Immobili
Veicoli
Depositphotos (ArturVerkhovetskiy)
C'è un problema con i viaggiatori che fanno la pipì nella metropolitana di Città del Messico.
MESSICO
17.01.20 - 09:300

Quelle scale mobili che vanno in tilt per colpa della... pipì

È un grosso problema per chi si occupa della manutenzione degli impianti della metropolitana di Città del Messico

CITTÀ DEL MESSICO - Gli utenti della metropolitana di Città del Messico si lamentano spesso per le scale mobili non funzionanti, senza sapere che tra ciò che causa il maggior numero di guasti c'è la... pipì.

La società che gestisce la rete di trasporti sotterranea della megalopoli ha stilato una lista dei primi cinque motivi per cui si verificano delle interruzioni è la «corrosione dovuta all'urina» che penetra nei motori e negli ingranaggi delle scale mobili, «anche se sembra difficile da credere».

Lo ha spiegato all'Associated Press Fermin Ramirez, vicedirettore addetto alle rotaie e alla manutenzione. A quanto pare i viaggiatori avrebbero la cattiva abitudine di fare la pipì sulle scale mobili, specialmente negli orari di scarsa affluenza e nelle stazioni meno frequentate. «Quando facciamo manutenzione troviamo sempre urina» ha aggiunto Ramirez. Delle 467 scale mobili presenti nella metropolitana di Città del Messico, 22 sono fuori servizio permanente e molte sono vecchie e in cattive condizioni, anche a causa delle brutte abitudini dei viaggiatori. La città ha in programma di rimpiazzarne 55 nei prossimi due anni.

Gli utenti messicani puntano il dito sui social sulla mancanza di toilette pubbliche nella maggior parte delle stazioni. A disposizione del pubblico - si calcola che oltre 1,6 miliardi di persone prendano la metropolitana a Città del Messico ogni anno - non ci sono nemmeno bagni a pagamento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
RUSSIA / UCRAINA
1 ora
Russia-Ucraina: l'ottimismo scarseggia, ma si va avanti
La risposta fornita da Usa e Nato è invece stata gradita da Kiev: «Nessuna obiezione dal lato ucraino»
REGNO UNITO
3 ore
I reati sessuali sono in aumento. «Per il governo non è una priorità»
Nei primi nove mesi del 2021 in Inghilterra e in Galles sono stati denunciati quasi 70mila stupri
STATI UNITI
6 ore
Vietato dalla scuola un romanzo sull'Olocausto
L'autore Art Spiegelman, vincitore del premio Pulitzer, si è detto «sconcertato»
COSTA RICA
9 ore
Assalto no-vax all'ospedale per «salvare un bambino dal vaccino»
Una trentina di persone è riuscita a fare irruzione nel nosocomio, ma non ad arrivare al bambino al quarto piano
MONDO
12 ore
«I casi gravi sono dovuti alla coda della Delta»: lo studio
L'osservazione dell'Istituto di ricerca Altamedica sull'evoluzione della variante: «Dati veramente tranquillizzanti»
TAGIKISTAN
17 ore
Isolati dal mondo, i pamiri temono per la loro incolumità
Vivono in una regione del Tagikistan, e da novembre sono stati tagliati fuori dal mondo
UCRAINA / GERMANIA
1 gior
5000 elmetti all'Ucraina: «E poi che altro ci manderanno? Dei cuscini?»
Il sindaco di Kiev pensa che l'offerta di Berlino non sia altro che «uno scherzo»
GERMANIA
1 gior
Odio, crimine, violenza: ora Telegram rischia grosso
È in arrivo una stretta a livello politico: o i proprietari vanno incontro alle autorità, o rischiano il divieto totale
ITALIA
1 gior
Quirinale, anche la terza fumata è nera
Alla terza votazione, il presidente della Repubblica uscente ha ricevuto 125 voti. Da domani si abbassa il quorum.
ITALIA
1 gior
Berlusconi sempre in ospedale (e di pessimo umore)
Pochissime le visite, ma segue gli sviluppi dell'elezione del presidente della Repubblica
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile