keystone-sda.ch / STF (MICHAEL REYNOLDS)
STATI UNITI
17.03.20 - 10:380

I colossi del web si sono uniti per combattere le fake news sul coronavirus

All'azione parteciperanno i principali big della tecnologia, inclusi i social network

WASHINGTON - È partita la lotta contro le fake news, e questa volta si fa sul serio. I principali colossi del web si sono infatti uniti nel dichiarare guerra alle notizie false riguardanti il coronavirus.

Nelle ultime settimane, oltre all'espandersi della pandemia in tutto il mondo, si sono espanse anche numerosissime notizie false, con cure basate su fatti illogici, rimedi fasulli e in alcuni casi anche pericolosi, e nozioni inventate di sana pianta.

Con una nota congiunta, firmata e pubblicata online, i principali protagonisti del web hanno deciso di unirsi e combattere insieme le fake news: si tratta di Facebook, Google, LinkedIn, Microsoft, Reddit, Twitter e YouTube.

Il comunicato arriva dopo che, la settimana scorsa, i big tecnologici si sono confrontati con l'amministrazione del Presidente statunitense Donald Trump per discutere determinate misure contro la disinformazione.

«Stiamo lavorando a stretto contatto per rispondere al Covid-19», si legge nella dichiarazione. «Stiamo aiutando milioni di persone a rimanere in contatto mentre, insieme, combattiamo frodi e disinformazione sul virus, incrementiamo i contenuti autorevoli sulle nostre piattaforme e condividiamo aggiornamenti fondamentali in coordinamento con le agenzie sanitarie di tutto il mondo. Invitiamo altre aziende a unirsi a noi mentre lavoriamo per mantenere le nostre comunità sane e sicure» hanno scritto i colossi nella nota.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Mattiatr 1 anno fa su tio
Inclusa nella lotta alle fake news è inserita anche l'eliminazione di quei beceri articoli in cui si fotografano dei ragazzi al parco e si infanga l'intera generazione? Perché pure quelli sono il marcio del web, mi riferisco a diverse testare ticinesi. Una schifezza.
Tato50 1 anno fa su tio
Qualcuno, sopra i 65 anni, ha ricevuto dal CdS le regole su come comportarsi. .....evitare luoghi affollati, Ristoranti, negozi.... Mah, forse l'hanno stampato prima di chiudere i Ristoranti e Bar ...-;(
Mag 1 anno fa su tio
Il bue che da del cornuto all'asino.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
48 min
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
STATI UNITI
4 ore
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
5 ore
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
13 ore
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
ITALIA
16 ore
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
18 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
19 ore
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
21 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
MONDO
23 ore
A caccia di streghe
Non siamo più nel medioevo ma il sospetto e la superstizione uccidono e mutilano ancora, migliaia di persone ogni anno
FOTO
ISRAELE
1 gior
Eitan per ora resterà in Israele
Lo hanno deciso in tribunale questa mattina le due famiglie che si contendono il piccolo, il processo al via a ottobre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile