Immobili
Veicoli
Keystone
STATI UNITI
28.06.20 - 14:520

Via l'emblema confederato dalla bandiera del Mississippi

L'ondata di proteste per la morte di George Floyd ha convinto le autorità dello Stato del Sud a compiere questo passo.

Il Mississippi era l'ultimo Stato americano a presentare l'emblema utilizzato dagli schiavisti durante la guerra civile.

JACKSON - Lo Stato del Mississippi, nel profondo sud degli Stati Uniti, si avvia a compiere un passo significativo: la rimozione dell'emblema confederato dalla sua bandiera. I deputati del congresso locale, guidato dai repubblicani, hanno votato per iniziare questo processo.

Il Mississippi è l'ultimo Stato americano ad avere l'emblema confederato sulla sua bandiera, utilizzato dagli Stati schiavisti che persero la guerra civile. Per questo motivo è visto da molti come un simbolo razzista. E la recente ondata di proteste per la morte di George Floyd, spiega la Bbc, hanno riacceso il dibattito sul suo utilizzo.

Il voto sulla rimozione dell'emblema è passato in entrambe le camere. Ora può essere formalmente introdotto un disegno di legge per cambiare la bandiera. Se il disegno di legge verrà approvato, una commissione progetterà una nuova bandiera, da votare a novembre.

Non dovrebbero esserci ostacoli, anche perché il governatore repubblicano Tate Reeves ha detto che avrebbe firmato la legge se fosse stata approvata in congresso.

«La discussione sulla bandiera del 1894 è diventata divisiva quanto la bandiera stessa, ed è ora di finirla», ha scritto su Twitter, aggiungendo: «Non dobbiamo illuderci che un voto in Campidoglio basti, il compito che abbiamo di fronte è riunire lo Stato». La deputata democratica afroamericana Barbara Blackmon ha commentato: «Non avrei mai pensato di vedere la bandiera cadere durante la mia vita».

Nelle ultime settimane, sull'onda delle proteste anti-razziste, diverse statue dedicate a figure storiche controverse, in genere di schiavisti, sono state demolite o rimosse negli Stati Uniti e in altri paesi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
OCP 1 anno fa su tio
Non è stato pubblicato il mio commento dove in pratica dicevo che gli USA sono nati dall'usurpazione delle terre appartenenti ai nativi americani che sono stati brutalmente sterminati e confinati nelle riserve... ma il problema è SOLO un vecchio stemma confederato che fa vergognare. Come sempre si vede il razzismo e il marcio solo dove conviene. Comunque ha ragione Wunder-Baum... la storia passata non si può cancellare ed anzi, cancellare tutto quello che la ricorda penso sia un male. Molto meglio invece ricordarla e soprattutto... IMPARARE.
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Non si può cancellare la storia passata togliendo semplicemente una bandiera è pura utopia. La storia passata è la storia e da essa bisogna imparare ed evitare gli errori
Tato50 1 anno fa su tio
@Wunder-Baum Altrimenti, senza nominarle, altre Nazioni non dovrebbero nemmeno averla la bandiera. Al limite quella scura (non posso dire il colore) con un teschio, se si vuol tornare indietro anche di solo qualche decennio ;-(
seo56 1 anno fa su tio
Altra calata di braghe! Vergognoso...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MONDO
6 ore
Vaiolo delle scimmie: i casi sono una novantina in 14 nazioni
L'insolita diffusione del virus, noto da tempo, ha allertato le autorità e l'Oms che monitora la situazione
BELGIO / SPAGNA
8 ore
Il festival fetish, la sauna e il Pride: alla ricerca delle origini del vaiolo delle scimmie
Autorità sanitarie al lavoro per ricostruire la catena dei contagi
STATI UNITI
10 ore
Dopo Buffalo, c'è paura tra la popolazione afroamericana
Secondo un sondaggio, 3 persone su 4 temono di essere attaccati. O che possa esserlo qualcuno a loro vicino
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
LIVE
«Per l'Ucraina nell'Ue serviranno 15-20 anni»
Il sindaco di Enerhoidar nominato dai russi è rimasto ferito in seguito a un'esplosione, è in gravi condizioni.
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
19 ore
«La guerra finirà definitivamente solo attraverso la diplomazia»
Mosca valuta di scambiare i combattenti del battaglione Azov con l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk.
TURCHIA / FINLANDIA / SVEZIA
22 ore
Telefoni bollenti tra Ankara, Helsinki e Stoccolma
Erdogan chiede alla Svezia di non sostenere organizzazioni terroristiche, Niinisto ribadisce la sua condanna
FOTO
MONDO
1 gior
Facciamo il punto sul vaiolo delle scimmie
Il virus di cui si sta parlando tantissimo sotto la lente per capire che no, non è il nuovo Covid
COREE / STATI UNITI
1 gior
«Abbiamo offerto vaccini a Pyongyang. Non ci hanno risposto»
Il presidente statunitense ne ha parlato durante il suo viaggio a Seul, in Corea del Sud
LE FOTO
UCRAINA
1 gior
«C'erano lampi ovunque, fumo, le finestre sono andate distrutte»
Una madre ucraina con tre figli ha raccontato il momento in cui la loro casa è stata raggiunta dai missili
STATI UNITI
1 gior
Trump, multa a 5 zeri per aver ostacolato un'indagine
L'ex presidente statunitense si era rifiutato di fornire documenti contabili e fiscali sulla Trump Organization
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile