Immobili
Veicoli
Keystone / Petrone 2020
A destra il frammento di cervello vetrificato analizzato.
ITALIA
23.01.20 - 17:000

Ercolano, trovati i resti del cervello di una vittima dell’eruzione del 79 d.C.

L'eccezionale scoperta è stata pubblicata sul New England Journal of Medicine. I frammenti furono rinvenuti inizialmente negli anni '60

ERCOLANO - È una scoperta che ha del sensazionale quella annunciata oggi dal Parco Archeologico di Ercolano. Un team di ricercatori - guidato da Pier Paolo Petrone, dell’Università Federico II di Napoli - ha rinvenuto i resti di cervello di una delle vittime della storica eruzione del Vesuvio, che nel 79 d.C. riversò valanghe di cenere bollente su Pompei ed Ercolano, uccidendo istantaneamente tutti gli abitanti.

I risultati dello studio sui resti sono stati pubblicati dal New England Journal of Medicine, rivista medica leader a livello mondiale. I frammenti furono rinvenuti durante alcuni scavi effettuati negli anni ‘60. Nella cenere vulcanica furono rinvenuti un letto di legno e i resti carbonizzati di un uomo che - secondo gli archeologi - dovrebbe essere il custode del Collegio consacrato al culto di  Augusto.

Nel materiale vetroso scoperto nel cranio della vittima sono state identificate diverse proteine e acidi grassi, normalmente presenti nei tessuti cerebrali e nei capelli umani.

Una scoperta unica - Secondo gli studiosi, l’elevato calore sarebbe stato tale da bruciare il grasso e i tessuti corporei della vittima, causando la vetrificazione del cervello. Se la conservazione dei tessuti cerebrali è già di per sé un evento molto raro, il caso di Ercolano costituisce un unicum nel suo genere. È infatti la prima volta che vengono scoperti resti di un cervello umano vetrificati per effetto del calore di un’eruzione.

Petrone 2020
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FRANCIA
6 ore
Chirurgo mette all'asta la radiografia di una vittima del Bataclan
La lastra è ancora disponibile su OpenSea, ma il prezzo, dopo che il medico è stato denunciato dai media, è stato tolto
GERMANIA
8 ore
Vaccino obbligatorio, il progetto è pronto a scaldare gli animi
Mercoledì inizieranno i dibattiti su una proposta interpartitica: un obbligo vaccinale per tutti gli over 18
DANIMARCA
10 ore
Quella di Omicron potrebbe essere l'ultima ondata
Lo ha dichiarato Hans Kluge, direttore per l'Europa dell'Oms
NORVEGIA
11 ore
Il primo viaggio in Europa dei talebani
Una delegazione è arrivata ad Oslo, numerose le riunioni previste
MONDO
11 ore
Un sottotipo di Omicron ancora più contagioso? Gli esperti: «Prudenza»
È stato denominato BA.2 e differisce del 50% con la variante base
TURCHIA
13 ore
Arrestata per un proverbio in Tv
L'accusa? Aver «platealmente insultato il Presidente» con un proverbio ritenuto offensivo
ITALIA
19 ore
Berlusconi e il Quirinale: «Per me questo è il senso di una vita»
Si trattava del coronamento di un sogno di bambino, avrebbe confessato lui stesso
ITALIA
20 ore
Scontro tra auto e bus, morti cinque giovani
Tremendo impatto frontale, sono tutti deceduti sul colpo
GERMANIA
20 ore
«Omicron e Delta potrebbero combinarsi»
Secondo il virologo Christian Drosten da Omicron e Delta potrebbe nascere una nuova, più pericolosa, variante.
STATI UNITI
1 gior
Un enorme rogo minaccia l'iconica Highway 1
L'incendio ha già mandato in fumo 600 ettari di vegetazione e costretto le autorità a evacuare una vasta area.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile