Immobili
Veicoli
Instagram
MONDO
02.06.20 - 19:300

Avete visto le foto nere? È il #BlackoutTuesday

La protesta per la morte di George Floyd si è trasferita anche sui social. E migliaia di personalità hanno aderito

NEW YORK - Post, immagini del profilo e stories completamente nere. È la silenziosa protesta del #BlackoutTuesday, che ha "oscurato" oggi i social network in tutto il mondo, in segno di solidarietà e adesione verso la contestazione portata avanti in questi giorni dal movimento Black Lives Matter a seguito della violenta morte di George Floyd, provocata da un agente di polizia lo scorso 25 maggio.

È un momento per fermarsi e riflettere che ha unito migliaia di personalità dello sport, del cinema, della musica e della cultura in tutto il mondo. È così su Instagram. Su Twitter. Su Facebook. Tutti sono allineati, nel "buio" e nel silenzio. Un vero e proprio "vuoto" social che vuole sensibilizzare l'opinione pubblica.

La morte di George Floyd ha scosso tutti quanti. Il filmato che ritrae i suoi ultimi minuti di vita, letteralmente schiacciati a terra dal ginocchio del suo aguzzino, è diventato virale ben oltre i confini di quegli Stati Uniti d'America in cui fatti di questo genere non sono purtroppo una novità. E così anche il #BlackoutTuesday ha avuto un'enorme risonanza a livello globale.

Le foto nere oggi campeggiano ovunque sui profili social. Da Lebron James a Rihanna e Will Smith, fino a Millie Bobby Brown e Chiara Ferragni. E come loro hanno deciso di fare migliaia e migliaia di persone in ogni continente, per fare da megafono a tutte quelle voci ancora colpite da oppressione, razzismo e odio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA / UCRAINA
7 ore
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
9 ore
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
12 ore
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
15 ore
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
18 ore
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
TAGIKISTAN
23 ore
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
1 gior
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
1 gior
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
1 gior
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
1 gior
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile