Keystone
Presidenti e scrutatori indossavano guanti e mascherine
FRANCIA
25.03.20 - 20:490

Coronavirus: in Francia si riscontrano diversi contagi riconducibili alle elezioni

Nonostante gli appelli all'annullamento, dieci giorni fa si era comunque deciso di votare.

PARIGI - Benché da più parti se ne chiedesse l'annullamento a causa del pericolo coronavirus, il 15 marzo scorso la Francia - come intende fare anche Lucerna - ha permesso lo svolgimento delle elezioni comunali. Ora, però, dieci giorni dopo quella consultazione, si registrano diversi casi d'infezione tra presidenti di seggio e scrutatori attivi quel giorno.

A Billom, nel centro del Paese, una donna di 62 anni è stata ricoverata dopo essere risultata positiva a Mitry-Mory, nella banlieue parigina. Un assessore è attualmente in ospedale in condizioni preoccupanti e diversi casi sospetti sono stati segnalati in altre città intorno a Parigi. Tutti hanno un punto in comune: quello di aver frequentato i seggi il 15 marzo. Anche se risulta difficile determinare il momento preciso del contagio, in diversi casi le misure di protezione assunte dagli scrutatori - gel, guanti, distanza di sicurezza - sembrano insomma non essere bastate a contenere la propagazione dell'epidemia.

Il primo turno ha visto mobilitate in Francia diverse centinaia di migliaia di persone per organizzare lo scrutinio. «All'interno, presidenti si seggio e scrutatori erano a meno di un metro di distanza, gli uni contro gli altri», racconta Ronan Arveuf, candidato a Saint-Ouen, nella banlieue parigina, citato dall'agenzia France Presse. Ma si teme che anche la precedente campagna elettorale abbia potuto contribuire a diffondere il virus, con diversi candidati che hanno sospeso i loro comizi e volantinaggi nelle piazze e nei mercati solo pochi giorni prima del voto per rispettare le misure di precauzione.

Macron invoca «unità» e ringrazia la Svizzera - Intanto, il presidente francese, Emmanuel Macron, nel corso di un solenne intervento durante una visita all'ospedale da campo di Mulhouse, ha lanciato un forte appello all'«unità» contro il coronavirus e chiede di evitare ogni forma di «divisione».

Macron ha ribadito che la Francia è «in guerra» contro un nemico invisibile, il Covid-19, e ha lanciato la cosiddetta operazione militare "Résilience" ("Resilienza"), in sostegno alla popolazione in pieno coronavirus: «Abbiamo una sola priorità: battere il virus», ha detto.

«Voglio ringraziare i nostri vicini tedeschi, svizzeri, lussemburghesi, che hanno ricoverato una trentina di pazienti gravi, come abbiamo fatto qualche settimana fa per i nostri vicini italiani. È anche questa l'Europa, la vera, questa solidarietà», ha aggiunto Macron a Mulhouse, nell'est della Francia, una delle regioni francesi più colpite dal Covid-19.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA-GIAPPONE
27 min
Nissan vuole "congelare" 10mila dipendenti
Sospendere i posti di lavoro in Europa e Stati Uniti. La mossa del colosso franco-giapponese
BRUXELLES
34 min
Covid-19, il capo della ricerca Ue sbatte la porta
Mauro Ferrari, presidente del Consiglio europeo della ricerca, ha dato le dimissioni per divergenze interne
STATI UNITI
1 ora
Negli Usa un nuovo, brutto record
Oltre mille decessi in poche ore. E Trump minaccia di tagliare i fondi all'OMS
AFRICA
7 ore
Difendere i diritti umani, a rischio della vita
Le notizie positive che arrivano da Etiopia e Sudan sono purtroppo delle eccezioni
MONDO
11 ore
La pandemia fa piangere anche i “Paperoni” ma il più ricco è sempre Bezos
I super ricchi hanno perso circa 700 miliardi in un anno (e alcuni non lo sono più) ma il boss di Amazon è sempre il re
STATI UNITI
12 ore
Le sensazionali immagini spaziali in infrarossi
La luce infrarossa è in grado di penetrare attraverso le polveri e i gas spaziali, e il risultato è sbalorditivo
HONG KONG
14 ore
Il coronavirus resiste di più sulla plastica, e di meno sulla carta
L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) rimane scettica a riguardo
NUOVA ZELANDA
16 ore
Anche il coniglietto di Pasqua tra i lavoratori indispensabili
Lo ha annunciato la premier Jacinda Ardern, per la gioia di tutti i bambini.
STATI UNITI
19 ore
Ansia e tensione in polizia: oltre ai crimini ci sono ora i contagi
Il coronavirus ha messo alle strette i dipartimenti di polizia americani, che non possono permettersi contagi di massa
ITALIA
21 ore
Immune al coronavirus? È pronto il test
Sarà accessibile a tutti: costa solo cinque euro e i risultati sono disponibili in un'ora
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile