Keystone
La gente partecipa alla "Feira 16 de julio", a El Alto, in Bolivia.
BOLIVIA
22.05.20 - 20:460

Assembramento da paura: i boliviani non rinunciano alla fiera

Una grandissima affluenza ha reso impossibile rispettare le norme igieniche alla tradizionale "Feira 16 de julio"

EL ALTO - «Il distanziamento sociale non va sicuramente d'accordo con la "Feira 16 de julio"». È così che la televisione boliviana ha introdotto la problematica legata all'enorme assembramento che ha avuto luogo ieri.

Stanno infatti facendo scalpore le foto che ritraggono le persone ammassate che partecipano alla fiera della città di El Alto, nonostante il coronavirus. I media locali parlano di una grande affluenza, con l'80% dei commercianti che sono scesi in strada per prendere il loro posto nell'evento.

'La Feria 16 de julio' è una fiera commerciale, sociale e culturale dove i mercanti si riversano per le strade della parte orientale della città, in particolare la zona definita "16 de julio", al confine con la città di La Paz.

Dalle foto e video realizzati, si nota chiaramente che le norme di «bio-sicurezza», come le definiscono i locali, non sono state affatto rispettate. Si vedono infatti persone che non mantengono la distanza sociale, senza protezioni, e che sono sedute una accanto all'altra, in strada, a mangiare.

Nonostante l'uso delle mascherine e il fatto che alcuni commercianti abbiano implementato sistemi per lavarsi e disinfettarsi le mani, la quantità di gente presente ha reso impossibile il rispetto delle norme, ha spiegato l'emittente boliviana ATB. Tra i problemi, sono stati segnalati anche disagi dal punto di vista dell'igiene e della pulizia.

La fiera è stata autorizzata dalle autorità, ma con delle limitazioni: può aver luogo solo una volta alla settimana (generalmente due) e con il 50% della sua capacità. Questo nonostante El Alto sia una delle città boliviane più colpite dal Covid-19.

In seguito all'episodio di ieri, le autorità dovranno fare ancora più attenzione allo svolgersi della fiera, per evitare la formazione di quello che sembra un vero e proprio terreno fertile per la trasmissione del coronavirus.

Il Paese sudamericano ha superato 5'000 casi, e conta per il momento 268 decessi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Sandra Hertz Villanueva 1 mese fa su fb
È vero, questa gente della città di El Alto è di basso rango, ma allo stesso tempo sono ignoranti perché non capiscono la gravità della questione, lo strano è che non ci sono tanti infettati come in altre città , si dice che questo si deve agli raggi ultravioletti, poiché questa è la città più alta della Bolivia e un beneficio per loro.
Roberto Cavallero 1 mese fa su fb
mi sembra il mercato a Belli al sabato
Kiko Gozzi 1 mese fa su fb
Il focolaio è a Santa Cruz de la Sierra , verso La Paz ha colpito molto meno e poi questa gente non ha suvvenzioni o lavora o muore, cultura e tradizioni differenti
Sandra Hertz Villanueva 1 mese fa su fb
È vero, questa gente della città di El Alto è di basso rango, ma allo stesso tempo sono ignoranti perché non capiscono la gravità della questione, lo strano è che non ci sono tanti infettati come in altre città , si dice che questo si deve agli raggi ultravioletti, poiché questa è la città più alta della Bolivia e un beneficio per loro.
Cristina Magatia 1 mese fa su fb
Ma a livello di morti noi ne abbiamo di più..e loro hanno 10000000 di abitanti più di noi
Don Quijote 1 mese fa su tio
Niente di strano, in Bolivia ci sono anche i lama (llama) e di conseguenza meno pecore.
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
Nel nostro piccolo non è che noi siamo migliori.
Ctg 1 mese fa su tio
Losanna si trova in Svizzera
Roger maids 1 mese fa su tio
Sembra la foce del Cassarate
seo56 1 mese fa su tio
Guardiamo in casa nostra... gli esempi ci sono. Sempre pronti a criticare gli altri...
Fabrizio Nicolucci 1 mese fa su fb
Novità da Cochabamba?
Kiko Gozzi 1 mese fa su fb
Fabrizio Nicolucci 266 contagiati, 11 morti in tutto il periodo fino adesso.
Fabrizio Nicolucci 1 mese fa su fb
E Machacamarca?
Canis Majoris 1 mese fa su tio
Mi auguro di non dover leggere tra un paio di settimane: Covid, strage in Bolivia
Aleksandar Hazard 1 mese fa su fb
Più ho meno come il gelataio che c’è sotto casa mia 🤣🙈
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ISRAELE
58 min
Gli aiuti non arrivano, proteste in Israele
In 30mila in piazza a Tel Aviv, i manifestanti chiedono le dimissioni di Netanyahu
BOSNIA-ERZEGOVINA
3 ore
Cosa succede nei Balcani?
Nell'anniversario di Srebrenica continuano ad accelerare i contagi. In Bosnia raggiunto un nuovo picco giornaliero
REGNO UNITO
3 ore
Covid, gli inglesi si mettono a dieta
Il governo di Londra dichiara guerra all'obesità, per prevenire la seconda ondata di coronavirus
FRANCIA
3 ore
Autista ucciso per le mascherine: la Francia è sotto shock
Picchiato selvaggiamente da dei giovani a cui aveva impedito di salire sul bus. Il governo: «Punizione esemplare»
ITALIA
6 ore
Il virus rallenta in Italia
Sono 88 meno di ieri, e diminuiscono anche i decessi
GIAPPONE
6 ore
Anche i marines si ammalano di Covid
Decine di casi in una base americana a Okinawa. Le autorità giapponesi sono preoccupate
ITALIA
8 ore
Reddito di cittadinanza, beccati due "furbetti"
Un 48enne in odore di Mafia a Corleone e una 60enne che gestiva una casa di riposo a Rimini sono stati denunciati.
MONDO
10 ore
Oltre 560'000 vittime nel mondo
Il bilancio complessivo dei casi si appresta ad abbattere il muro dei 12,5 milioni.
STATI UNITI
10 ore
Cura a base di candeggina, incriminato il santone
Mark Grenon, assieme ai figli, avrebbe venduto un preparato in grado di curare i malati di coronavirus.
ITALIA
12 ore
Una «chat dell'orrore» con violenze e mutilazioni: venti minori coinvolti
Sui telefonini dei giovani anche filmati pedofili e immagini di suicidi e decapitazioni.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile