Keystone
Le prove di un sistema di riconoscimento dell'andatura ("gait recognition"), in Cina.
EUROPA
04.06.20 - 06:010

Viso nascosto dalla mascherina? Si può essere comunque identificati

Le mascherine, che bloccano l'operatività del riconoscimento facciale, non hanno effetti su altri sistemi

BRUXELLES - Gli apparecchi dotati di sensori per il riconoscimento facciale potrebbero non più riconoscere i volti delle persone che indossano la mascherina di protezione contro il coronavirus.

È una delle problematiche riguardanti le tecnologie digitali sorta recentemente con l'utilizzo più ampio delle mascherine. Ma quali alternative ci sono per identificare eventuali criminali? Ne abbiamo parlato con Jan Svoboda, dottorando e ricercatore in Biometria all’USI. 

Occhi e camminata - «Il Covid-19 è una gran sfida per tanti sistemi biometrici» ci spiega l'esperto, aprendo tuttavia la porta ad altre possibili alternative. «Considerando che gli occhi rimangono visibili, in questo caso si potrebbe usare il cosiddetto "iris recognition system" (riconoscimento dell'iride), un sistema basato sul riconoscimento degli occhi». Questa tecnologia consiste nell'uso di camere in infrarossi per acquisire determinate immagini delle dettagliate strutture dell'iride visibili all'esterno. 

In alternativa si può utilizzare un metodo «spesso combinato al riconoscimento facciale nell’ambito della sicurezza: il “Gait recognition”» (o riconoscimento dell'andatura). «Si tratta di riconoscere le persone in base a come camminano, come si muovono, è un sistema in evoluzione che ha un grande potenziale». Questa tecnologia, già testata in Cina, anche se meno precisa del riconoscimento dell'iride è comunque in grado di identificare anche le persone voltate di spalle o con il viso coperto, colmando uno dei gap principali del riconoscimento facciale.

Non è una novità - In effetti, il problema delle mascherine non è di per sé una novità. Come ci spiega Svoboda, «è da tempo sempre più alta l'attenzione ai possibili inganni nei confronti del riconoscimento facciale. Spesso si è provato ad ingannarlo usando fotografie, e perciò si lavora più spesso ad esempio con la tecnologia 3D o con la "liveness detection", per confermare che quello analizzato sia un volto vivente (guardando ad esempio i movimenti come il battito delle palpebre)».

Tuttavia, per chi si spinge a tanto, «la chirurgia estetica può essere un problema per molti sistemi biometrici. Ci sono persone che non sono state più riconosciute dopo un intervento del genere». Ma anche in questo caso, se ben applicato, non si potrebbe sfuggire al metodo del "Gait recognition".

Problemi di privacy - Neema Singh Guliani, consigliere legislativo senior dell'American Civil Liberties Union, ha detto recentemente all'Intercept che dare ai governi nazionali e alle forze dell'ordine l'accesso a determinate informazioni biometriche sensibili comporta seri rischi per la privacy: «Una volta che ottengono l’accesso, hanno la possibilità di identificare chiunque, ovunque sia».

«Sicuramente dipende da come viene usato un sistema di riconoscimento», ha aggiunto Svoboda, «se si rimane nell’ambito della polizia, per trovare dei criminali, non dovrebbero esserci problemi. Chiaramente, se qualcuno inizia a pensare alla raccolta di tali dati per altri utilizzi, ad esempio commerciali, la storia cambia». Il dottorando ha poi lanciato un paragone: «Comunque, si può comparare con Facebook. Un’immagine che carichiamo su questo social diventa disponibile alla piattaforma, ma non gli è permesso rilasciare questi dati al di fuori dell’azienda senza il consenso dell'utente. La tendenza negli ultimi anni è una privacy sempre più regolamentata». 

Il tema del riconoscimento è ampio e complicato, e c'è una gran differenza già solo tra i sistemi che funzionano a distanza (ad esempio per l'identificazione di persone che camminano sulle strade) e i sistemi a distanza ravvicinata (come negli aeroporti, per il controllo automatico dei passaporti). Per ogni situazione c'è un metodo più adatto: a distanza ravvicinata l'ideale sarebbe utilizzare l'iris recognition, mentre da lontano sarebbe più appropriato il gait recognition. Comunque, le alternative ci sono, e il viso non è l'unico modo per identificare una persona.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Opale Turchese 3 mesi fa su fb
C'è sempre una soluzione AD ogni problema 😜
Suomy Nona Barbanera 3 mesi fa su fb
Questo è il covid essere totalmente sotto controllo !!!
Damiano Iannino Schipilliti 3 mesi fa su fb
Quindi posso entrare in un chiosco o benzinaio o banca con un casco e la visiera aperta
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
La Florida toglie le restrizioni a bar e ristoranti
Sarà inoltre proibito multare chi non indossa la mascherina o non osserva il distanziamento sociale
FRANCIA
3 ore
Attacco a Parigi, l'aggressore: «Non sopportavo le caricature di Maometto»
Il 18enne pachistano ha «riconosciuto» e «rivendicato» il suo atto. Pensava di attaccare Charlie Hebdo
REGNO UNITO
6 ore
Londra in allerta per le manifestazioni anti-Covid
La polizia ha fatto sapere che «non tollererà violenze»
STATI UNITI
8 ore
Trump ha scelto la sostituta del giudice Ginsburg
L'annuncio della Casa Bianca è atteso nelle prossime ore
ITALIA
8 ore
A un mese dal contagio, è ancora Covid-positivo
Il Cavaliere settimana prossima compierà gli anni, ma per lui nessuna super festa
FOTO
UCRAINA
18 ore
Precipita un aereo della scuola d'aviazione militare: almeno 22 i morti
Il velivolo stava rientrando al vicino aeroporto quando qualcosa è andato storto, Zelensky: «È una tragedia»
FRANCIA
19 ore
Parigi, fermate altre 5 persone: «È un atto terroristico islamista»
La dura condanna del ministro degli Interni Gerald Darmanin, arrestati 3 coinquilini del 18enne: «Non era radicalizzato»
ITALIA
20 ore
La replica di Toti: «Tanti casi solo a La Spezia, come circola il virus non ce lo dicano gli svizzeri»
La risposta del presidente della regione Liguria dopo che la Confederazione l'ha segnalata come meta a rischio
REGNO UNITO
22 ore
Il virus mette in crisi le reddite della regina, il governo verserà sussidi anche a lei
E la decisione non ha mancato di generare molte critiche: «Meglio aiutare chi resterà senza lavoro»
STATI UNITI
22 ore
Il missile Ninja che non esplode ma “affetta” i bersagli usato contro Al Qaeda
È inerte, per limitare i danni ai civili, ma estrae delle lame poco prima dell'impatto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile