Dipartimento di Stato Usa
La cagnetta Athena, poco meno di un anno dopo il suo arrivo in Giordania e già pesantemente denutrita.
STATI UNITI
17.09.19 - 10:300
Aggiornamento : 18:03

Cani anti-bomba donati dagli Usa alla Giordania lasciati a morire di fame

Forniti per la lotta al terrorismo sono vittime di abusi e negligenza sistematica come riporta un'indagine americana

WASHINGTON D.C. - Emaciati e con le costole sporgenti, ricoperti di zecche e con le unghie cresciute ben oltre misura.

I cani anti-bomba donati dagli Stati Uniti all'alleata Giordania sono ammalati e stanno morendo uno dopo l'altro - per negligenza di chi dovrebbe curarli - come conferma un rapporto d'indagine delle autorità americane ripreso dalla Cnn.

Dal 2008 al 2016, conferma lo studio almeno 10 cani sono morti e quelli che sopravvivono «sono tenuti in condizioni malsane». In alcuni canili non ci sarebbero nemmeno le ciotole e il cibo verrebbe gettato semplicemente a terra davanti a loro.

Il piano di aiuto cinofilo americano a nazioni quali Thailandia, Marocco, Indonesia e Barhain è attivo da oltre 20 anni e ha come fine primario la lotta al terrorismo. Una certa lassezza nei controlli da parte delle autorità statunitensi e la mancanza di accordi specifici, però, avrebbe portato a questa situazione di maltrattamento sistematico.

«Malgrado il Dipartimento di stato abbia speso milioni di dollari per addestrare e consegnare questi esemplari non si è poi interessato delle condizioni in cui vengono tenuti e della loro salute», riportano gli inquirenti che avevano segnalato la criticità della situazione già nel 2016. Malgrado ciò, Washington non ha cessato l'invio dei quattrozampe.

Dal canto suo la Giordania afferma che indagherà sulle effettive condizioni degli animali con un team di investigatori indipendenti. «Per noi la salute di questi cani è di grande importanza», riporta un portavoce del governo.

Dipartimento di Stato Usa
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
FOTO E VIDEO
ITALIA
26 min
Un arcobaleno, poi il tricolore salutano il nuovo ponte
A due anni dalla tragedia del Ponte Morandi è stato inaugurato il nuovo viadotto Genova San Giorgio.
REGNO UNITO
1 ora
Pensavano fosse stato assassinato, risalta fuori 5 anni dopo
La surreale storia di Ricardas Puisys, nascosto nel bosco per scappare alla criminalità organizzata: «Ora è al sicuro»
ITALIA
2 ore
Coronavirus: 1,48 milioni d'italiani hanno gli anticorpi
Sono sei volte più rispetto al totale dei casi intercettati, come emerge dallo studio sulla sieroprevalenza
FILIPPINE
3 ore
Duterte, pugno di ferro anche contro il virus
Manila e le province circostanti saranno nuovamente in quarantena da domani e per due settimane
GERMANIA
5 ore
«Lui non collaborerà mai con la polizia»
Le parole del legale di Christian Brueckner, l'uomo attorno a cui si concentrano le indagini sul caso di Maddie McCann
ITALIA
5 ore
MSC Crociere, si salpa ma con un tampone Covid-19 per tutti
Misure eccezionalmente severe per passeggeri ed equipaggio: «Vogliamo offrire una vacanza sana e sicura»
MONDO
6 ore
Vendite di tablet in aumento (grazie al lockdown)
I dispositivi sono diventati indispensabili non solo per intrattenimento, ma anche per lavoro e didattica a distanza
ITALIA
8 ore
Poche ore all'inaugurazione: «Non vediamo l’ora che questa giornata sia finita»
I parenti delle vittime vivono con insofferenza la cerimonia: «Da mesi sentiamo parlare di "miracolo", siamo stanchi».
STATI UNITI
10 ore
Le infezioni sono «straordinariamente diffuse»
«Se avete scelto di andare in vacanza in una "zona calda", dovreste seriamente tornare indietro» dicono gli esperti
STATI UNITI
13 ore
TikTok, 45 giorni per un accordo ByteDance-Microsoft
Il presidente, che aveva valutato la messa al bando dell'app, nel fine settimana ha cambiato strategia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile