Keystone
BRASILE
24.03.20 - 15:040
Aggiornamento : 16:30

Coronavirus, nelle favelas «ci sarà un massacro»

Acqua potabile non sempre disponibile, pochi medici e popolazione concentrata: l'allarme dal Brasile

SAN PAOLO - «Qui ci sarà un massacro»: questa l'avvertenza sulla diffusione del coronavirus lanciata dai dirigenti locali di alcune delle principali favelas di San Paolo, che hanno cominciato ad organizzarsi in modo autonomo per combattere l'epidemia con gli scarsi mezzi a disposizione.

Intervistato dal portale news Uol, Gilson Rodrigues, responsabile di un'associazione di residenti di Paraisopolis - che con più di 100'000 abitanti è la seconda più grande della megalopoli, dopo Heliopolis - afferma anzitutto che «finora non ho sentito nessuno usare la parola favela: per quelli che governano noi non esistiamo».

Le strutture sanitarie in queste baraccopoli sono estremamente fragili: l'erogazione dell'acqua potabile non è regolare - possono passare quattro giorni senza che esca niente dai rubinetti -, i medici di famiglia sono chiaramente insufficienti, meno di uno ogni 10'000 abitanti, e le condizioni precarie di molte abitazioni, nonché la concentrazione della popolazione, rendono molto difficile l'isolamento sociale.

Le associazioni di residenti si stanno organizzando in modo autonomo, creando mense popolari che consegnano pasti a domicilio, soprattutto agli anziani, usando case vuote per istallarvi centri di isolamento per i casi di sospetto contagio. I media sottolineano che il comune di San Paolo non informa in modo specifico sui casi registrati in queste comunità. «Siamo in una gara contro il tempo, ma non ce la faremo mai senza assistenza», ha riassunto un dirigente locale della favela di Heliopolis.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
BIRMANIA
29 min
Manifestante uccisa da un colpo esploso dalla polizia birmana
Continua l'uso indiscriminato della forza da parte degli agenti per sedare i cortei di protesta in diverse città
ITALIA
3 ore
Sardegna prima in zona bianca: «Ma non è un "liberi tutti"»
Palestre e cinema aperti. L'assessore regionale alla Sanità, però, mette in guardia da un'eccessiva rilassatezza.
FRANCIA
3 ore
All'asta un Van Gogh che non avete mai visto
“Scène de rue à Montmartre” era rimasto nascosto in una collezione privata e ci si aspetta sia venduto per milioni
STATI UNITI
6 ore
Vaccini anti Covid: picchi da record per le azioni dei produttori
Moderna e AstraZeneca hanno conosciuto i valori più alti degli ultimi cinque anni. Pfizer ci è andata vicina.
ITALIA
7 ore
«Truffa» milionaria ai danni di un imprenditore arabo: 42enne svizzero arrestato a Venezia
L'operatore finanziario avrebbe sottratto 126 milioni di euro. Era latitante.
BRASILE
10 ore
Il Brasile di fronte alla quarta ondata
L'OMS: «Che sia un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso»
RUSSIA
11 ore
Dzerzhinsky non tornerà davanti al quartier generale dell'intelligence russa
È stato cancellato il referendum sul ripristino del monumento dedicato al fondatore del KGB
STATI UNITI
11 ore
Usa: la Camera approva il maxi-piano di aiuti
Si tratta di un pacchetto da 1'900 miliardi di dollari per contrastare gli effetti della pandemia
ARABIA SAUDIT
12 ore
Negli Stati Uniti via libera al vaccino Johnson&Johnson
Lo ha dato la commissione della FDA. Per oggi è attesa l'approvazione da parte dei vertici
GIAPPONE
12 ore
Niente cognome da nubile una volta sposate, lo dice la ministra delle pari opportunità
La giapponese Tamayo Marukawa è tra i firmatari di una lettera che osteggia la proposta di riforma.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile