Keystone (archivio)
Sulla sorte dell'uomo si è combattuta una vera e propria battaglia legale.
FRANCIA
11.05.19 - 15:350
Aggiornamento : 18:58

«Vincent può morire», i medici pronti a staccare la spina

L'uomo tetraplegico e in stato vegetativo da 10 anni è diventato il simbolo del dibattito sulla qualità di vita e sull'accanimento terapeutico in Francia

PARIGI - È probabilmente a una svolta la tragica storia di Vincent Lambert, il tetraplegico in stato vegetativo che da 10 anni in Francia è al centro di una battaglia legale sul fine vita. Un caso che ha spaccato il paese.

Il medico curante ha comunicato alla famiglia che nella settimana che comincia il 20 maggio staccherà la spina. Ma gli avvocati dei genitori non mollano: «Stanno sputando sul diritto internazionale e su Vincent».

Il dottor Sanchez ha scritto ai familiari annunciando «la sospensione delle cure e la sedazione profonda e continua» del suo paziente nei prossimi giorni. L'annuncio ha provocato la durissima reazione dei genitori, gli unici rimasti in famiglia a battersi per il mantenimento in vita di Vincent. Gli ultimi loro ricorsi sono stati respinti prima dal Consiglio di stato, poi dalla Corte europea per i diritti umani: «Non ci arrenderemo - ha proclamato il loro legale, Jerome Triomphe - stiamo preparando una serie di ricorsi ulteriori dopo questo annuncio fatto deliberatamente violando gli impegni internazionali della Francia e il diritto internazionale».

Il Consiglio di stato, la massima giurisdizione amministrativa, aveva dato il suo benestare alla sospensione delle cure il 24 aprile, confermando la decisione collegiale dei medici dell'ospedale di Reims. «Se questa decisione sarà adottata - ha scritto l'avvocato in un comunicato - Vincent Lambert morirà entro pochi giorni, attorniato probabilmente da parecchi poliziotti, e il dottor Sanchez potrà consegnare a Viviane Lambert un figlio morto per la festa della mamma».

I genitori di Vincent - 42 anni, vittima di un grave incidente stradale nel 2008 - sono ferventi cattolici, contrari all'eutanasia, e hanno in questi anni presentato decine di ricorsi. L'ultimo, ancora in sospeso, è stato depositato davanti al Comitato di protezione delle persone handicappate dell'Onu (OHCHR), che ha chiesto alla Francia di sospendere qualsiasi decisione di interruzione delle cure in attesa di un'istruttoria sul caso. La ministra della Salute, Agnès Buzyn, ha però dichiarato, domenica scorsa, che la Francia non è legalmente tenuta ad osservare questa disposizione. «Come può pretendere la Francia di assumere la presidenza del Consiglio d'Europa - si chiedono gli avvocati - quando viola deliberatamente i trattati che ratifica, proprio alla vigilia delle elezioni europee?».

Il caso ha spaccato anche la famiglia Lambert ormai da anni: da un lato i genitori, un fratellastro e una sorella; dall'altro la moglie Rachel, il nipote Francois e cinque fratelli e sorelle del paziente che contestano l'accanimento terapeutico.

L'aspra battaglia giudiziaria su questa vicenda diventata un simbolo della libertà di scelta sul fine vita si è sviluppato attorno ad un paziente che per i medici si trova in condizioni irreversibili, incapace di comunicare, e che respira e viene nutrito artificialmente. Ma per gli avvocati dei genitori, Vincent «segue con gli occhi» i suoi cari, «si sveglia al mattino e si addormenta la sera».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Dal Mondo
STATI UNITI
3 ore
Teorie sul vaccino, Bill Gates: «Stupide e assurde»
Il magnate ha detto che è difficile negare le teorie di cospirazione che lo coinvolgono perché troppo «stupide»
MONDO
4 ore
A sostegno del petrolio, proseguono i tagli alla produzione
L'Opec+ ha deciso di prorogare i tagli per tutto il mese di luglio
SPAGNA
5 ore
Si torna in discoteca, ma senza ballare
Nella Fase 3, che partirà lunedì in alcune regioni spagnole, le discoteche potranno riaprire: ma niente pista da ballo
GERMANIA
7 ore
Abuso su minori shock: 11 arresti
Tra le vittime sono stati identificati tre bambini di 5,10 e 12 anni
EUROPA
9 ore
L'ombra del razzismo aleggia anche in Europa
Il 30% delle persone di colore intervistate ha dichiarato di essere stato vittima di razzismo
BRASILE
10 ore
Bimbo nero precipita da un grattacielo, proteste in Brasile
Il bambino di una collaboratrice domestica era stato affidato alla padrona di casa
PORTOGALLO
10 ore
Maddie: sospetti su un terzo bambino
S'indaga su una sparizione avvenuta in Portogallo nel 1996. Potrebbe avere lo stesso colpevole
BRASILE
14 ore
L'OMS rischia di perdere un altro pezzo
Il presidente brasiliano Bolsonaro sembra voler seguire le orme di Trump
STATI UNITI
14 ore
E ora spunta un nuovo Floyd
Si chiama Manuel Ellis, ed è stato ucciso da un poliziotto in un modo molto simile. Il video sciocca l'America
GERMANIA
23 ore
Maddie non sarebbe la sola vittima dell'orco
Nel 2015 Inga, una bimba di soli cinque anni, è scomparsa durante una gita con i genitori nel bosco di Stendall.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile