keystone-sda.ch (CIRO FUSCO)
Una delle zone isolate a Mondragone, cittadina della Campania in cui è stato rilevato un nuovo focolaio del virus.
ITALIA
27.06.20 - 20:100

Una seconda ondata come la Spagnola? «Non siamo nel 1918»

Il primario Massimo Galli si dice scettico su un ritorno feroce in autunno. La guardia però deve restare alta

MILANO - Con la diffusione del coronavirus prosegue anche il botta e risposta tra esperti, divisi nei propri punti di vista su un’eventuale seconda ondata, come nel caso di Ranieri Guerra dell’Oms e Massimo Galli, primario dell’ospedale Sacco di Milano.

A livello globale la pandemia sta accelerando. I casi confermati a livello globale raggiungeranno la quota di dieci milioni nelle prossime ore. Di questi, oltre 194mila sono stati registrati nella sola giornata di ieri. Un primato dall’inizio dell’emergenza, alimentato soprattutto da Stati Uniti, America Latina e Medio Oriente.

«Si riprese ferocemente dopo l'estate» - Che la pandemia non sia conclusa è un dato di fatto. E proprio ieri il direttore aggiunto dell’Oms aveva lanciato un appello a mantenere alta la guardia, evidenziando un andamento della situazione speculare a quello di oltre un secolo fa. «Andò giù in estate per riprendersi ferocemente a settembre e ottobre, facendo 50 milioni di morti», ha detto in diretta su Rai3. «Tutte le precauzioni che stiamo prendendo - ha concluso - hanno l’obiettivo di circoscrivere la circolazione del virus quando questa riprenderà».

«Non siamo nel 1918» - Di avviso differente è il professor Massimo Galli, che ha espresso alcune ore dopo a "Otto e Mezzo" su La7 il proprio scetticismo in merito a una possibile ripresa autunnale della pandemia. «Il virus si sta rendendo capace di serpeggiare dall'emisfero settentrionale a quello meridionale e viceversa, questo potrebbe essere il motivo della ripresa autunnale ma non necessariamente con una seconda ondata e con le conseguenze della Spagnola, non siamo più nel 1918».

E per quanto riguarda i nuovi focolai rilevati in Italia? «Mi auguro - ha detto Galli - che sia espressione della capacità affinata di fare interventi a livello territoriale e accorgersi di fenomeni come questi prima che sia troppo tardi. Alcuni di questi fenomeni hanno connotazioni preoccupanti e ci dicono che la storia non è finita».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Heinz 1 anno fa su tio
Effettivamente oggi siamo come 1918 tutti ammucchiati in una trincea, malnutriti, pieni di feriti in battaglia e curati alla buona in ospedali da campo. Nel 1918 le frontiere erano veramente chiuse dal peggior conflitto europeo, ma non servì a nulla a quanto pare!!!
Maxy70 1 anno fa su tio
Nel 1918 l'umanità usciva stremata dal primo conflitto mondiale, la situazione in ambito sanità, assistenza, igiene e nutrizione non é paragonabile con quella odierna, quantomeno nei paesi occidentali.
miba 1 anno fa su tio
Gli scienziati non sapevano che arrivava il covid19, non si sono accorti che sta scomparendo ma prevedono ondate..... Forza con il lavaggio del cervello!
spank77 1 anno fa su tio
Alla fine testare tutti non sarebbe una così cattiva idea...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
Italia
4 ore
Proteste contro il fascismo, «è un attacco alla dignità di tutto il Paese»
Centro-sinistra e sindacati chiedono che venga rivista la Costituzione italiana con nuove riforme
Regno Unito
5 ore
Accoltellamento David Amess, «è terrorismo»
L'uomo arrestato figurava tra le persone ritenute a rischio radicalizzazione
STATI UNITI
11 ore
No, l'ivermectina non cura il Covid. Ecco il perché
L'Infectious Diseases Society of America ha pubblicato un'infografica per far chiarezza. E il verdetto non lascia dubbi
GERMANIA
22 ore
Non sei vaccinato? Non fai la spesa
In Assia ogni rivenditore potrà scegliere se far rispettare la regola del 2G o del 3G
REGNO UNITO
1 gior
«Sono scioccato, era un amico e un uomo gentile»
Il premier ha commentato l'aggressione che ha portato alla morte del suo collega di partito Amess
REGNO UNITO
1 gior
Essex, deputato accoltellato a morte da uno sconosciuto
David Amess, 69 anni, è stato colpito più volte dal suo aggressore. La polizia ha già arrestato un 25enne
LE FOTO
ITALIA
1 gior
«No Green Pass!», «Libertà!», in seimila a protestare al porto di Trieste
Nonostante i disagi, per il momento le operazioni portuali proseguono, ha confermato il Presidente della regione
AFGHANISTAN
1 gior
Tre esplosioni in moschea, un'altra strage di sciiti
Un altro massacro tra i fedeli sciiti: la preghiera del venerdì è ormai nel mirino dei terroristi
STATI UNITI
1 gior
Uccise un'amica nel 2000, condanna a vita per il milionario Robert Durst
Vent'anni dopo il delitto, l'ormai 78enne è stato condannato al carcere a vita
KENYA
1 gior
Uccisione dell'atleta Agnes Tirop, arrestato il marito
L'uomo, unico sospettato dell'omicidio, stava tentando di lasciare il Paese. È stato arrestato a Mombasa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile