keystone-sda.ch / STF (STEPHANIE LECOCQ)
Raccolti 7,4 miliardi di euro per la creazione di un vaccino anti-coronavirus.
UNIONE EUROPEA
04.05.20 - 21:170

7,4 miliardi di euro sono stati raccolti grazie a United Against Coronavirus

I grandi assenti dell'iniziativa della Commissione europea e del G20 sono Stati Uniti e Russia

Fonte Patrizia Antonini, Ansa
elaborata da Fabio Caironi
Giornalista

BRUXELLES - Un pacchetto da 7,4 miliardi di euro - circa 7,8 miliardi di franchi: è la cifra iniziale raccolta da United Against Coronavirus, la maratona per la raccolta fondi lanciata dalla Commissione europea e dal G20, nell'ambito di una cooperazione globale, per lo sviluppo di vaccino, test e terapie per affrontare la pandemia.

Il risultato sperato dagli organizzatori è stato centrato e rappresenta sicuramente «una svolta» nella lotta contro il virus che nel mondo ha già ucciso oltre 230mila persone e ne ha infettate oltre tre milioni, come ha sottolineato la presidente dell'esecutivo comunitario Ursula von der Leyen. «Ma questo non è che lo sprint» di avvio, «serviranno più» risorse. Proprio al termine dell'evento von der Leyen ha ricevuto un messaggio da Madonna, in cui la cantante pop ha annunciato un contributo aggiuntivo di un milione di dollari (971'000 franchi).

Cinque volte tanto - Per raggiungere l'obiettivo di un vaccino «che sia un bene globale, accessibile a tutti e per tutti», servirà probabilmente «il quintuplo» delle offerte, ha avvertito il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres. Il Financial Times ha fissato l'asticella dei costi mondiali per la riuscita, in oltre 20 miliardi di dollari, mostrando quanto la strada sia ancora lunga.

Gli assenti - A pesare e a preoccupare, per il momento, è anche l'assenza di grandi Paesi come Stati Uniti e Russia. La Cina invece, che avrebbe dovuto partecipare all'iniziativa dei leader mondiali con un intervento del premier Li Keqiang - così era previsto nella scaletta degli speaker diffusa ufficialmente - ha fatto atto di presenza con l'ambasciatore presso l'Ue, Zhang Ming. Il diplomatico, dopo aver annunciato la sospensione del debito per «77 paesi in via di sviluppo», ha ammonito: «Per lottare contro il coronavirus servono fiducia e solidarietà» e «non il panico e le accuse che invece sono più pericolose del virus».

All'origine della mancata adesione di Washington, è probabile ci sia anche l'incandescente scambio di accuse con Pechino. Il ministro degli esteri americano, Mike Pompeo, nelle ultime ore è tornato all'attacco, indicando nell'Istituto di virologia di Wuhan l'origine della pandemia. Ma c'è anche chi, alla luce delle dichiarazioni del presidente Donald Trump, su un vaccino per gli Usa entro il 2020, evoca scenari da "guerra dei vaccini".

Il ruolo dell'Italia - A ritagliarsi un ruolo di primo piano è stata l'Italia, prossima presidenza del G20 e tra i Paesi co-chair dell'iniziativa, con Francia, Germania, Norvegia, Regno Unito, Canada, Giappone e Arabia Saudita (attuale presidenza del G20). «Di fronte a una minaccia globale senza precedenti la comunità internazionale ha un'unica, effettiva, opzione per sconfiggere il virus: la cooperazione», ha detto il premier Giuseppe Conte. Il presidente del consiglio ha annunciato un contributo di 10 milioni di euro alla Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (Cepi) per «accelerare la ricerca per un vaccino; 10 milioni di euro all'Oms (l'Organizzazione mondiale della sanità), per sostenere i Paesi più vulnerabili nella risposta al Covid-19; mezzo milione di euro al Fondo globale per il meccanismo di risposta al Covid-19», oltre «all'impegno a dare un contributo di 120 milioni di euro nei prossimi cinque anni all'alleanza Gavi per l'immunizzazione globale dal Covid-19».

Europa generosa - E proprio l'Unione europea e i suoi Paesi si sono distinti per generosità. La Commissione europea ha messo sul piatto un miliardo di euro dal bilancio Ue, e Francia e Germania, rispettivamente 500 e 525 milioni. Convinta della lotta globale a Covid-19 è la Fondazione Gates che ha partecipato alla maratona con 100 milioni di dollari. Da Israele 60 milioni di dollari. Mentre il presidente turco Recep Tayyip Erdogan in un videomessaggio ha riferito di aiuti a 57 Paesi lanciando un appello: «Il vaccino sia di tutta l'umanità».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
NORDEST EUROPEO
3 ore
Rubinetti russi agli sgoccioli in una Moldavia sempre più europea
Tra le autorità moldave e la società russa fornitrice di gas Gazprom è scontro totale per un aumento dei prezzi
MONDO
8 ore
Niente più fame nel mondo? Basterebbe il 2% del patrimonio di Elon Musk
Il direttore del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite invita i più ricchi del pianeta a «farsi avanti»
STATI UNITI
11 ore
Di cosa è morto Brian Laundrie? L'autopsia non dà una risposta
La vicenda dei due giovani continua a far parlare di sé, e sono ancora molte le domande senza risposta
FOTO
ITALIA
14 ore
Perché un ciclone ha investito la Sicilia: «Il Mediterraneo è sempre più tropicale»
Cosa si pensa che ci sia dietro al nubifragio che ha devastato Catania e che potrebbe protrarsi fino al fine settimana
TURKMENISTAN
18 ore
Doppio zero. Perché il Covid in Turkmenistan non esiste?
Ufficialmente non sono mai stati registrati casi o decessi. Ma per alcune fonti i morti sarebbero almeno 25'000.
STATI UNITI
1 gior
Ergastolo? El Chapo ha richiesto un nuovo processo
La difesa del narcotrafficante si sta battendo in particolare contro le condizioni di detenzione ai tempi delle udienze
Stati Uniti
1 gior
Ecco perché transizione green non è sinonimo di sicurezza sul lavoro
Dalle miniere di cobalto agli impianti di riciclaggio, passando per i pescatori: i diritti umani nell'economia verde
REGNO UNITO
1 gior
Danni fino a 18 miliardi di sterline da nuove misure anti-Covid
Per questo motivo il governo Johnson non prende in considerazione il Piano B (nonostante quello A non stia funzionando)
STATI UNITI
1 gior
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
1 gior
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile