Keystone
POLONIA
14.06.20 - 12:330

Le truppe polacche invadono la Repubblica Ceca per sbaglio

La breve occupazione polacca di un territorio ceco è stata solamente un errore

PELHRIMOVY - Un'invasione militare polacca nel territorio ceco. A prima vista, sembrerebbe un fatto preoccupante e una dichiarazione di ostilità, ma in realtà, a quanto pare, le truppe polacche non sapevano di trovarsi in Repubblica Ceca.

Lo ha riportato il portale NPR, sulla base di quanto riferito dai media locali. Un portavoce del Ministero degli Esteri ceco ha confermato alla NPR, nel weekend, che «i soldati polacchi hanno erroneamente impedito ad alcuni cittadini di entrare in una chiesa in territorio ceco, in prossimità del confine con la Polonia».

I funzionari cechi hanno dichiarato che l'incidente è avvenuto a fine maggio nei pressi di un piccolo villaggio noto come Pelhřimovy, nell'est della Repubblica Ceca. Hanno inoltre spiegato che i loro diplomatici hanno immediatamente avvisato i loro omologhi polacchi, e che i soldati non sono più presenti sul luogo, di nuovo libero da visitare a piacimento.

Anche il Ministro degli Esteri polacco ha confermato l'incidente, contraddicendo però l'affermazione che era stato ufficialmente notificato. Né il ministero né l'ambasciata polacca a Praga ne sono stati formalmente informati, ha dichiarato un portavoce alla NPR.

«Nello spirito delle buone relazioni tra Polonia e Repubblica Ceca, crediamo che si sia trattato solo di un piccolo malinteso che è stato rapidamente chiarito», ha dichiarato l'ufficio stampa del Ministero in una dichiarazione. Secondo le ultime indiscrezioni pubblicate dai media locali, i soldati hanno infatti semplicemente stabilito la loro postazione nel posto sbagliato.

Il portavoce del Ministero degli Esteri ceco, Zuzana Štíchová, ha confermato che non ci sono rancori per il piccolo disguido: «Le nostre controparti polacche ci hanno assicurato in via ufficiosa che questo incidente è stato solo un malinteso causato dall'esercito polacco, senza alcuna intenzione ostile».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Annadimelide Annadimelide 4 mesi fa su fb
Tim Cuche 4 mesi fa su fb
Diego Malinconico😂
Diego Malinconico 4 mesi fa su fb
Tim Cuche gia capitato anche a noi ahahahaha
Tim Cuche 4 mesi fa su fb
Diego Malinconico sisi appunto ahah
Claudia Tettamanti 4 mesi fa su fb
Enrico Manetti 4 mesi fa su fb
L'Italia ha conquistato la Svizzera...con L' IGNAZIO....😁😁😁
Cristina Decarli 4 mesi fa su fb
Le volte che la Svizzera ha invaso il Liechtenstein 🤣
Giancarlo Schraner 4 mesi fa su fb
Cristina Decarli hai voglia, è capitato a noi, non solo li, ma anche sul confine con l'Austria.
Cristina Decarli 4 mesi fa su fb
Giancarlo Schraner mi pare che era capitato di notte una volta 😄
Giancarlo Schraner 4 mesi fa su fb
Cristina Decarli si, effettivamente, a quell'epoca non esistevano i GPS
Eddie Mombelli 4 mesi fa su fb
....ooooh le volte che abbiamo invaso il Lichtenstein senza volerlo!!!😅😅🤣🤣🤣
Livio Alpe 4 mesi fa su fb
Cosa volete che sia? Quante volte il solerte poliziotto Huber ha sconfinato a Bizzarone per sbaglio, mentre pattugliava il confine elvetico?
Laura Delmarco 4 mesi fa su fb
?
Mioara Itu 4 mesi fa su fb
Alessandro Vanni 4 mesi fa su fb
Domenico Monea Davide Para
Davide Para 4 mesi fa su fb
Alessandro Vanni Ahahaha ma che cosa ho letto??
Domenico Monea 4 mesi fa su fb
Attendiamo il mezzo ceco ad invadere la Polonia per rappresaglia.
Miftah Said 4 mesi fa su fb
Ignazio Quartu 😂😂😂
Ignazio Quartu 4 mesi fa su fb
Miftah Said 😂😂😂✌️
Giancarlo Schraner 4 mesi fa su fb
Quante volte è successo che il soldato svizzero si addormentasse sul treno e fosse svegliato a Como, con il fucile e tutto il resto? Invasione pure quello. Hahahahaha 🤣🤣
Lorenzo Negretti 4 mesi fa su fb
Giancarlo Schraner anni fa un drappello di soldati svizzeri passarono per errore dalla stazione di Domodossola;furono disarmati e riaccompagnati al confine dalla PS...capita...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
BRASILE
14 min
Il volontario deceduto del vaccino Oxford-Astrazeneca aveva il Covid-19
All'uomo, un medico di 28 anni, era stato somministrato il placebo
CINA
1 ora
Huawei lancia le Petal Maps, l'alternativa alle mappe di Google
Supportate le indicazioni in 79 lingue. Le notifiche vocali sono disponibili anche in italiano, francese e tedesco
BELGIO
3 ore
Preoccupazioni da Liegi, «la Lombardia della seconda ondata»
L'allarme è lanciato da un dottore del reparto di terapia intensiva di un ospedale locale
ITALIA
5 ore
Organizzano la partitella di soppiatto, ma alla fine i carabinieri li pizzicano
E scatta la multona. È successo in quel di Castellanza (VA) a un gruppetto che proprio non ce la facevano a non giocare
FRANCIA
6 ore
L'assassino di Samuel Paty era in contatto con la Jihad
Il 18enne sarebbe stato in contatto diretto con un terrorista, forse suo connazionale, di stanza in Siria
STATI UNITI
6 ore
Con Facebook Dating, Zuckerberg sfida Tinder
L'app di appuntamenti sbarca in 32 paesi dopo una lunga fase di test, riuscirà a convincere?
STATI UNITI
8 ore
«Incapace», «bugiardo», «pazzo»: Obama scatenato contro Trump
L'ex Presidente degli USA, Barack Obama, ha attaccato duramente l'attuale Presidente Donald Trump
STATI UNITI
9 ore
Trump sta pensando di silurare il capo dell'FBI
Secondo l'attuale presidente, Christopher Wray avrebbe dovuto mettere sotto inchiesta i Biden
MONDO
11 ore
Il volo più lungo al mondo è "guarito" dal Covid
E con il cambiamento di aeroporto negli Stati Uniti, sarà anche un poco più lungo di prima
ITALIA
19 ore
È finito in manette il gruppo di giovani che violentò le turiste minorenni nel Materano
Erano in otto e per trovarli tutti quanti gli inquirenti hanno dovuto ingegnarsi. La loro arma, un gin tonic “corretto”
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile