo ha affermato il direttore della Federazione di polizia britannica dopo il primo weekend di riapertura dei pub

Nel complesso le autorità si ritengono soddisfatte di come sono andate le cose

LONDRA - Il primo weekend dopo la riapertura dei pub nel Regno Unito si è svolto senza incidenti di particolare rilievo nonostante il grandissimo afflusso di persone. Ma è «cristallino» che le persone, se ubriache, non siano in grado di rispettare il distanziamento sociale.

Lo afferma il direttore della Federazione di polizia britannica John Apter, che ha avuto a che fare in prima persona con «uomini nudi, ubriachi felici o arrabbiati, liti» e così via. Chi ha alzato troppo il gomito «non può / non vuole» mantenere le distanze con le altre persone.

I ministri del governo Johnson hanno invitato alla prudenza e la stessa polizia si è complimentata con la maggioranza degli avventori di bar e locali, per aver trascorso le serate in maniera tutto sommato responsabile. «La stragrande maggioranza delle persone, credo, sta facendo la cosa giusta» ha dichiarato il segretario di Stato alla Salute Matt Hancock.

La Polizia metropolitana di Londra ha dichiarato che sabato non ci sono stati «problemi particolari» mentre in altre zone sono arrivate centinaia se non migliaia di chiamate ai centralini, molte delle quali legate al consumo di alcolici. La polizia del Devon e della Cornovaglia, si legge sulla Bbc, è stata contattata oltre 1000 volte.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
6 ore
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
14 ore
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
16 ore
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
19 ore
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
22 ore
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
1 gior
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
TAGIKISTAN
1 gior
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
1 gior
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
1 gior
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile