keystone-sda.ch / STF (SEDAT SUNA)
ITALIA
29.05.20 - 15:290

Diabete autoimmune come conseguenza del coronavirus?

Secondo un recente studio, il virus potrebbe essere un fattore scatenante di questa malattia

ROMA - Ci potrebbe essere un'ondata di casi di diabete di tipo 1 (il diabete autoimmune anche detto giovanile) a seguito dell'infezione da coronavirus. Lo sostengono sulla rivista Diabetes Research and Clinical Practice i diabetologi della Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli, coordinati da Katherine Esposito, Direttore dell'Unità di Programma di Diabetologia.

Il diabete di tipo 1 è una malattia caratterizzata dall'attacco delle difese immunitarie alle cellule del pancreas che producono insulina.

In conseguenza di questo attacco il paziente risulta incapace di produrre insulina e per regolare lo zucchero nel sangue avrà bisogno di assumere l'ormone per tutta la vita. È una malattia complessa che poggia sia su basi genetiche (alcuni geni predispongono alla malattia), sia ambientali; anche alcuni virus (e il SARS-CoV-2 potrebbe essere tra questi) possono favorire la malattia scatenando la reazione autoimmune. Individui che hanno già avuto delle reazioni autoimmuni a danno di altri organi, ad esempio la tiroide, potrebbero essere più a rischio di sviluppare una seconda malattia autoimmune, come appunto il diabete 1.

Per questo motivo, spiega la Esposito che è anche membro della Società Italiana di Diabetologia, «riteniamo che i pazienti con pregresse patologie autoimmuni che hanno avuto il Covid-19 dovrebbero essere monitorati periodicamente nel tempo con esame della glicemia e delle urine per vedere se sviluppano sbalzi glicemici».

Il fatto è, spiega l'esperta, che il SARS-CoV-2 causa forte infiammazione che può danneggiare diversi organi, tra cui il pancreas e le persone con una patologia autoimmune alle spalle sono più esposte a questo tipo di danno. Per di più il SARS-CoV-2, conclude l'esperta, presenta 'antigeni' (le molecole che attivano il sistema immunitario a reagire contro di lui) simili a molecole presenti sulle cellule del pancreas, quindi il virus potrebbe essere di per sé un fattore scatenante per il diabete autoimmune.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
MILANO
13 min
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
1 ora
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
1 ora
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
3 ore
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
4 ore
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
14 ore
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
16 ore
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
FOTO
Regno Unito
18 ore
«Crescita infinita=Pianeta finito». Extinction Rebellion contro Amazon
Un portavoce della grande A: «Porteremo le nostre emissioni a zero entro il 2040, sostenendo anche le piccole imprese»
FRANCIA
19 ore
Blatter sentito dalle autorità francesi per il Mondiale in Qatar
Gli inquirenti interessati in particolare a una cena all'Eliseo con i vertici FIFA e l'emiro pochi giorni prima del voto
Francia
21 ore
Francia versus Regno Unito: il fronte del mare tenuto dai pescatori
Non si ferma il contenzioso sulle licenze di pesca: 59 attività normanne non hanno ancora ricevuto i permessi richiesti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile