KEYSTONE
ITALIA
24.06.20 - 20:000

Gallera: «Il privato ha aperto le stanze lussuose a pazienti ordinari»

La replica del consigliere Pd Scandella: «Quei letti sono stati pagati dal Sistema sanitario, non regalati»

MILANO - «Gli ospedali sono stati sommersi da pazienti Covid e il privato ha aperto le sale di terapie intensive e le loro stanze lussuose a pazienti ordinari che venivano trasferiti dal pubblico», nel pieno dell'emergenza coronavirus.

Sono le parole che l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera avrebbe pronunciato nel corso dell'online talk, organizzato da Rcs Academy, “La nuova sanità: investimenti, spesa sanitaria e contributo alla Digital Health”. Lo riferisce The Post Internazionale. Gallera ha anche affermato che «il sistema lombardo è un sistema unico e di grande eccellenza: ha messo pubblico e privato in un sistema di competizione e collaborazione. Vogliamo continuare su questa strada perché nella fase dell’epidemia il privato si è messo immediatamente a disposizione e con una grandissima capacità: è una grande forza perché il privato stimola il pubblico e questo ci rende più forti e attrattivi».

Una delle prime reazioni alle parole di Gallera è stata del consigliere lombardo del Partito Democratico Jacopo Scandella. «Quei letti sono stati pagati dal Sistema sanitario, non regalati. Che il privato abbia un tetto massimo di spesa ma nessun vincolo o programmazione regionale sul tipo di prestazioni da erogare – più o meno remunerative, più o meno utili al territorio – è la prima cosa da cambiare. Che poi pochi abbiano stanze lussuose e troppi liste d’attesa infinite, è la seconda».

L'assessore Gallera ringrazia gli ospedali privati perché "hanno aperto le loro terapie intensive e le loro stanze...

Pubblicato da Jacopo Scandella su Mercoledì 24 giugno 2020
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile