Keystone
ITALIA
29.02.20 - 18:320
Aggiornamento : 18:48

In Italia superati i mille casi positivi, 29 i morti

La Lombardia rimane la regione più colpita con 256 pazienti ricoverati, 80 dei quali in terapia intensiva

Le scuole restano ancora chiuse in Veneto, Emilia-Romagna e nella stessa Lombardia.

ROMA - Sono 1'049 le persone che a oggi risultano positive al coronavirus in Italia. A queste si aggiungono 29 persone decedute - tutte per complicazioni - e 50 guariti in tutto il Paese. Complessivamente, dall'inizio dell'emergenza sono stati dunque 1'128 i contagiati. È il bilancio fornito dal capo della Protezione civile italiana, Angelo Borrelli.

Il 52% degli ammalati sono in isolamento domiciliare, ha aggiunto Borrelli, facendo il punto della situazione. Per quanto riguarda la Lombardia, «abbiamo 256 pazienti ricoverati, più 80 in terapia intensiva, meno rispetto ieri. Siamo a 23 decessi, tutte persone anziane e con patologie», ha detto l'assessore al Welfare della Regione, Giulio Gallera, nella ormai consueta conferenza stampa per fare il punto sull'emergenza coronavirus, aggiungendo che gli accessi giornalieri in ospedale continuano a diminuire.

Scuole chiuse in tre regioni - Le scuole riaprono in tutte le regioni tranne che nelle tre regioni con aree cluster nelle quali in realtà ci sarà la sospensione delle attività, fino all'otto marzo, ma non la chiusura totale. Le misure straordinarie riguardano Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Lunedì riapriranno le scuole in Liguria a eccezione della Provincia di Savona. Lo ha annunciato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. «La Provincia di Savona vedrà applicate ancora le limitazioni valide oggi per tutta la Liguria, con le scuole chiuse, mentre le altre province della Liguria torneranno ad essere assimilate alle aree simili del resto del Paese, senza limitazioni» ha spiegato il governatore della Liguria.

Ritorno a tutte le attività anche per Friuli Venezia Giulia e Marche, così come avviene per tutte le altre regioni che avevano sottoscritto l'ordinanza unica nazionale. Le decisioni sono state prese dal governo nella riunione alla Protezione Civile a cui hanno partecipato il premier italiano Giuseppe Conte, i ministri e anche le Regioni in collegamento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
EUROPA
2 ore
EasyJet: bagaglio a mano? Presto solo uno zainetto
Da febbraio si potrà portare in cabina solo una piccola borsa da tenere sotto il sedile
BIELORUSSIA / LITUANIA
2 ore
«Quella centrale nucleare non rispetta gli standard internazionali»
La Lituania è preoccupata della gestione bielorussia della nuova centrale nucleare di Astravyets
MONDO
3 ore
L'Onu rimuove la cannabis dalla lista dei narcotici più pericolosi
Nella stessa tabella figuravano anche eroina e cocaina
STATI UNITI
4 ore
Elon Musk è l'imprenditore dell'anno
Il fondatore di Tesla è stato incoronato dalla rivista "Fortune"
RUSSIA
4 ore
«Cominciate», ha detto Putin
Fra 7 giorni inizierà un processo di vaccinazione su larga scala del vaccino Sputnik V
MONDO
5 ore
Vecchi iPhone rallentati: Apple nei guai anche in Europa
Un'organizzazione per i diritti dei consumatori ha presentato un'altra azione legale contro il gigante degli smartphone
SINGAPORE
6 ore
«Un momento storico per l'industria della carne»
I bocconcini di pollo dell'azienda Eat Just potrebbero avere un risvolto fondamentale
ITALIA
8 ore
«Ci aspettavamo più coordinamento con la Svizzera»
Verso il nuovo Dpcm, che blinderà il Natale italiano. Le parole del senatore Alessandro Alfieri
AUSTRIA
9 ore
Natale: pattuglie di polizia nei centri commerciali
La misura è stata decisa per evitare «giornate di caos» nel corso dello shopping natalizio
BELGIO
11 ore
Una cartella clinica in vendita a 1 euro
Sul dark web si trovano in vendita dati identificativi, carte d'identità, carte di credito e cartelle cliniche
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile