Keystone
La moglie di Rayshard Brooks, Tomika Miller, con in braccio la figlia Memory, 2 anni
STATI UNITI
15.06.20 - 19:560

«Quante proteste ci vorranno ancora per fermare la polizia violenta?»

A chiederselo è la famiglia di Rayshard Brooks, ucciso con due colpi di pistola alla schiena durante un fermo.

ATLANTA - «Basta, siamo stanchi! Quante proteste ci vorranno ancora per fermare la polizia violenta e per far sì che la prossima vittima non sia vostro cugino, vostro fratello, vostro zio, vostro nipote, il vostro amico o il vostro compagno?». Il grido di dolore della famiglia di Rayshard Brooks, il 27enne afroamericano ucciso da due agenti ad Atlanta, è affidato alle parole della nipote della vittima, Tiara, mentre per le strade della città in migliaia continuano incessantemente a manifestare e a chiedere giustizia per quello che viene considerato a tutti gli effetti un omicidio.

Lo afferma con forza Stacey Abrams, probabile candidata vicepresidente di Joe Biden, la pasionaria che è arrivata a un soffio dal diventare la prima governatrice donna e afroamericana della Georgia. E i risultati dell'autopsia sul corpo di Brooks sembrano rafforzare la tesi dell'omicidio, sposata dai legali della famiglia della vittima: fatali per Rayshard sono stati due colpi di pistola sparati alla schiena, mentre fuggiva. A freddarlo alle spalle sarebbe stato uno degli agenti che lo avevano fermato. Due pallottole che hanno compromesso organi vitali e causato una violenta emorragia. «Un comportamento senza alcuna giustificazione verso una persona che non rappresentava alcuna minaccia», spiegano gli avvocati dei familiari.

Intanto la moglie di Rayshard, Tomika Miller, con in braccio la figlia piange in diretta tv e chiede l'arresto immediato degli agenti coinvolti, ancora a piede libero nonostante il poliziotto che ha sparato sia stato licenziato in tronco e la capa della polizia di Atlanta si sia dimessa. La decisione sugli eventuali capi di accusa dei due agenti è attesa nei prossimi giorni, ha spiegato il procuratore distrettuale della contea di Fulton, Paul Howard, sottolineando come dalle immagini emerga che «Brooks non sembra rappresentare una minaccia per nessuno». E il fatto che l'intervento degli agenti sia il risultato di un'escalation nei toni, ha aggiunto, «è irragionevole».

Intanto altre morti sospette vengono alla luce in varie parti del Paese. A Los Angeles un ragazzo afroamericano di 24 anni è stato trovato impiccato ad un albero e si indaga per appurare se sia trattato di suicidio o omicidio. A New York, nel Bronx, un altro afroamericano è stato trovato carbonizzato con le mani legate: anche qui si indaga per verificare se si tratti di un omicidio a sfondo razziale.

Nel frattempo non solo ad Atlanta, ma in tutta America, si continua a protestare, giorno e notte. Le ultime imponenti manifestazioni a San Francisco, dove il Bay Bridge è stato bloccato da migliaia di persone, e a Washington, dove altre migliaia di persone hanno portato la protesta ancora una volta davanti alla Casa Bianca, contestando il presidente Donald Trump di ritorno dalla sua residenza in New Jersey dove aveva festeggiato il suo compleanno. Strade invase anche a New York e Los Angeles.

Il tycoon appare sempre più assediato dall'ondata di proteste, a cui continua a contrapporre il suo 'law and order' ossessivamente ripetuto su Twitter. Mentre il nuovo picco di contagi da coronavirus in almeno 18 Stati Usa mette fortemente in discussione la ripresa dalla sua campagna elettorale.

Forti le pressioni delle autorità sanitarie perché cancelli o rinvii il comizio di Tulsa, in Oklahoma, fissato per il 20 giugno: troppo pericoloso. La risposta del tycoon, per ora, sempre su Twitter: "Quasi un milione di persone ha chiesto il biglietto per il comizio di sabato sera a Tulsa, in Oklahoma!". Non sembra demordere dunque, mentre la Fda (Food and Drug Administration) ha ritirato l'autorizzazione all'uso di due controversi farmaci contro il coronavirus promossi dal presidente, l'idrossiclorochina e la clorochina: non hanno superato i recenti test clinici e i medici.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
LIBANO
2 ore
Un anno dopo l’esplosione, Beirut continua a sanguinare
Il disastro del porto, avvenuto alle 18.08 del 4 agosto 2020, ha esasperato la situazione già critica del Paese.
GERMANIA
11 ore
Berlino verso lo stop ai test rapidi gratuiti entro metà ottobre
Lo suggerisce il Ministero della sanità. Rimarranno gratis per chi non può farsi vaccinare, donne incinte e minorenni.
STATI UNITI
14 ore
«Cuomo ha molestato diverse donne»
Lo ha annunciato oggi la procuratrice generale di New York Letitia James, chiudendo le indagini
FOTO
STATI UNITI
14 ore
Una maxi-causa per molestie nella mecca dei videogiochi
Activision Blizzard trema, perde pezzi (e un presidente) in seguito alle accuse di abusi sistematici alle dipendenti
STATI UNITI
16 ore
Centinaia di cervi con gli anticorpi contro il Covid
I risultati di uno studio mostrano che molti cervi, in natura, potrebbero aver contratto il virus
STATI UNITI
19 ore
Accuse di molestie, Cuomo interrogato per 11 ore
Il Governatore di New York ha affrontato un lunghissimo interrogatorio a margine delle accuse di molestie
UCRAINA
22 ore
Trovato morto un attivista bielorusso
Vitaly Shishov è stato rinvenuto impiccato in un parco di Kiev, ma la polizia indaga per omicidio.
HAITI
23 ore
«Qualcuno ha dato l'ordine al telefono»
La notte dell'omicidio del presidente Jovenel Moïse, ucciso il 7 luglio scorso, raccontata dalla moglie.
STATI UNITI
1 gior
Milioni di dollari vinti alla lotteria del vaccino. Ne è valsa la pena?
I funzionari del Maryland l'hanno definita «un successo», e ne hanno lanciata un'altra
GRECIA
1 gior
Gli ospiti a cena «si facevano luce con le torce dei cellulari»
I disagi a Rodi hanno colpito anche la rete elettrica, il racconto di alcuni turisti svizzeri
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile