Depositphotos
Una rappresentazione della Via Lattea.
UNIVERSO
06.05.20 - 17:000

Trovato un buco nero in un sistema solare visibile a occhio nudo

Si tratterebbe del buco nero più vicino alla Terra fra tutti quelli mai rilevati

LA SILLA - Si trova a "solo" 1'000 anni luce di distanza. Stiamo parlando del buco nero scoperto recentemente in un sistema stellare visibile a occhio nudo, il più vicino di sempre alla Terra.

Lo hanno scoperto gli astronomi dell'European Southern Observatory (ESO), che lo hanno comunicato in uno studio pubblicato mercoledì.

Si tratta di un buco nero stellare, risultato del collasso di una stella massiccia su se stessa, grande almeno quattro volte la dimensione del sole. A differenza dei buchi neri supermassicci, questo viene definito "silenzioso" poiché «non interagisce violentemente con il suo ambiente» (insomma, non assorbe materia): è quindi "veramente nero" e nascosto nel sistema stellare "HR 6819", ha spiegato l'ESO nel comunicato.

Studiando i movimenti del sistema binario HR 6819 con uno spettrografo (lo strumento che misura la velocità radiale di un oggetto), gli astronomi hanno scoperto che una delle due stelle si muoveva più velocemente dell'altra, orbitando ogni quaranta giorni attorno a un oggetto invisibile.

Studiando la traiettoria, gli esperti sono stati in grado di rilevare la presenza del buco nero e di calcolarne la massa. «Un oggetto invisibile con una massa almeno quattro volte superiore a quella del Sole non può che essere un buco nero», ha spiegato l'astrofisico Thomas Rivinius, autore principale dello studio pubblicato sulla rivista Astronomy & Astrophysics.

«Questo sistema stellare contiene il buco nero più vicino alla Terra che conosciamo», ha sottolineato. «Siamo rimasti totalmente sorpresi quando ci siamo resi conto che questo è il primo sistema stellare visibile ad occhio nudo con un buco nero», ha aggiunto Petr Hadrava, dell'Accademia delle Scienze di Praga, coautore dello studio.

Finora, ricorda lo studio, nella nostra galassia sono state rilevate solo due dozzine di buchi neri, tra cui un buco nero supermassiccio al centro. «Conosciamo pochi buchi neri stellari nella Via Lattea, ma pensiamo che ce ne siano molti, perché sono il prodotto naturale dell'evoluzione delle stelle massicce», ha detto Pierre Kervella, astronomo dell'Osservatorio di Parigi - PSL, intervistato da AFP.

«Finché sono calmi, cioè non c'è accumulo di materia, questi oggetti sono difficili da rilevare. Se non sono in un sistema, non puoi vederli», ha continuato.

Il buco nero di HR 6819 potrebbe quindi essere rilevato attraverso «l'attrazione gravitazionale che conferisce alla stella», ha chiarito l'astronomo, secondo il quale questo studio è un «passo avanti per comprendere le sorgenti di onde gravitazionali» rilevate nel 2016.

L'oggetto scoperto si trova a 1'000 anni luce di distanza (diverse decine di milioni di miliardi di chilometri), che è «circa 200 volte più lontano della stella più vicina, Alpha Centauri, che, su scala stellare, non è lontana», ha concluso Pierre Kervella.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 1 anno fa su tio
Ma dai? io di buchi neri ne vedo tutti i giorni.
pontsort 1 anno fa su tio
Non fa niente se non é troppo lontano, l'importante é che lo sia abbastanza :)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
6 ore
Omicron avanza, l'Europa trema
In Olanda 85 casi su due voli, scoperti contagi anche in Italia e Germania. Tornano le quarantene cautelative
LIVE
MONDO
LIVE
Omicron: in Svizzera scatta la quarantena all'ingresso
Le persone in arrivo da Regno Unito, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Egitto e Malawi devono isolarsi per dieci giorni
ITALIA
11 ore
I No-Pass lanciano gli home bar: «Come al ristorante ma a casa»
È L'ultima idea nata sui social per eludere il Super Green Pass che entrerà in vigore il prossimo sei dicembre.
MILANO
14 ore
A Milano da oggi si torna alla mascherina all'aperto
La disposizione sarà valida in tutto il centro città almeno fino al 31 dicembre.
KOSOVO
15 ore
Attacca uno scuolabus imbracciando un Kalashnikov
La mattanza è avvenuta ieri sera nel villaggio di Gllogjan: deceduti due studenti e l'autista.
CINA
16 ore
«Profondamente preoccupato per Peng Shuai»
Il presidente della Wta Steven Simon non è tranquillo sulle condizioni della tennista cinese.
SUDAFRICA
18 ore
Tutti in fuga da Omicron
Fuggi fuggi generale tra i viaggiatori che stanno cercando di prendere gli ultimi voli per abbandonare il Sudafrica.
Stati Uniti
19 ore
La pillola di Merck è meno efficace del previsto
La Food and drug amministration si è attivata per capire se l'uso di questo farmaco dovrebbe essere limitato
MESSICO
1 gior
Freni rotti, poi lo schianto. Sono 19 le vittime
L'incidente sembra essere stato causato dalla rottura dei freni del veicolo.
MONDO
1 gior
Omicron, vaccino possibile entro 3 mesi
Ma potrebbero esserne necessari nove prima della sua eventuale approvazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile