Keystone
STATI UNITI
21.09.19 - 09:070
Aggiornamento : 10:31

Nuove forze americane in Medio Oriente

La decisione è stata approvata dal presidente Donald Trump dopo una richiesta di sostegno da parte di Riad a seguito degli attacchi agli impianti petroliferi in Arabia Saudita

WASHINGTON - Gli Stati Uniti invieranno nuove forze nel Medio Oriente dopo gli attacchi agli impianti petroliferi in Arabia Saudita che si sospetta fortemente siano stati sferrati dall'Iran.

Lo ha annunciato il capo del Pentagono Mark Esper. Il segretario alla Difesa ha spiegato che la decisione è stata approvata dal presidente Donald Trump dopo una richiesta di sostegno da parte di Riad. Il dispiegamento - ha aggiunto - sarà di natura difensiva e riguarderà in primo luogo sistemi di difesa aerea e missilistica.

L'Iran si difende: «Nemmeno i sauditi credono al nostro coinvolgimento» - L'attacco saudita di ieri al porto yemenita di Hudayda sul Mar Rosso, è secondo il ministro degli Esteri iraniano un segnale che i sauditi stessi non crederebbero al coinvolgimento iraniano negli attacchi alle strutture petrolifere saudite dello scorso 14 settembre.

In un messaggio su Twitter, Mohammad Javad Zarif sottolinea: «Dato che il regime saudita ha incolpato l'Iran, senza alcun fondamento, per gli attacchi, è curioso che si stanno vendicando contro Hudayda, rompendo un cessate il fuoco delle Nazioni Unite. È chiaro che anche i sauditi stessi non credono alla finzione del coinvolgimento iraniano».

Zarif, in un'intervista all'agenzia Irna, ha anche affermato che le sanzioni Usa contro la Banca centrale iraniana e il Fondo di sviluppo nazionale indicano la «frustrazione» statunitense e la «fine incombente» della sua politica di «massima pressione». L'«inaccettabile» misura Usa rivelerebbe il tentativo di ostacolare la consegna di generi alimentari e medicine al popolo iraniano. «Questa misura viola tutti gli impegni internazionali, non solo l'accordo sul nucleare del 2015, ma anche i riconosciuti principi internazionali sull'immunità delle banche centrali», ha sottolineato.

Commenti
 
Corsica 2 mesi fa su tio
È un attacco eseguito dagli americani sotto copertura.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
REGNO UNITO
1 ora
Colpo grosso in casa Ecclestone: bottino da 50 milioni
L'esclusiva villa londinese della figlia dello storico patron di Formula 1 è stata svaligiata lo scorso venerdì da tre topi d'appartamento. «Sono scioccata»
SCOZIA
3 ore
Battuta all'asta la bottiglia di whisky più grande del mondo
Alta circa un metro e mezzo, è stata venduta online per 15'000 sterline
STATI UNITI
5 ore
Dopo 43 anni il corpo di quella ragazza ha finalmente un nome
La giovane Judy Gifford era scomparsa nel 1976 all’età di 14 anni. Fu strangolata. Ora gli inquirenti cercano l’autore del delitto
REGNO UNITO
5 ore
La regina Elisabetta II potrebbe essere il tuo capo
La famiglia reale è in cerca di un nuovo responsabile dei social media. L'impiego a tempo pieno promette weekend liberi e pranzi gratuiti
ITALIA
16 ore
Le valanghe fanno tre morti
Tre distinti incidenti hanno avuto esito letale sulle Alpi italiane: in Sudtirolo, Valle d'Aosta e Piemonte
CINA
17 ore
Il 74% dei giovani fa acquisti di notte
Lo rivela un recente sondaggio del quotidiano China Youth Daily
SPAGNA
19 ore
Cop25 fallita, Greta: «La scienza è stata ignorata»
Anche il segretario generale dell'Onu ha espresso «delusione» per l'esito della conferenza sul clima. Il WWF: «I Paesi ricchi si sono sottratti alle loro responsabilità»
FILIPPINE
21 ore
Terremoto: una vittima confermata, è una bimba
La piccola è morta nella cittadina di Matanao a causa del crollo della sua abitazione
FOTO
FILIPPINE
1 gior
Terremoto nelle Filippine: i morti sono almeno 4
Dei quali un bimbo, diversi i crolli e molto panico fra la popolazione. Il bilancio è ancora in corso ed è destinato ad aggravarsi
ARGENTINA
1 gior
Buenos Aires, rapinato e ucciso davanti ad un hotel a cinque stelle
La vittima è un turista britannico. Anche il figlio è stato colpito ad una gamba e si trova ora in ospedale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile