Keystone
Foto d'archivio
LIBIA
28.08.19 - 10:410
Aggiornamento : 11:54

La Mare Jonio salva 100 persone su un gommone alla deriva

A bordo almeno otto donne incinte e 22 bambini: «Aspettiamo istruzioni dal centro di coordinamento italiano»

TRIPOLI - La nave Mare Jonio della Ong Mediterranea saving humans ha completato il salvataggio di circa cento persone su un gommone alla deriva al largo della Libia. Tra i soccorsi almeno otto donne incinte, 22 bambini di meno di 10 anni e altri sei minori.

«Abbiamo individuato il loro gommone, sovraffollato - informa l'organizzazione non governativa - alla deriva e con un tubolare già sgonfio con il nostro radar, e per fortuna siamo arrivati in tempo per portare soccorso», che è stato completato alle 8.35 di questa mattina.

«Le persone - sottolinea Mediterranea - sono tutte al sicuro a bordo con noi, ci sono casi di ipotermia e alcune di loro hanno segni evidenti dei maltrattamenti e delle torture subite in Libia. Fuggono tutte dall'inferno. Restiamo ora in attesa di istruzioni dal centro di coordinamento marittimo italiano, cui ci siamo riferiti mentre ancora il salvataggio era in corso, in quanto nostro Mrcc (Centro di coordinamento marittimo, ndr) di bandiera».

«Roma ci dice di rivolgerci alla Libia» - «Alla nostra richiesta di istruzioni» il Centro di coordinamento del soccorso marittimo italiano «ha risposto come sempre di riferirci alle 'autorità libiche'. Abbiamo replicato che sarebbe impossibile per noi riferirci alle forza di un paese in guerra civile dove si consumano tutti i giorni torture e trattamenti inumani e degradanti, rispetto alla sorte delle persone soccorse, ora a bordo di una nave battente bandiera italiana, e la cui sicurezza è incolumità ricade sotto la nostra responsabilità». Così Mediterranea saving humans sul salvataggio di 98 migranti questa mattina da parte della nave Mare Jonio.

«Abbiamo reiterato pertanto all'Italia - aggiunge la ong - la richiesta di istruzioni compatibili col diritto internazionale del mare e dei diritti umani».

Eleonore bloccata fuori Malta: «Noi lasciati soli» - «Nell'assenza di qualsiasi supporto dai governi siamo ancora una volta lasciati soli con i nostri confusi ed esausti ospiti». Così su twitter l'organizzazione non governativa tedesca Mission LIfeline, la cui nave Eleonore, con 101 migranti soccorsi a bordo, staziona da ieri fuori dalle acque territoriali maltesi, col divieto di entrare.

«Ci è stato mandato un rifornimento di cibo fresco ed acqua ma non sostituisce la pace e la sicurezza. Chiediamo a tutti di solidarizzare con noi», aggiunge Lifeline.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
ITALIA
38 min
Il suo cuore si ferma a 14 anni, mentre fa ginnastica
Dramma in provincia di Treviso. Il padre: «E ora chiedo giustizia»
STATI UNITI
4 ore
Quei mini-cervelli cresciuti in provetta che fanno discutere
Sono una delle ultime grandi scoperte della neurologia con un grande potenziale medico ma, per alcuni, il rischi di “andare al di là“ dell'etico c'è
REGNO UNITO
13 ore
Aborto e matrimonio gay in Irlanda del Nord
È l'effetto della paralisi del governo e del parlamento locali di Belfast che trasferisce ora temporaneamente la potestà legislativa al parlamento britannico
ISRAELE
15 ore
Netanyahu rinuncia a formare il governo
È la seconda volta in sei mesi che il leader del Likud fallisce, ora dovrebbe toccare a Benny Gantz
EMIRATI ARABI UNITI
18 ore
Questa qui è la perla più antica che esista
Ha poco meno di 8'000 anni ed è stata scoperta per caso da degli archeologi che cercavano ben altro. Sarà messa in mostra al Louvre di Abu Dhabi
GERMANIA
19 ore
L'economia tedesca potrebbe essere entrata in recessione
Lo dice la Bundesbank, secondo cui «il prodotto interno lordo potrebbe essersi ridotto nuovamente nel terzo trimestre del 2019» dopo il -0,1% del secondo trimestre
FOTO
CILE
19 ore
A Santiago i manifestanti hanno dato fuoco agli uffici dell'anagrafe
Dopo averli saccheggiati, i vigili del fuoco sul posto, le autorità parlano di danni importanti: «Distrutti molti documenti». Il bilancio complessivo è di 11 morti
GIAPPONE
20 ore
Pollon e Nanà Super Girl sono orfane, scomparso Hideo Azuma
Il fumettista è morto all'età di 69 anni, in un ospedale di Tokyo, per le complicazioni di un tumore
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile