Immobili
Veicoli
Keystone
STATI UNITI
10.05.20 - 08:360

Musk: «Mi vietano di riaprire, sposto Tesla altrove»

Il patron della casa automobilistica presenterà un'azione legale contro la contea di Alameda (California).

A suo dire la decisione delle autorità locali va contro la libertà costituzionale e il comune buon senso

WASHINGTON - Elon Musk minaccia di lasciare la California, dove si trova il suo unico sito di produzione di auto elettriche di Tesla negli Usa, perché le autorità locali gli hanno vietato di riprendere la produzione a causa della pandemia di coronavirus. «Francamente è la goccia che fa traboccare il vaso, Tesla trasferirà immediatamente la sua sede e i suoi progetti futuri in Texas/Nevada e se dovrà mantenere una attività a Fremont dipenderà dal modo in cui siamo trattati», ha twittato.

Tesla «presenterà immediatamente un'azione legale contro la contea di Alameda», ha annunciato il suo fondatore su Twitter, accusando un «dirigente sanitario non eletto e ignorante» della contea di «agire in modo contrario al governatore, al presidente, alle libertà costituzionali e al comune buon senso!».

La casa automobilistica aveva annunciato di voler riaprire parzialmente ieri la sua fabbrica a Fremont, con il 30% della forza lavoro, ma una dirigente sanitaria della contea ho deciso di vietarlo perché l'area è ancora sotto restrizioni e Tesla non rispetta i criteri per il riavvio.

Musk ha fatto valere l'esperienza della società in Cina, dove la sua fabbrica ha riaperto dopo che la crisi di coronavirus è stata riportata sotto controllo. «Tesla sa meglio di un piccolo funzionario ad interim non eletto cosa deve fare per riprendere la produzione in completa sicurezza, grazie all'esperienza acquisita nel nostro impianto in Cina», ha spiegato l'imprenditore.

Nei giorni scorsi il patron della casa automobilistica aveva attaccato duramente il lockdown: «Dire che non si può uscire di casa e che se lo si fa si è arrestati è una cosa fascista. Non è democratico, non è libertà: restituite alla gente la sua libertà», aveva twittato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
3 ore
In Italia sospesi quasi 2'000 medici non vaccinati
Gli inadempienti sono in totale oltre 33mila. In questa cifra sono però inclusi anche quelli che non possono vaccinarsi
SVIZZERA
4 ore
«Un dialogo ragionevole è necessario perché si calmi la tensione»
I ministri degli esteri di Usa e Russia soddisfatti dopo il meeting a Ginevra sull'Ucraina, ma l'allerta resta alta
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Omicron più lieve sui polmoni, ma più abile a evitare il vaccino
Nuovo record di casi in Germania, e mai così tanti decessi in Australia
STATI UNITI
8 ore
L'alta trasmissibilità di Omicron non è causata da una maggiore carica virale
La variante sarebbe più contagiosa perché riesce a sfuggire meglio agli anticorpi, sottolineano due studi
STATI UNITI
11 ore
Quel piano per sostituire 16 grandi elettori di Biden con altrettanti pro Trump
Una manovra disperata portata avanti dal team del presidente e da Rudi Giuliani, scrive la Cnn
STATI UNITI
12 ore
Si rifiuta di tenere la mascherina, l'aereo è costretto a fare dietrofront
Poco meno di due ore in aria per il volo Miami-Londra, tornato sulla pista a causa di una passeggera molto combattiva
UNIONE EUROPEA
13 ore
App di tracciamento dei contatti: costate oltre 100 milioni, ma fallimentari
Solo il 5% dei casi è stato confermato dai vari strumenti in uso nell'Unione europea
BRASILE
1 gior
Sono tanti, sono armati e hanno preso il controllo delle favelas
Le autorità hanno lanciato un programma per «cambiare la vita della popolazione» delle favelas di Rio
GERMANIA
1 gior
Abusi nella Chiesa tedesca, «Ratzinger non agì in 4 casi»
Un rapporto stilato da uno studio legale fa luce sia su chi avrebbe perpetrato gli atti, sia su chi li avrebbe occultati
ITALIA
1 gior
Italia: da oggi serve il Green pass per entrare da parrucchieri ed estetisti
Da febbraio sarà presumibilmente necessario il certificato per accedere ad uffici, servizi e negozi non essenziali
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile