Keystone
STATI UNITI
09.07.19 - 17:570

«Trump non può bloccare i follower che lo criticano»

Lo ha confermato la corte d'appello di Manhattan: come pubblico ufficiale, il 1° emendamento non glielo consente

WASHINGTON - Donald Trump non può bloccare chi lo critica e impedirgli di essere un suo follower: la corte d'appello di Manhattan conferma la sentenza di un giudice distrettuale. «Il primo emendamento della costituzione non consente ad un pubblico ufficiale, che utilizza un account sui social media per ogni genere di scopi ufficiali, di escludere persone da un dialogo online aperto perché esprimono vedute divergenti», scrivono unanimemente i tre giudici.

Il dipartimento di giustizia aveva definito la prima decisione fondamentalmente un fraintendimento, affermando che Trump usa Twitter nella sua capacità personale per diffondere le sue idee, non per offrire una piattaforma di discussione pubblica. In realtà il presidente utilizza il suo account @RealDonaldTrump, dove ha oltre 60 milioni di seguaci, per promuovere la sua agenda, annunciare politiche e attaccare i suoi nemici.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile