Collage Keystone
+ 21
RUSSIA
27.07.19 - 19:380
Aggiornamento : 21:13

Il Cremlino usa il pugno di ferro contro i manifestanti

La polizia russa ha fermato almeno mille persone scese in piazza oggi a Mosca per difendere un loro diritto fondamentale: quello di partecipare a elezioni libere

MOSCA - Il Cremlino torna a usare il pugno di ferro contro chi lo contesta. La polizia russa questo pomeriggio ha fermato almeno mille persone scese in piazza per difendere un loro diritto fondamentale: quello di partecipare a elezioni libere. La cifra, inizialmente più bassa (700), è stata comunicata in serata ad Interfax dalle forze dell'ordine. 

La protesta è iniziata davanti al municipio di Mosca, in un blindatissimo viale Tverskaya. Ma gli arresti e le transenne che impedivano il passaggio hanno costretto i dimostranti a spostarsi anche nelle vie limitrofe del centro della capitale, illuminata da un caldo sole estivo.

La gente manifestava contro la decisione delle autorità di impedire la candidatura di decine di dissidenti alle elezioni comunali di Mosca in programma l'8 settembre. «La Russia sarà libera!», urlava la folla davanti alle schiere di agenti in assetto antisommossa, che non hanno risparmiato manganellate e violenze. I feriti sono almeno sei, tra cui una donna che sanguinava vistosamente dalla testa. La polizia ha inoltre fatto irruzione nello studio televisivo del dissidente Alexiei Navalny bloccando la diretta web delle proteste.

La repressione politica nella Russia del presidente Vladimir Putin sta assumendo un volto sempre più feroce e grottesco. Numerosi oppositori di spicco sono stati infatti arrestati poco prima della manifestazione. Tra ieri notte e stamattina, gli agenti hanno fermato Ilia Yashin, Liubov Sobol, Dmitry Gudkov, Ivan Zhdanov: tutti dissidenti a cui la Commissione elettorale non permette la candidatura. Ad alcuni di loro è stata persino perquisita la casa.

L'accusa questa volta potrebbe essere più grave della solita «organizzazione di una manifestazione non autorizzata» per la quale mercoledì il più importante trascinatore delle proteste anti-Putin, Navalny, è stato arrestato e subito condannato a 30 giorni. Gli investigatori russi infatti hanno da poco aperto un'inchiesta su una serie di cortei per «ostruzione al lavoro delle commissioni elettorali». Le proteste per l'ammissione dei dissidenti alle elezioni quindi potrebbero costare agli organizzatori fino a cinque anni di reclusione.

I problemi economici e l'impopolare riforma delle pensioni del 2018 hanno fatto calare il consenso attorno a Putin. In Russia aumenta il malcontento e le proteste si moltiplicano. Ma l'opposizione non può approfittarne come vorrebbe perché ha difficoltà persino a candidare i propri rappresentanti alle elezioni locali del prossimo settembre (non solo a Mosca). Chi intende correre alle elezioni senza il sostegno di un partito presente alla Duma deve infatti raccogliere le firme del 3% dei suoi potenziali elettori: circa 5.000 per chi aspira a diventare consigliere comunale a Mosca. Molti oppositori ci sono riusciti, ma le autorità hanno respinto la candidatura di decine di loro invalidando numerose firme con dei pretesti formali. Sabato scorso ben 22.000 persone hanno protestato a Mosca contro questo sopruso. Oggi diverse migliaia. «Non credo che questa protesta cambierà qualcosa nell'immediato», dice il giovane Aleksandr, «ma abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce». La notizia più importante per i telegiornali russi è però l'immersione di Putin con un batiscafo nel Golfo di Finlandia.

keystone-sda.ch/STF (Pavel Golovkin)
Guarda tutte le 24 immagini
Commenti
 
Bayron 5 mesi fa su tio
Il criminale Putin ha colpito ancora!
gabola 5 mesi fa su tio
Imparare...non farsi mettere i piedi in testa da chiunque
sedelin 5 mesi fa su tio
putin, schifoso dittatore!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
2 ore
Paura alle Hawaii, uomo sfrattato uccide due agenti di polizia
Poi, non contento, ha dato fuoco all'abitazione, e le fiamme hanno raggiunto altre undici case
FOTO
PARAGUAY
2 ore
76 detenuti evadono grazie a un tunnel
C'è il «forte sospetto» che le autorità carcerarie fossero in combutta
STATI UNITI
4 ore
Spari in un locale in Texas, due morti e cinque feriti
Al momento la polizia non ha effettuato alcun arresto
HONDURAS
4 ore
Dal Ticino all'Honduras che fugge: «Il Paese è in un circolo vizioso»
Delegato della Croce Rossa Svizzera, il malcantonese Fabio Baiardi ci ha parlato delle sfide che affronta lo Stato centroamericano, dal quale è partita una nuova carovana di migranti
LIBIA
12 ore
Eni riduce la produzione a El Feel
La chiusura dell'oleodotto sta causando per ora solo «tagli alla produzione», e non una completa chiusura, anche nel campo di Sharara
ITALIA
13 ore
Tifoserie di paese si scontrano e ci scappa il morto
Rionero e Melfi sono le due più importanti cittadine del Vulture, nel cuore della Basilicata. Da sempre le due tifoserie sono acerrime nemiche
ITALIA
14 ore
Sciatore trovato senza vita fuori pista
Si tratta di un inglese di 60-70 anni. Altri due incidenti in Valle d'Aosta
STATI UNITI
17 ore
Trump boccia l'idea di un Mose per New York: «Meglio stracci e secchi»
«È un'idea costosa, folle, non rispettosa dell'ambiente e probabilmente non funzionerebbe» ha twittato il presidente statunitense
REGNO UNITO
19 ore
Nel 2020 la spesa per la tecnologia sfiorerà i 4mila miliardi di dollari
A trainare l'aumento saranno in particolare i software per le imprese. +1% anche per personal computer e smartphone
GERMANIA
19 ore
Al via il vertice sulla Libia di Berlino: Putin accolto da Merkel
Cessate il fuoco, embargo sulle armi e ripresa del processo politico tra gli obiettivi. I gheddaffiani dissuadono Haftar
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile