keystone-sda.ch / STF (SALVATORE DI NOLFI)
Il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus
MONDO
23.03.20 - 17:260
Aggiornamento : 18:10

L'Oms suona l'allarme: «La pandemia sta accelerando»

Secondo il direttore generale, «dobbiamo attaccare il virus con tattiche aggressive».

GINEVRA - Nel suo punto stampa da Ginevra, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha suonato l'allarme sull'avanzamento dei contagi da coronavirus: «La pandemia sta accelerando, ci sono voluti 67 giorni per arrivare ai primi centomila contagi, 11 giorni per 200mila e quattro giorni per 300mila», ha sottolineato Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Il direttore generale dell'Oms ha tuttavia aggiunto che «possiamo cambiare la traiettoria di questa pandemia. Chiedere alle persone di stare a casa è un importante modo, ma per vincere dobbiamo attaccare il virus con tattiche aggressive, testando ogni caso sospetto, isolando ogni caso accertato, tracciando e mettendo in quarantena ogni persona che vi è stata a contatto».

Secondo Tedros Adhanom Ghebreyesus, «risolvere questo problema richiede un coordinamento politico a livello mondiale»: «Mi rivolgo ai leader del G20 per chiedere di lavorare insieme a rafforzare la produzione, evitare il bando dell'export e assicurare la distribuzione dei materiali protettivi», ha dichiarato.

Macron e Xi chiedono un G20 straordinario - A stretto giro di posta, i presidenti di Francia e Cina, Emmanuel Macron e Xi Jinping, hanno effettivamente chiesto la convocazione di un G20 straordinario. Lo si apprende dall'Eliseo.

Il vertice straordinario dovrebbe essere dedicato - secondo quanto si apprende dalla presidenza francese - agli aspetti sanitari ed economici della crisi del Coronavirus.

«I due presidenti - ha fatto sapere l'Eliseo - si sono accordati sul fatto che la tenuta di questo vertice sia utile soprattutto sul piano sanitario, associando l'Oms per lavorare insieme sui trattamenti e il vaccino, e sul piano economico (stabilizzazione dell'economia mondiale con misure coordinate sul piano finanziario e monetario e sostegno agli stati più vulnerabili)».

350mila casi nel mondo, 100mila guariti - Il numero di casi di coronavirus nel mondo ha superato quota 350 mila: lo riporta l'ultimo bollettino diffuso dalla Johns Hopkins University, secondo cui le persone guarite sono ora 100'182. Per l'esattezza, i contagi hanno raggiunto le 350'536 unità. Finora i morti sono 15'328.

L'Onu: «Serve un cessate il fuoco globale» - «La furia del coronavirus mostra la follia della guerra. Ecco perché oggi chiedo un cessate il fuoco globale e immediato in tutti gli angoli del mondo. È tempo di bloccare i conflitti armati e concentrarsi sulla vera lotta delle nostre vite. Alle parti in guerra dico: ritiratevi dalle ostilità». È il messaggio lanciato dal segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres. «Non dimentichiamo che nei Paesi devastati dalla guerra, i sistemi sanitari sono crollati», ha aggiunto.

«Gli operatori sanitari, che sono già pochi, sono stati spesso presi di mira - ha continuato il segretario generale dell'Onu durante una conferenza stampa virtuale con i giornalisti del Palazzo di Vetro - Rifugiati e sfollati sono doppiamente vulnerabili».

«Il virus non si preoccupa di nazionalità, etnie, fede religione e nel frattempo i conflitti armati infuriano in tutto il mondo. I più vulnerabili, donne e bambini, persone con disabilità, emarginati e sfollati, pagano il prezzo più alto», ha aggiunto. Guterres ha chiesto di «aiutare a creare corridoi per aiuti salvavita, aprire preziose finestre per la diplomazia, portare speranza in luoghi che sono tra i più vulnerabili per il coronavirus».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
CINA
18 min
Vaccino ai bimbi dai tre anni e lockdown, la stretta cinese
Diversi focolai sono emersi dal 17 ottobre in diverse parti della Cina, a causa di alcuni turisti
MONDO
1 ora
«La salute deve diventare una priorità»
La lezione appresa dopo la pandemia è che il settore sanitario deve tornare al centro delle attività economiche
ITALIA
3 ore
Quella terza dose sempre più «scenario verosimile»
Con i contagi che rialzano la testa, è fra le misure tenute in considerazione, Brusaferro: «Ci faremo trovare pronti»
AFGHANISTAN
11 ore
A otto anni con l'ombra della fame: «A volte dormo senza aver mangiato»
La testimonianza di una famiglia di Kabul, sentita da Save The Children: «Tutto è diventato costoso».
ARABIA SAUDITA
14 ore
Mohammed bin Salman suggerì di uccidere re Abdullah?
Lo ha dichiarato un ex alto funzionario dell'intelligence saudita alla trasmissione 60 Minutes
REGNO UNITO
16 ore
La talpa ed i "Facebook Papers", il social vede sempre più buio
Dopo il suo esposto negli Stati Uniti, l'ex dipendente ha oggi raggiunto anche i legislatori britannici
GERMANIA
19 ore
Sposò la causa dell'ISIS, condannata a dieci anni di carcere
La donna, oltre a far parte del gruppo estremista, avrebbe assistito senza agire all'omicidio di una bambina
ISRAELE
20 ore
Eitan dovrà tornare in Italia
La decisione di oggi del tribunale di Tel Aviv ha dato ragione alla zia paterna, ma il ricorso è molto probabile
MONDO
20 ore
Plastica: Coca-Cola e Pepsi sono i più grandi inquinatori al mondo
Terzo posto per Unilever, sponsor principale del vertice sul clima COP26, quarto posto per la svizzera Nestlé
SUDAN
22 ore
Premier in manette, scontri, fiamme e feriti. Cosa sta succedendo in Sudan?
Il paese africano si stava dirigendo verso un'elezione democratica, che è messa ora in pericolo dall'esercito
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile