Depositphotos (AndrewLozovyi)
Secondo uno studio cipriota, le goccioline di saliva che veicolano il coronavirus possono arrivare fino a 6 metri grazie al vento.
CIPRO
19.05.20 - 17:000

Basta un soffio di vento per portare le goccioline di saliva a 6 metri di distanza

Lo indica una ricerca dell'università di Nicosia

I risultati non sono definitivi: sono necessari ulteriori studi per determinare l'effetto della temperatura del suolo sul comportamento della saliva nell'aria

NICOSIA - È sufficiente una leggera brezza perché all'aria aperta le goccioline di saliva che veicolano il virus Sars-CoV-2 possano superare la distanza di 6 metri.

All'aperto quindi il distanziamento di 2 metri potrebbe non essere sufficiente. Lo indica la ricerca pubblicata sulla rivista Physics of Fluids da Talib Dbouk e Dimitris Drikakis, dell'università di Nicosia, a Cipro.

La trasmissione aerea dei virus, scrivono i ricercatori, non è ancora ben compresa, ma una buona base per comprenderla è capire bene come le particelle di saliva viaggiano nell'aria quando le persone tossiscono. La saliva è un fluido complesso, rilasciato attraverso la tosse, che viaggia sospeso nella massa di aria circostante.

Molti fattori influenzano il modo in cui viaggiano le sue goccioline, tra cui dimensioni e numero di goccioline, il modo in cui interagiscono tra loro e con l'aria circostante mentre si disperdono ed evaporano, umidità e temperatura dell'aria circostante. La simulazione ha riguardato oltre 1000 goccioline e ha considerato il modo in cui ognuna di esse si muove nell'aria di fronte a una persona che tossisce, gli effetti di umidità, forza di dispersione, interazioni fra le molecole di saliva e l'aria.

Il risultato ha mostrato che basta una leggera brezza che soffia a una velocità compresa tra 4 e 15 chilometri orari per spingere le goccioline di saliva fino alla distanza di 6 metri nell'arco di 5 secondi. Inoltre, ha detto Drikakis, la nube di goccioline ha un impatto diverso a seconda dell'altezza della persona che è di fronte a chi tossisce: «Adulti di bassa statura e bambini potrebbero essere a maggior rischio se si trovano all'interno della traiettoria delle goccioline di saliva». Il risultato, secondo Drikakis, è molto importante per mettere a punto misure precauzionali, per evitare la diffusione del virus. Tuttavia, ha aggiunto, sono necessari ulteriori studi per determinare l'effetto della temperatura del suolo sul comportamento della saliva nell'aria e per esaminare come, negli ambienti interni, l'aria condizionata influenza il movimento delle particelle di saliva.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ETIOPIA
21 min
Bombardato un mercato, muoiono in 64, colpiti anche diversi bambini
Un nuovo massacro di innocenti nel Tigray, ma l'Esercito nega: «Erano ribelli travestiti da civili»
FOTO
STATI UNITI
3 ore
Dalle macerie di Miami estratta la prima vittima
I soccorsi ancora al lavoro dopo il crollo nella notte di un palazzo di 12 piani a Miami Beach
STATI UNITI
4 ore
Quelle tracce del Covid prima del dicembre 2019 pubblicate sul Cloud
Erano state postate e poi cancellate da un team cinese, uno studioso americano però le ha ritrovate
FOTO
STATI UNITI
7 ore
Crolla un palazzo a Miami Beach: «È stato prima come una bomba e poi come un terremoto»
Soccorsi sul posto in forze, si temono diverse vittime ma non è ancora chiaro come sia capitato
STATI UNITI
9 ore
«Chiedo scusa... Me ne vergogno»
Una 49enne dell'Indiana si è mostrata pentita davanti al giudice
ITALIA
20 ore
Il ritrovamento del piccolo Nicola: «Chiamava la mamma»
Una storia a lieto fine quella del bambino di due anni scomparso a Palazzolo sul Senio. Ma resta il mistero
ITALIA
22 ore
Ddl Zan, Draghi: «Siamo uno stato laico. Il Parlamento è libero»
Il governo italiano, ha detto il "premier", «non entra nel merito della discussione».
UNIONE EUROPEA
1 gior
Incognita Delta: «Entro fine agosto 9 casi su 10»
In Europa la variante indiana galoppa. Il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie mette in guardia
MONDO
1 gior
Allarme ONU sull'emergenza climatica: «È a rischio l'intera umanità»
I toni molto allarmanti di un nuovo rapporto riportano l'attenzione su una minaccia reale ma che ci eravamo dimenticati
EURASIA
1 gior
Mar Nero: bombe e spari d'avvertimento contro una nave britannica
Tensione tra Russia e Regno Unito nel Mar Nero: la nave britannica sarebbe entrata in acque russe
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile