Keystone
STATI UNITI
07.04.20 - 13:040
Aggiornamento : 16:09

Gli agenti di polizia sono sotto pressione: si combattono crimini e infezioni

Il coronavirus ha messo alle strette i dipartimenti di polizia americani, che non possono permettersi contagi di massa

A New York la situazione è critica: un agente su sei è in malattia o in quarantena.

NEW YORK - Nel caos della situazione di crisi, spesso ci si dimentica del lavoro degli agenti di polizia, messi alle strette anche loro dall'emergenza coronavirus, ma comunque sempre al fronte, esposti ai rischi.

L'agente Bob Reardon, ufficiale di polizia a Cambridge, nel Massachusetts, ha commentato la situazione alla Nbc, segnalando come il suo lavoro fosse cambiato all'improvviso. «Abbiamo ricevuto una segnalazione di una partitella di calcio in corso. Nessuna violenza, nè rumori, nè minacce, solo un gruppo di ragazzi che giocavano a pallone».

Questo è solo un esempio di come sia cambiato negli ultimi tempi il lavoro degli agenti, che si trovano a dover affrontare situazioni surreali. «È un altro mondo», ha continuato Reardon, «non avrei mai immaginato che in una bella domenica di sole avrei dovuto impedire a dei giovani di fare sport e divertirsi».

In molti casi però le attività criminali continuano lo stesso, e per gli agenti riportare l'ordine è diventato doppiamente più complicato: ora devono anche trovare nuovi modi di agire, e nel contempo, proteggere i cittadini e se stessi da un eventuale contagio. Una situazione che ha messo in difficoltà molti dipartimenti: nessuno aveva un "piano emergenza pandemia", già preparato, da seguire.

Tra le nuove misure per aumentare la sicurezza di chi è sul campo, gli agenti statunitensi hanno deciso di impiegare meno personale sui controlli del traffico, di evitare il più possibile di entrare in abitazioni ed edifici, e di sostituire, dove fattibile, gli arresti con delle convocazioni in centrale.

Per le forze dell'ordine è infatti fondamentale prevenire una diffusioni di contagi tra le loro fila, dato che potrebbe rapidamente sopraffare i dipartimenti e portare a pericolose carenze di personale. Non è però un compito facile: decine di Dipartimenti di diversi Stati hanno dichiarato di non essere in grado di ottenere sufficienti dispositivi di protezione personale (ad esempio le mascherine) per i loro membri, una situazione preoccupante. 

Il New York Times ha citato l'esempio di un detective di Brooklyn, che ha contratto il coronavirus dopo aver dovuto utilizzare più volte la stessa mascherina, l'unico dispositivo di protezione che sono riusciti a fornirgli. 

Un altro dei problemi principali è a livello psicologico. Come per molte altre professioni che si trovano direttamente al fronte, molti agenti sono ora preoccupati (se non per loro stessi) di esporre le loro famiglie al coronavirus, e una simile ansia può avere un effetto negativo sul loro lavoro. Il problema è accentuato dalla natura delle attività che effettuano e dalla mancanza di formazione degli agenti in materia di salute pubblica, problematiche che li mettono a maggior rischio di contrarre il virus.

A New York, dove la situazione è critica, Il dipartimento di polizia locale ha avuto a che fare con 1'400 casi positivi al Covid-19, con 5 decessi e più di 6'000 richieste di assenza per malattia. I comandanti della polizia di New York hanno iniziato a cercare tra i piani B nel caso di disastri come blackout, uragani, attacchi terroristici, per trovare soluzioni alternative. Il Governatore dello Stato, Andrew Cuomo, ha promesso che dispiegherà delle forze della polizia statale nel caso New York ne avesse bisogno. 

L'appello alla popolazione da parte degli agenti, sia negli USA che nel resto del mondo, è lo stesso di tutti quelli che sono impiegati al fronte: «Per favore, state a casa».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
VIDEO
NUOVA ZELANDA
1 ora
La terra trema durante la diretta, la premier non si scompone
Un sisma di magnitudo 5.8 ha interrotto la trasmissione, Ardern è rimasta calmissima e ha rassicurato tutti
MONDO
4 ore
Passaporto, carta d'imbarco, e... patentino d'immunità
L'esperto di salute pubblica Prof. Emiliano Albanese ci spiega le problematiche di un simile certificato
STATI UNITI
4 ore
I poliziotti sono disarmati, a salvarli è un privato cittadino col fucile
Gli agenti di una remota località dell'Alaska poco hanno potuto fare contro un assalitore armato.
ITALIA
13 ore
Il video del Veneto contro gli assembramenti dell'aperitivo
«Basta poco, una svista e tutto tornerà a fermarsi» ammonisce la campagna istituzionale
STATI UNITI
16 ore
Trump ha finito di prendere l'idrossiclorochina
La terapia ha ricevuto «recensioni entusiastiche» ha dichiarato nel corso di un'intervista
STATI UNITI
18 ore
Festa di liceali in piscina diventa un focolaio di coronavirus
È avvenuto in Arkansas, il governatore invita a non abbassare la guardia
CINA
19 ore
5G: Huawei domina il mercato cinese
Il produttore fornisce più della metà dei nuovi dispositivi nel Paese. A livello mondiale è secondo.
CINA
19 ore
Hong Kong, la polizia carica: già 150 arresti
Migliaia di persone in strada contro la legge sulla sicurezza nazionale cinese
VIDEO
ITALIA
22 ore
«Per contagiare una persona ce ne vogliono due contemporaneamente»
Suscita ilarità e indignazione la fantasiosa spiegazione dei dati sul contagio dell'assessore al Welfare lombardo.
STATI UNITI
23 ore
I mille necrologi sulla prima pagina del New York Times
Il conto delle vittime del coronavirus negli Usa si sta rapidamente avvicinando a quota 100mila
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile