Immobili
Veicoli
Keystone
RUSSIA
05.03.20 - 23:330

Intesa tra Erdogan e Putin per il cessate il fuoco a Idlib

L'accordo prevede anche la creazione di un corridoio di sicurezza ampio 12 chilometri lungo l’autostrada M4.

Ci sarà poi una zona cuscinetto ampia sei chilometri per separare i militari turchi da quelli siriani.

MOSCA - Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin hanno annunciato di avere trovato un accordo per il cessate il fuoco nella regione di Idlib, che entrerà in vigore da mezzanotte. 

«Le forze del regime siriano hanno violato gli accordi, e gli abitanti di Idlib sono scappati - ha detto il presidente turco -. Assad vuole spazzare via i civili in quella regione e noi non staremo a guardare». Ma la cooperazione fra Ankara e Mosca è «a un alto livello» e questo permette «di raggiungere degli accordi», di trovare «un punto comune», e arrivare «a un cessate il fuoco, a partire dalla mezzanotte».

Il premier russo, al termine dei colloqui con Erdogan, ha precisato: «Non sempre concordiamo su tutto, ma in ogni momento critico siamo sempre stati in grado di trovare un'intesa comune e arrivare a una soluzione: lo abbiamo fatto anche oggi». E ha aggiunto: «Entrambi crediamo che si debba mantenere l'integrità territoriale della Siria e che si debbano combattere i terroristi: spero che questi accordi contribuiscano a costruire una base per fermare l'escalation in Siria e fermare la crisi umanitaria».

L'accordo prevede, oltre al cessate il fuoco a partire da mezzanotte, due misure aggiuntive per allentare la tensione: la creazione di «un corridoio lungo 6 km» a sud e a nord dell'autostrada M4 (per un totale di 12 km) tra Latakia e Aleppo (entro sei giorni un comitato tecnico dovrà «definire i dettagli») e dal 15 marzo partiranno i pattugliamenti congiunti russo-turchi su un tratto della stessa autostrada.

Erdogan e Putin hanno reiterato che non vi è una soluzione militare alla crisi in Siria e che la sovranità e integrità territoriale del Paese «va rispettata».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA / SVIZZERA
3 ore
«Temo per la mia vita»
Boris Bondarev aveva rassegnato le sue dimissioni in segno di protesta contro l'aggressione all'Ucraina voluta da Putin.
SEGUI IL LIVE
UCRAINA
LIVE
Zelensky al WEF: «L'occidente è diviso di fronte alla Russia»
Nel frattempo Mosca ha annunciato di essere pronta al dialogo sulle forniture di grano dall'Ucraina
STATI UNITI
7 ore
Sparatoria alle elementari: almeno 19 i bambini morti
Si contano inoltre anche due vittime adulte. Il killer, il 18enne Salvador Ramos, era un ex allievo.
RUSSIA
7 ore
La sorte di chi ha deluso Putin
Spariti, silurati, arrestati: sono diversi i comandanti e politici al fianco dello "zar" che non si sono più visti
UNIONE EUROPEA
8 ore
Sempre più pesticidi pericolosi nella frutta europea
La denuncia arriva da un rapporto del Pesticide Action Network che ha analizzato quasi 100'000 campioni
STATI UNITI
15 ore
Sparatoria alle elementari: morti 14 bambini
School shooting in Texas. La strage è tra le più gravi nella storia recente degli Stati Uniti
SVIZZERA/MONDO
16 ore
«Parlare con Putin? Non vale la pena discutere con un malato»
Il sindaco di Kiev era ospite in remoto del Wef: «Ogni euro dato alla Russia è sporco di sangue ucraino»
GERMANIA
16 ore
Schroeder è uscito da Gazprom
L'ex cancelliere lo ha annunciato tramite Linkedin
UCRAINA: SEGUI IL LIVE
19 ore
Sarà un mese molto difficile per il Donbass
La Commissione Ue: «Putin sta usando il tema alimentare come un'arma». E «l'impatto si sente non solo sull'Ucraina».
GERMANIA
23 ore
«21 giorni d'isolamento per chi contrae il vaiolo delle scimmie»
Lo ha annunciato oggi a Brema il Ministro della Sanità tedesco, Karl Lauterbach
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile