Keystone
A sinistra, Jim Bridenstein, Amministratore della NASA. A destra, Elon Musk, fondatore di SpaceX.
STATI UNITI
14.04.20 - 15:330

La Nasa è pronta, il coronavirus non blocca la missione spaziale Demo-2

A maggio avrà luogo il primo volo umano dagli Usa dal ritiro dello Shuttle nel 2011

CAPE CANAVERAL - Il coronavirus non blocca il programma della Nasa di lanciare la prima missione con equipaggio dal suolo americano, dopo il ritiro dello Shuttle nel luglio 2011.

Lo ha annunciato l'Amministratore capo della Nasa, Jim Bridenstine. Il programma prevede la partenza dei primi astronauti a bordo della capsula Crew Dragon della SpaceX a fine maggio. A volare saranno gli astronauti della Nasa Doug Hurley e Bob Behnken, che resteranno a bordo della Stazione spaziale internazionale per circa tre mesi.

«Penso che siamo davvero in ottima forma», ha detto Bridenstine. «Sono abbastanza fiducioso», ha aggiunto, «di poter lanciare alla fine di maggio. Se slittiamo, probabilmente sarà a giugno».

La partenza della missione chiamata Demo-2 è in programma dalla base di Cape Canaveral in Florida, e l'arrivo dei due astronauti sulla stazione orbitale porterà a cinque il numero dei membri dell'equipaggio. «Behnken e Hurley», ha osservato Bridenstine, «diventeranno membri dell'equipaggio a tutti gli effetti» e torneranno a casa «quando saremo pronti con il prossimo Crew Dragon».

Bridenstine ha detto che la seconda missione Crew Dragon potrebbe essere lanciata ad agosto o settembre, se Demo-2 partirà come da programma.

Per garantire la partenza della missione, nonostante la pandemia da Covid-19, la Nasa ha messo a punto un piano specifico: «molte persone sono in telelavoro e tutti coloro che sono impegnati nella missione stanno praticando il distanziamento sociale e indossano dispositivi di protezione individuale», ha detto Bridenstine.

Inoltre, ha aggiunto, nei casi in cui non si può evitare di far lavorare il personale nella stessa stanza «abbiamo modificato i turni in modo da ridurre al minimo il numero delle persone che devono stare assieme».

La Nasa ha anche elaborato piani di emergenza nel caso in cui qualcuno impegnato nella missione risulti positivo, per esempio tracciando i contatti. Secondo Bridenstine, se dovesse esserci un caso positivo di contagio tra il personale della missione in telelavoro, questo potrebbe non avere alcun impatto sulla missione.

Diverso è il discorso per chi lavora in contatto con altre persone, in quel caso «se c'è un focolaio, sì, influenzerà la data», ha detto Bridenstine, «ma stiamo facendo tutto il possibile per ridurre al minimo il rischio».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
1 ora
«È uno sforzo coordinato per dipingere una falsa immagine di Facebook»
Per il Ceo della piattaforma social, l'azienda ha una «cultura aperta» e accoglie le «critiche in buona fede»...
CINA
3 ore
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
5 ore
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
7 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
15 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
17 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
20 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
22 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
1 gior
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
1 gior
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile