Immobili
Veicoli
Depositphotos (nik0s79)
Una delle moltissime navi da crociera bloccate a causa della pandemia.
MONDO
20.05.20 - 06:000

L'odissea degli equipaggi delle navi da crociera: 100mila persone bloccate a bordo

L'emergenza non si è risolta una volta scesi i passeggeri, tutt'altro.

In molti denunciano di essere senza stipendio e senza la possibilità di tornare a casa.

MIAMI - Sono circa 100mila le persone a bordo delle navi da crociera in tutto il mondo. Non parliamo di passeggeri ma dei membri dell'equipaggio, che si trovano in una situazione molto difficile: non possono lavorare, ma nemmeno tornare a casa.

A questa cifra è arrivato il Miami Herald, dopo che anche il Guardian aveva indagato sul settore nelle scorse settimane. Alcune navi da crociera sono diventate famose in tutto il mondo, al debutto dell'emergenza coronavirus, per i casi di contagio a bordo e talvolta per le difficoltà nell'essere accettate in un porto. Parliamo ad esempio della Diamond Princess, che ha potuto lasciare il Giappone un paio di giorni fa dopo quattro mesi passati nella baia di Yokohama. A bordo si sono registrati oltre 700 contagi da Covid-19 e 13 persone hanno perso la vita. Oppure della Ruby Princess, al centro di un'inchiesta penale dopo a oltre 2700 passeggeri fu permesso di scendere a terra a Sydney, nonostante il focolaio presente a bordo.

Un aspetto che è passato in secondo piano è quello del personale impiegato su questi giganti del mare. Come se, una volta fatti scendere i passeggeri, il problema si fosse risolto. Il quotidiano della Florida, nella sua dettagliata inchiesta, osserva come questi lavoratori si trovino in un vero e proprio limbo: molti non ricevono lo stipendio da settimane, sono confinati spesso in piccolissime cabine e capita addirittura che debbano pagare di tasca propria ciò che bevono o mangiano. Contrariamente a quanto dichiarato dalle principali compagnie mondiali, che assicurano di aver fatto il possibile per far tornare in patria i propri dipendenti, molti affermano di essere stati letteralmente dimenticati.

C'entra probabilmente un errore di calcolo delle società: molti pensavano che l'emergenza Covid-19 rientrasse in un paio di mesi al massimo e che le crociere potessero riprendere già nel corso della primavera. Le grandi compagnie hanno deciso perciò di tenere a bordo la metà degli equipaggi, a parte MSC Crociere che ha rimpatriato il 73% della forza lavoro. Quando è stato chiaro che la pandemia si sarebbe protratta a lungo, molte nazioni avevano chiuso le frontiere e i viaggi erano diventati difficili e costosi, se non impossibili.

Non è tutto: il coronavirus non se n'è andato dalle navi insieme ai viaggiatori. Anzi, continuano a essere segnalati nuovi positivi a bordo. Il che crea un ulteriore problema: i membri dell'equipaggio malati vengono messi in quarantena nelle stesse cabine dalle quali cercavano disperatamente di andarsene e le possibilità di scendere a terra precipitano a zero.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
PARAGUAY
26 min
In "paradiso" per sfuggire al 5G, partiti anche alcuni Svizzeri
Un insediamento di negazionisti del Covid preoccupa le autorità sanitarie del Paraguay, alle prese con una forte ondata
ITALIA
11 ore
Quirinale: ancora una fumata nera nella quinta giornata di votazione
Sergio Mattarella ha ricevuto 336 voti. Domani molto probabilmente sarà la giornata decisiva
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
La sorella di Omicron sarebbe anche in Lombardia
Sul portale internazionale di dati genomici sono stati segnalati dieci casi di BA.2 nella vicina Penisola
ITALIA
22 ore
Il giallo di Camilla Canepa, i dottori sapevano che era vaccinata
La 18enne e la sua famiglia avevano avvisato i medici, nonostante questo non sono state seguite le linee guida dell'Isth
BRASILE
1 gior
«Dovrebbero difenderli, non sterminarli»
Sotto accusa i funzionari del Dipartimento governativo degli Affari Indigeni (FUNAI) per un insabbiamento
RUSSIA / UCRAINA
1 gior
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
1 gior
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
1 gior
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
1 gior
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
1 gior
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile