Keystone
HONG KONG
23.10.19 - 06:000
Aggiornamento : 09:56

La testimonianza di un ticinese ad Hong Kong: «La città è irriconoscibile»

La gente locale ha paura, è esasperata e teme per il proprio futuro. «L’economia è ferma»

HONG KONG - La situazione di Hong Kong non accenna a placarsi, e gli interventi della forze dell’ordine si fanno sempre più importanti. A scatenare le proteste la scorsa primavera era stata la legge sull’estradizione, che nel frattempo è stata ritirata. Eppure gli scontri proseguono. 

Abbiamo sentito il ticinese L.F., che da molti anni si reca regolarmente ad Hong Kong per lavoro, per farci raccontare l’atmosfera che si respira in questo periodo di tensione. 

Com’è la situazione attuale ad Hong Kong? 
«La città è irriconoscibile, e la gente locale ha paura di ciò che sta succedendo. È questa la cosa che mi ha maggiormente colpito, e di cui non si parla abbastanza sui media occidentali. Le manifestazioni, anche violente, proseguono ad oltranza, e la popolazione non si sente al sicuro. C’è l’esercito cinese al confine». 

Come è cambiata la città?
«Non sembra di trovarsi ad Hong Kong. Le vie sono quasi vuote, quando solitamente sono invase dal traffico. Nei ristoranti c’è poca gente, così come nei centri commerciali. Le persone locali hanno paura ad uscire, e i turisti sono spaventati. L’economia è ferma». 

Ci sono stati momenti in cui hai avuto paura? 
«No, non mi sono mai sentito in pericolo e la città è sicura. La polizia mette in sicurezza tutte le zone pericolose dove avvengono i disordini. I controlli di polizia sono stati intensificati anche in aeroporto: invece delle solite cinque entrate ce n’è solo una, super sorvegliata. Così anche all’uscita. E a causa degli scontri spesso i mezzi pubblici vengono fermati, e taxi rimangono l’unica alternativa». 

Hai vissuto da vicino momenti di tensione? 
«Una volta stavo per prendere la metro e la polizia ci ha fermati, perché avevano appena buttato una bomba carta in una stazione della metropolitana. Le forze dell’ordine ci hanno fatto prendere il bus, gratuitamente. Un’altra volta le proteste erano vicine al mio ufficio, e ho notato che il divieto di coprirsi il volto non è stato rispettato praticamente da nessuno. La zona in pochi minuti è diventata deserta, ma fortunatamente non ci sono state conseguenze». 

Le proteste sono appoggiate dai cittadini? 
«No. È un piccolo gruppo quello che protesta, e che sta tenendo in scacco tutta la città. La gente comune è preoccupata per il futuro, per cosa porteranno questi scontri continui e per l’eventuale intervento della Cina. Ed è esasperata. Il fatto che i manifestanti facciano dei danni non è comprensibile per la popolazione. Sui giornali si legge sempre e solo dei manifestanti e della polizia, dimenticando la realtà della gente locale. È la popolazione che ne subirà le conseguenze, indifferentemente da come andrà a finire».

Hai avuto modo di confrontarti con le persone del luogo. Una cosa che ti ha particolarmente colpito?
«Quando stavo per partire la mia segretaria di Hong Kong mi ha parlato della situazione attuale, e piangeva. La situazione per gli abitanti non è facile. E lo dimostrano anche i messaggi che ricevevo da amici e colleghi, sempre di Hong Kong, che terminavano spesso con la frase “God Save Hong Kong”». 

In questo viaggio di lavoro ti sei recato anche in Cina. Qual è la loro percezione riguardo alle tensioni di Hong Kong?
«Loro sono convinti che i manifestanti siano aizzati e guidati dall’esterno, e che le proteste non siano nate all’interno di Hong Kong. Anche loro non concepiscono il fatto che i manifestanti provochino dei danni». 

Ti sei già confrontato con situazioni simili ad Hong Kong? 
«A livello di proteste e intervento delle forze dell’ordine no, e sono 30 anni che mi reco ad Hong Kong per lavoro. Avevo già visto la città semi deserta quando c’era stata la Sars, ma questa è una situazione diversa». 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
11 min
Acqua alta a Venezia: per le 13 atteso un picco di +160 cm
La città si appresta ad affrontare una nuova marea straordinaria: negli ultimi 147 anni se ne contano solo tre oltre questo valore, tutte dopo il 1966
STATI UNITI
3 ore
Uccide la moglie e tre figli, poi si spara
Solo 24 ore prima della strage, la donna aveva ottenuto un'ingiunzione restrittiva nei confronti del marito. Che però non ha fermato l'uomo. Gravissimo anche il quarto figlio
ITALIA
15 ore
Non solo Venezia, il maltempo flagella la Penisola
Neve, mareggiate, acqua alta. Le condizioni meteo hanno fatto scattare l'allerta per rischio idrogeologico in undici Regioni
FOTO
INDIA
15 ore
Una sosta al bar per una... boccata di ossigeno
L'Oxygen bar di New Delhi offre ristoro dall'intenso inquinamento urbano. Il suo menu propone aria pura con un'ampia scelta di aromi
STATI UNITI
17 ore
Bill Gates si riprende lo scettro, è lui il più ricco del mondo
Per l'indice Bloomberg il fondatore di Microsoft vale 110 miliardi di dollari. Superato Jeff Bezos. Terzo sul podio Bernard Arnault, patron di LVMH
FOTO
ITALIA
22 ore
I turisti infastidiscono Venezia: «Ci vorrebbe un po' di rispetto»
L'allarme acqua alta - almeno per oggi - è rientrato, ma i danni subiti restano e per tornare alla normalità serve tempo. Alcuni veneziani non ci stanno: «Ci voleva una tregua, non c'è più educazione»
STATI UNITI
1 gior
Trump grazia tre militari accusati di crimini di guerra
E lo fa nonostante l'opposizione del Pentagono
ITALIA
1 gior
40 anni di Capitan Harlock, Matsumoto ha un malore
Il disegnatore giapponese, a Torino per i festeggiamenti, sarà sottoposto a una tac. Forse un ictus
CINA
1 gior
Hong Kong: la polizia arresta due studenti tedeschi
I due sono nell'ex colonia per uno scambio di studi con la Lingnan University. A entrambi è stata concessa l'assistenza consolare
STATI UNITI
1 gior
Ex ambasciatrice Usa: «Mi sentii minacciata da Trump». Lui twitta
Lo sdegno per le intimidazioni in diretta da parte del presidente americano è bipartisan
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile