Depositphotos (nik0s79)
Una delle moltissime navi da crociera bloccate a causa della pandemia.
MONDO
20.05.20 - 06:000

L'odissea degli equipaggi delle navi da crociera: 100mila persone bloccate a bordo

L'emergenza non si è risolta una volta scesi i passeggeri, tutt'altro.

In molti denunciano di essere senza stipendio e senza la possibilità di tornare a casa.

MIAMI - Sono circa 100mila le persone a bordo delle navi da crociera in tutto il mondo. Non parliamo di passeggeri ma dei membri dell'equipaggio, che si trovano in una situazione molto difficile: non possono lavorare, ma nemmeno tornare a casa.

A questa cifra è arrivato il Miami Herald, dopo che anche il Guardian aveva indagato sul settore nelle scorse settimane. Alcune navi da crociera sono diventate famose in tutto il mondo, al debutto dell'emergenza coronavirus, per i casi di contagio a bordo e talvolta per le difficoltà nell'essere accettate in un porto. Parliamo ad esempio della Diamond Princess, che ha potuto lasciare il Giappone un paio di giorni fa dopo quattro mesi passati nella baia di Yokohama. A bordo si sono registrati oltre 700 contagi da Covid-19 e 13 persone hanno perso la vita. Oppure della Ruby Princess, al centro di un'inchiesta penale dopo a oltre 2700 passeggeri fu permesso di scendere a terra a Sydney, nonostante il focolaio presente a bordo.

Un aspetto che è passato in secondo piano è quello del personale impiegato su questi giganti del mare. Come se, una volta fatti scendere i passeggeri, il problema si fosse risolto. Il quotidiano della Florida, nella sua dettagliata inchiesta, osserva come questi lavoratori si trovino in un vero e proprio limbo: molti non ricevono lo stipendio da settimane, sono confinati spesso in piccolissime cabine e capita addirittura che debbano pagare di tasca propria ciò che bevono o mangiano. Contrariamente a quanto dichiarato dalle principali compagnie mondiali, che assicurano di aver fatto il possibile per far tornare in patria i propri dipendenti, molti affermano di essere stati letteralmente dimenticati.

C'entra probabilmente un errore di calcolo delle società: molti pensavano che l'emergenza Covid-19 rientrasse in un paio di mesi al massimo e che le crociere potessero riprendere già nel corso della primavera. Le grandi compagnie hanno deciso perciò di tenere a bordo la metà degli equipaggi, a parte MSC Crociere che ha rimpatriato il 73% della forza lavoro. Quando è stato chiaro che la pandemia si sarebbe protratta a lungo, molte nazioni avevano chiuso le frontiere e i viaggi erano diventati difficili e costosi, se non impossibili.

Non è tutto: il coronavirus non se n'è andato dalle navi insieme ai viaggiatori. Anzi, continuano a essere segnalati nuovi positivi a bordo. Il che crea un ulteriore problema: i membri dell'equipaggio malati vengono messi in quarantena nelle stesse cabine dalle quali cercavano disperatamente di andarsene e le possibilità di scendere a terra precipitano a zero.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
7 ore
Perché è importante che Robinhood stia pensando alla quotazione in borsa
L'app che nel 2020 ha sconvolto Wall Street potrebbe valere più di 30 miliardi, ma non è finita lì
FOTO
ITALIA
7 ore
Un nuovo tesoro a Pompei, e dalla terra sbuca un carro splendido
Si tratta di un cocchio da parata con decorazioni incredibili e che è salvo per un soffio
FOTO
ITALIA
8 ore
Nell'ultimo sabato in giallo, sui Navigli di Milano scatta il rave
Grande movimento, ma anche tanti controlli, nell'ultimo fine settimana prima che la Lombardia torni arancione
FOTO
BIRMANIA
9 ore
Manifestante uccisa da un colpo esploso dalla polizia birmana
Continua l'uso indiscriminato della forza da parte degli agenti per sedare i cortei di protesta in diverse città
ITALIA
12 ore
Sardegna prima in zona bianca: «Ma non è un "liberi tutti"»
Palestre e cinema aperti. L'assessore regionale alla Sanità, però, mette in guardia da un'eccessiva rilassatezza.
FOTO
FRANCIA
12 ore
All'asta un Van Gogh che non avete mai visto
“Scène de rue à Montmartre” era rimasto nascosto in una collezione privata e ci si aspetta sia venduto per milioni
STATI UNITI
15 ore
Vaccini anti Covid: picchi da record per le azioni dei produttori
Moderna e AstraZeneca hanno conosciuto i valori più alti degli ultimi cinque anni. Pfizer ci è andata vicina.
ITALIA
16 ore
«Truffa» milionaria ai danni di un imprenditore arabo: 42enne svizzero arrestato a Venezia
L'operatore finanziario avrebbe sottratto 126 milioni di euro. Era latitante.
BRASILE
19 ore
Il Brasile di fronte alla quarta ondata
L'OMS: «Che sia un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso»
RUSSIA
19 ore
Dzerzhinsky non tornerà davanti al quartier generale dell'intelligence russa
È stato cancellato il referendum sul ripristino del monumento dedicato al fondatore del KGB
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile