Archivio Depositphotos
GIAPPONE
24.06.20 - 22:300

Viaggia 500 km con un taxi e si rifiuta di pagare

Dopo oltre cinque ore di viaggio, l'autista del taxi si è sentito dire: «Non ho soldi»

TOKYO - La polizia della prefettura di Shiga, in Giappone, ha arrestato lunedì una ragazza che si è rifiutata di pagare il taxi dopo aver percorso quasi 500 chilometri. Lo ha riferito il quotidiano Yomiuri Shimbun.

Era domenica sera, quando la diciottenne è salita a bordo di un taxi alla stazione dei treni di Tokyo, chiedendo all'autista di accompagnarla fino alla stazione JR Kusatsu, nella prefettura di Shiga.

Dopo un viaggio di ben cinque ore e mezza, ovvero verso l'una e mezza di notte di lunedì, il taxi è finalmente arrivato a destinazione. Però, al momento del pagamento, la giovane donna ha detto al tassista di non avere alcun denaro a disposizione.

A quel punto, l'uomo ha chiamato la polizia. Gli agenti, arrivati sul luogo, hanno trovato la ragazza in possesso di circa 1'000 yen in contanti, (l'equivalente di 10 franchi). Il costo del viaggio si aggirava invece sui 160'000 yen (circa 1'400 franchi). La giovane, residente a Sagae nella prefettura di Yamagata, è stata quindi fermata dalla polizia, che sta cercando di capire cosa l'abbia portata a questa decisione.

Secondo il Tokyo Reporter, la vicenda non è comunque da guinness dei primati. Anzi, per quanto lungo, questo viaggio non è molto vicino al record: nel 2016, un uomo non ha pagato il suo autista dopo aver percorso circa 850 chilometri tra Yokohama e Matsuyama. Il prezzo per un viaggio di questo tipo ammontava a circa 270'000 yen.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Trasp 1 anno fa su tio
No comment
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Regno Unito
2 ore
Avevano torturato un bimbo fino alla morte, condannati
Arthur Labinjo-Hughes aveva solo sei anni. Il padre con la fidanzata gli hanno fatto subire «crudeli abusi»
GERMANIA
4 ore
Il picco delle terapie intensive è previsto per Natale
«Non si può perdere tempo, non bisogna perdere neppure un giorno» secondo il presidente del Robert Koch Institut
SUDAFRICA
6 ore
La quarta ondata si muove più velocemente delle precedenti
L'incidenza dei ricoveri dei bambini sotto i cinque anni di età è inferiore solamente a quella degli over 60
STATI UNITI
9 ore
Nove colpi di pistola ad un disabile, licenziato un agente di polizia
Il 61enne in sedia a rotelle brandiva un coltello, e si stava recando in un centro commerciale
Francia
11 ore
Si candida come presidente: YouTube lo oscura e i media lo denunciano
Il saggista di estrema destra ha violato i diritti di autore e d'immagine. In totale potrebbe dover pagare 400'000 euro
MONDO
12 ore
«Omicron aveva già fatto il giro del mondo»
La virologa dell'università di Berna Hodcroft: «Le restrizioni servono solo a prendere tempo»
SVIZZERA / MONDO
14 ore
Quegli svizzeri con le piantagioni "problematiche"
Public Eye denuncia la situazione gestita dagli uffici di Ginevra e Zugo, e punta il dito contro la politica svizzera.
STATI UNITI
14 ore
Jack Dorsey, tutti i volti del più atipico dei miliardari hi-tech
Un po' donnaiolo, un po' santone il co-fondatore di Twitter ha confermato il suo addio all'azienda. Vi raccontiamo chi è
AUSTRIA
1 gior
Il cancelliere austriaco vuole già dimettersi
Alexander Schallenberg si è detto pronto a lasciare l'incarico, appena due mesi dopo il predecessore Kurz
VIDEO
Stati Uniti
1 gior
Uomo armato davanti alla sede delle Nazioni Unite. Minaccia di suicidarsi
Il Palazzo di vetro è stato blindato. La polizia è sul posto. Accorsi anche gli artificieri: c'è una borsa sospetta
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile