Keystone
AUSTRALIA
12.11.19 - 07:530

Una campagna nazionale contro i gatti selvatici

Gli animali sono «responsabili dell'uccisione di un miliardo di animali nativi ogni anno in tutta Australia, fra cui 459 milioni di mammiferi nativi»

SYDNEY - I governi federale e dei sei stati e due territori d'Australia hanno concordato un piano nazionale per coordinare ed espandere le misure contro i gatti tornati allo stato selvatico, che stanno spingendo sull'orlo dell'estinzione molte specie native.

L'accordo, raggiunto dagli otto ministri dell'Ambiente in una riunione ad Adelaide, prevede la formazione di un gruppo di lavoro, presieduto dal ministro Matt Kean del New South Wales, mirante a estendere i metodi di controllo già in atto e a sviluppare nuove tecniche.

I gatti selvatici sono «responsabili dell'uccisione di un miliardo di animali nativi ogni anno in tutta Australia, fra cui 459 milioni di mammiferi nativi», ha dichiarato il ministro Kean in un comunicato. «Le misure di controllo aiutano, ma non possono risolvere il problema, quindi dobbiamo esplorare nuove idee come la biologia sintetica e i controlli genetici», ha aggiunto.

Il governo del New South Wales estenderà una collaborazione in atto con l'University of New England per raffinare le tecniche esistenti di controllo e sperimentare nuove opzioni.

Secondo Suzanne Milthorpe, del gruppo ambientalista Wilderness Society, il declino della cooperazione fra governi federale e statali nella protezione delle specie negli ultimi 20 anni è stato un fattore determinante nella perdita di specie native. Milthorpe ha accolto con soddisfazione l'iniziativa di formare un gruppo di lavoro per contrastare l'impatto devastante dei gatti selvatici, ma avverte che le singole iniziative non saranno sufficienti.

«Sarebbe necessario sviluppare questi primi passi positivi contro i gatti selvatici in una cooperazione sistemica e duratura a livello nazionale per affrontare i gravi problemi che minacciano la nostra fauna e le aree naturali», ha aggiunto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO
FRANCIA
1 ora
Black bloc, lacrimogeni e cassonetti in fiamme: a Parigi è il caos
Cresce la tensione a margine del corteo contro la riforma delle pensioni voluta da Macron. Ma il presidente sembra voler andare dritto per la propria strada: «Sono calmo e determinato». 41 i fermi
STATI UNITI
2 ore
Donald Trump sarà messo in stato di accusa
La speaker della Camera Nancy Pelosi ha dato il via alla redazione degli articoli di impeachment: «È in gioco la nostra democrazia. Non ci lascia altra scelta»
STATI UNITI
2 ore
Biden posta il video del vertice Nato: «Il mondo ride di Trump»
Nel filmato diversi leader parlano male del presidente statunitense
STATI UNITI
4 ore
Negli Stati Uniti è boom di "carne vegetale"
Il trend interessa soprattutto i millennial. I produttori di carne (vera) contrattaccano
MONDO
5 ore
I nuovi utenti di Instagram dovranno dichiarare la loro età
«Questi cambiamenti rappresentano un passo in avanti nello sforzo di tutelare i più giovani» comunicano dalla piattaforma social
TURCHIA
7 ore
«Volevo uccidere qualcuno»: era appena evaso
Ha confessato l'assassino della 20enne uccisa due giorni fa
MONDO
7 ore
Il novembre 2019 è stato il più caldo mai registrato
Temperature estremamente miti sono state osservate specialmente nella Siberia orientale, Alaska e Groenlandia
FOTO
POLONIA
7 ore
Esplosione dopo una fuga di gas, otto morti
I corpi dei dispersi sono stati ritrovati
FRANCIA
9 ore
La Francia si ferma per lo sciopero generale
Dagli aerei ai treni, dalla metro alle scuole, fino agli ospedali quasi tutto sarà bloccato per protestare contro la riforma delle pensioni
STATI UNITI
10 ore
Paura a Pearl Harbour: militare spara e uccide due persone
A sparare è stato un uomo che indossava la divisa della Us Navy. Le due vittime sono dipendenti civili del Dipartimento alla difesa
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile