Keystone
MONDO
20.03.20 - 00:040
Aggiornamento : 08:07

Quei rimedi per il Covid-19 che funzionano ma...

Dall'antimalarico all'antifluenzale made in Japan, ci sono e sono incoraggianti, ma hanno le loro controindicazioni.

PARIGI/TOKYO - Visto che per una cura ad hoc sarà necessario aspettare ancora parecchio, i medici alle prese da settimane con il coronavirus stanno sperimentando diverse soluzioni più o meno innovative con risultati anche sorprendenti. Due in particolare si sono distinte per efficacia anche se, per ora, il loro uso è confinato a un numero limitato di casi.

Il farmaco per la malaria che "azzera" il Covid-19 - Utilizzato per la prima volta in Cina, poi in Corea del Sud e infine anche in Europa il medicamento che viene di solito impiegato per trattare la malaria, l'idrossiclorochina, è il soggetto di un recente studio francese che ne testimonia l'efficacia.

Stando ai ricercatori il suo utilizzo, nel 75% dei casi, è stato in grado di cancellare tutte le tracce del virus in sei giorni, quando la carica virale media è di circa 20 giorni. Il farmaco, riporta l'articolo pubblicato sull'International Journal of Antimicrobial Agents e ripreso da Le Figaro, va somministrato in combinazione con gli antibiotici contro la polmonite.

Sebbene si tratti di buone nuove non mancano i dubbi: il primo è che lo studio riguarda un numero limitato di casi (24) e il secondo è che l'idrossiclorochina - anche se è un farmaco di uso relativamente comune - può avere problemi d'interazione con altri farmaci comunemente usati nelle terapie intensive e, se mal dosato, può avere effetti collaterali anche gravi.

L'antinfluenzale giapponese dall'efficacia sorprendente - Prodotto in Giappone per trattare l'influenza il Favipiravir (realizzato dalla sussidiaria di Fujifilm Toyama Chemical) si è dimostrato un inatteso quanto efficace alleato dei medici per la lotta al coronavirus.

I primi a testarne l'uso sono stati i dottori cinesi che lo hanno usato sul campo a Wuhan e Shenzen (per un totale di 340 pazienti) con risultati incoraggianti. Oltre a essere estremamente sicuro, il farmaco è riuscito a far sparire la carica virale in 4 giorni di media.

La scoperta ha portato le azioni di Toyama Chemical a impennare con un +14,7% nella giornata di giovedì. Il Favipiravir è utilizzato ora anche in Giappone.

A frenare l'entusiasmo ci ha pensato però il ministro degli Esteri giapponese, che ha reso pubblici i risultati dalla sperimentazione: «Lo abbiamo somministrato a un'ottantina di pazienti, e purtroppo non funziona così bene nei casi più gravi, quando il virus si è già moltiplicato».

Altro problema: come riporta il Guardian, la produzione su larga scala del Favipiravir necessita il nullaosta governativo, che potrebbe arrivare all'incirca per maggio. Ma solo se i risultati dello studio verranno provati.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
GIAPPONE
16 min
Niente cognome da nubile una volta sposate, lo dice la ministra delle pari opportunità
La giapponese Tamayo Marukawa è tra i firmatari di una lettera che osteggia la proposta di riforma.
STATI UNITI
12 ore
Bin Salman autorizzò il blitz per uccidere Khashoggi
È questo in sostanza il contenuto del rapporto dell'intelligence Usa diffuso questa sera
ITALIA
13 ore
La Lombardia da lunedì si tinge d'arancione
Aumenta il tasso di positività. Le province più colpite sono quelle di Milano, Brescia e Monza e Brianza
REGNO UNITO
14 ore
A 15 anni fuggì in Sira per unirsi allo Stato Islamico, ora non può più tornare a casa
La decisione della Corte Suprema britannica condanna una giovane sposa dell'Isis a un destino da apolide
GERMANIA
14 ore
Le famose calzature Birkenstock sono state rilevate da LVMH
L'affare si aggira attorno ai 4 miliardi di euro. L'intenzione è quella di espandersi anche in Asia
ITALIA
17 ore
Monitoraggio: Lombardia e altre quattro regioni ad «alto rischio»
Regioni italiane confinanti con il Ticino verso l'arancione, confermano i dati. Livello di rischio in peggioramento.
ITALIA
19 ore
«La terza ondata ha inizio»: l'Italia si tinge di rosso e arancione
Due regioni si apprestano a entrare in massima allerta. Sei potrebbero diventare arancioni. Una, la Sardegna, bianca.
STATI UNITI
22 ore
Attacchi in Siria: quando Biden e la sua portavoce criticavano Trump
Dopo il raid nella notte, emergono tweet che fanno indignare anche i sostenitori del neopresidente.
SIRIA
1 gior
Il primo attacco missilistico dell'era Biden, è in Siria e ha causato almeno 17 morti
Si tratta di una rappresaglia e ha colpito una base di miliziani sostenuti dall'Iran
FOCUS
1 gior
Andrea, 22 anni. Segni particolari: neonazista
È nemico dei neri. È negazionista. Diffondeva via web documenti in cui incitava l'eliminazione degli ebrei
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile