Keystone
MONDO
28.05.20 - 00:300

In crociera con il Covid-19, l'81% non aveva sintomi

Secondo gli studiosi, la prevalenza dell'infezione sulle navi è stata probabilmente «sottostimata in modo significativo»

I ricercatori descrivono quanto accaduto sulla Greg Mortimer partita da Ushuaia e fermatasi a Montevideo

SYDNEY - La diffusione del Covid-19 sulle navi da crociera potrebbe essere stata «sottostimata in modo significativo» e i casi asintomatici potrebbero essere molti più del previsto. A riproporre la questione è il caso di una nave da crociera, partita a marzo dall'Argentina per l'Antartide, dove vi erano più di 8 persone su 10 senza sintomi tra quelle risultate positive. Lo spiega sulla rivista Thorax uno studio del Macquarie University Hospital di Sydney.

I ricercatori guidati da Alvin Ing, tutti a bordo, descrivono quanto accaduto sulla nave con 128 passeggeri e 95 membri dell'equipaggio, partita da Ushuaia per una crociera di 21 giorni a metà marzo.

Tutte le precauzioni sono state adottate: ai passeggeri che nelle precedenti tre settimane avevano attraversato paesi con tassi d'infezione da Covid-19 già alti non è stato consentito salire. All'imbarco è stata misurata la temperatura di tutti, e a bordo c'erano molti punti per l'igiene delle mani, soprattutto nella sala ristorante.

Il primo caso di febbre è emerso all'ottavo giorno, facendo scattare immediatamente le misure di controllo (confinamento in cabina dei passeggeri, stop alla manutenzione giornaliera a parte la consegna dei pasti, dispositivi di protezione al personale in contatto con i passeggeri malati).

Quando l'Argentina ha chiuso i suoi confini, la nave si è diretta a Montevideo in Uruguay, arrivandovi il tredicesimo giorno. Momento in cui per otto persone - tra passeggeri ed equipaggio - è stato richiesto il ricovero in ospedale. Al ventesimo giorno le 217 persone rimaste (tra passeggeri ed equipaggio) hanno fatto il tampone, risultando positive in oltre la metà dei casi (128, pari al 59%). Di queste, il 19% (24) aveva sintomi, mentre l'81% (108) no. La nave non ha avuto contatti con altre persone per 28 giorni dopo la partenza, rimanendo praticamente isolata.

Secondo gli studiosi, la prevalenza dell'infezione sulle navi da crociera è stata probabilmente «sottostimata in modo significativo», e i passeggeri dopo lo sbarco, andrebbero monitorati per evitare ulteriori contagi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
ITALIA
2 ore
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
TURKMENISTAN
6 ore
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
14 ore
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
17 ore
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
20 ore
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
22 ore
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
1 gior
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
1 gior
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
1 gior
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
1 gior
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile